Di Bob Minzesheimer, USA TODAY – 16 gennaio 2013. Traduzione sintesi dell’articolo.

Se gli editori vogliono imitare e sviluppare i best seller del 2012, si potrebbe prendere in considerazione un nuovo tipo di letteratura mash-up: erotico e fantascienza distopica.
Due trilogie dissimili – E L James con ’50 Shades of Grey’, e Suzanne Collins con ‘The Hunger Games’ – non si possono paragonare come contenuti i due libri, ma se l’editorialista si riferisce al tema da lui presentato come filone dell’articolo allora i due romanzi hanno certamente punti in comune – hanno dominato l’anno.

Al n ° 1 per l’anno 2012 è il primo libro di E L James che subito si è trasformato in un vero e proprio fenomeno editoriale. Inizialmente è stato pubblicato in Australia nel 2011, poi negli Stati Uniti da Random House come un e-book in marzo e in edizione economica nel mese di aprile.
Ma al numero 2, grazie a Hollywood, è ‘The Hunger Games’, il primo libro della trilogia di Collins ‘- quattro anni dopo la sua pubblicazione, ha ottenuto un grande impulso dal film di successo. Aggiungendo i cofanetti delle loro trilogie, James e Collins e rappresentano il 25% delle vendite monitorate ogni settimana da USA TODAY.
Già E L James da sola ha stabilito un record: 13,4% delle vendite: più di Stephenie Meyer (Twilight), 12,5% nel 2008 e JK Rowling (Harry Potter), 11,3% nel 2000.
La James ha stabilito anche un altro record: 20 settimane consecutive al numero 1.