Qualche settimana fa, il 26 luglio scorso, si sono svolti in America i Rita Awards 2014, manifestazione che premia le migliori autrici del genere romance nei suoi vari sotto generi.

ritalogo
L’evento vanta trentaquattro anni di storia, nato nel 1980, mantiene la sua forma nel metodo di giudizio dal 1983, anno in cui la premiazione si è suddivisa nelle attuali categorie e la statuetta assegnata ogni anno alle vincitrici che si distinguono per i loro scritti porta il nome della prima presidente – Rita Clay Estrada – della manifestazione.


RITA-author-ovalIl genere, che in Italia e’ stato considerato di serie B per tantissimo tempo e solo recentemente ha scoperto una prima giovinezza, gode invece di ottima salute oltreoceano, dove è longevo da anni e veramente prolifico, osannato e venerato insieme alle sue scrittrici dalle numerose lettrici.
Tantissime le autrici conosciute anche al pubblico italiano che, nel corso degli anni, hanno portato a casa il premio: Susan Elizabeth Phillips, Nora Roberts, Kristan Higgins, Susan Wiggs, Suzanne Brockmann, Rachel Gibson solo per citarne alcune delle più conosciute.
Anche quest’anno i sedici premi sono finiti nelle mani di altrettante talentuose autrici, ma insieme a voi voglio ricordare solo due, già pubblicate nel nostro paese con i loro romanzi.
Vincitrice per la sezione erotica troviamo J.Kenner, con il suo romanzo “Claim Me“, secondo capitolo della “Stark Trilogy“, uscito con il titolo di “Sceglimi” nell’ottobre dello scorso anno edito dalla Nord.
Mentre nella sezione romance storici troviamo un’autrice che ho conosciuto da poco, ma che mi ha letteralmente conquistata con il primo romanzo della serie “Love by Numbers” edita da Leggereditori nel maggio scorso. Sto parlando di Sarah MacLean, che ha vinto il premio con il romanzo “No Good Duke Goes Unpunished“, il terzo della “The Rules of Scoundrels series” che, neanche dirlo, mi auguro di tutto cuore di veder al più presto pubblicato anche da noi.