In occasione del suo inserimento tra i 25 autori più potenti – ve ne avevamo parlato QUI – il sito Hollywood Report pubblica un’intervista  con dichiarazioni inedite di E L James dove finalmente lei parla del film!! Niente di eccezionale, solo qualche dichiarazione sul pre-produzione.

La scrittrice racconta il momento in cui il suo mondo è cambiato, è entrata all’interno delle riunioni per il film e contempla un sequel. Un anno di successi mozzafiato ha costretto però EL James, al 4° posto tra i 25  più potente autori, a scegliere le parole con attenzione.

“Quello che ho imparato durante questo intero processo è stato che devo stare attenta a quello che dico. Posso essere interpretata nel modo sbagliato e fuori dal contesto.”
E ‘un peccato che improvvisamente l’autrice senta il bisogno di censurare se stessa, perché la James è spiritosa, perspicace e divertente.
La James ha parlato con noi circa l’anno selvaggio che  ha avuto, i diritti cinematografici per il suo libro, come la sceneggiatrice Kelly Marcel ha vinto la sua fiducia e la campagna di Brett Easton Ellis su Twitter per ottenere il lavoro che poi è andato appunto alla Marcel.

Si affronta anche l’interesse dei fans per un sequel della trilogia e riflette sulle radici del libro nel mondo della fan fiction di Twilight.

The Hollywood Reporter (THR): Hai avuto un grande anno. Congratulazioni.

EL James: Grazie. E ‘stato come sulle montagne russe. Lasciate che vi dica – tutto molto inaspettato.


THR: E ‘stato davvero solo un anno da quando le cose sono salite così alle stelle?

James: Penso che sia stato meno di un anno. A fine dicembre e a gennaio. Era dicembre, quando ho ricevuto la e-mail riguardo i diritti cinematografici, e sono quasi caduta dalla sedia. Da allora è stato un crescendo.
THR: Cosa ti ricordi di quel momento?

James: Era  sera. Te lo dico io. Ti dirò esattamente. Era la sera del 13 dicembre. E quella fu la prima e-mail da una agenzia televisiva di Hollywood e ho pensato, “Che diavolo è questo?” Non avrei mai immaginato.
THR: Hai chiamato più di tuo marito?

James: Sì. gli dissi: “Pensi che questo sia uno scherzo?” (Ride) Penso che di certo abbiam creduto che fosse uno scherzo.
THR: Che ne dici di Downton Abbey?

James: No, tutti dicono: guardi Downton Abbey? No, io non guardo molto la televisione britannica in generale. Voglio dire, è ironico perché ci ho lavorato per anni.
THR: Qual è il miglior consiglio che ti hanno dato?

James: Buon divertimento.
THR: Chi ti ha dato questo consiglio?

James: Un sacco di gente. Un sacco di gente dice: “Enjoy it” (goditela). E ‘stata un’esperienza snervante all’inizio per fare quelle cose di un certo livello, non immaginavo questo tipo di successo per tutti. Tutto quello che è successo –  una cosa dopo l’altra, dopo l’altra, ed è stato tutto senza precedenti tutto questo e tutto il resto. Da una parte, è stato terrificante e per questo che qualcuno mi aveva detto, “Enjoy it”. Prendo decisioni molto consapevoli come dire: “Dove mi trovo? Che cosa sto facendo ora? Adesso?” Questo è incredibile. L’importante è godermela! Basta prendere tutto e godere di questo momento, e  io lo faccio.
THR: Qual è stata la decisione più difficile che ha dovuto prendere quest’anno?

James: Fammi pensare.. Una delle cose che ho imparato nel corso di questo processo è che devo stare attenta a quello che dico. Può essere preso nel modo sbagliato e fuori contesto.

THR: Cos’hai trovato in Michael De Luca e Dana Brunetti, che ti ha fatto venir voglia di unirst a loro per la produzione del film Fifty Shades of Grey?

James: Michael è così appassionato circa il film ed è veramente convinto. E’ veramente preso dal libro. Ha capito che fondamentalmente è una storia d’amore, è il primo amore di lei e di lui, e io non avevo pensato proprio a quello. E’ stata una cosa accecante: ha capito esattamente cosa c’era sotto. E’ stato emozionante.
THR: Come la sceneggiatrice Kelly Marcel?

James: Era affascinata dalla intera premessa del libro, e anche dale sfide della realtà da portare sullo schermo – e sono molte. Era la sua passione. Inoltre, ho letto la sua sceneggiatura di ‘Saving Mr. Banks’  Quello si che era  un fantastico script!
THR: C’è stato qualcosa in particolare in ‘Saving Mr Banks’ che ti ha fatto pensare che sarebbe stata la persona giusta per adattare 50 Sfumature di Grigio?

James: Quello che mi è piaciuto molto è stato il suo calore e il suo spirito. Mi ha fatto ridere. Ci sono state alcuni passi che erano così divertenti. Aveva anche alcuni elementi molto tristi, ed ero praticamente in lacrime. Questo è quando qualcuno ti può spingere in entrambe le direzioni, che può aiutarti a vivere tutte quelle emozioni contrastanti, che è quello che succede nel libro, e che fa appello a tutte queste emozioni.
THR: Penso che le persone che non hanno letto la trilogia sarebbero sorprese dell’umorismo presente nei libri.

James: Penso di sì, sì. Devi vedere la luce per capire la forma della storia davvero, non è vero?

 

THR: Lo sapevi che Bret Easton Ellis ha fatto una campagna piuttosto difficile su Twitter per scrivere la sceneggiatura per il tuo romanzo?
James: Sì, sono consapevole di questo. Non ho davvero intenzione di commentare. (Ride) avevo comunque sentito.
THR: Quindi non direi che fosse stato un aspirante sceneggiatore serio o no?
James: Io non sono davvero intenzione di commentare. (Ride)
THR: Pensavi che era importante che fosse una donna a scrivere la sceneggiatura?
James: Ci sono state diverse persone in lizza. Non erano solo donne. Quindi si tratta di  sensibilità che bisogna mettere per un adeguamento. Non credo che si trattasse di sensibilità femminile o sensibilità maschile. Si trattava di catturare quello che Mike [De Luca] ha detto. Si ritorna a quell’ideale del primo amore.
THR: Qual è quella qualità che l’attore maschile deve avere per interpretare Christian?
James: Penso l’intelligenza emotiva, il senso dell’umorismo – questo tipo di cose. Siamo ancora in fase di sceneggiatura, quindi siamo molto lontani.
THR: Che dire di Anastasia?
James: Credo che la compassione è quello che emerge  dai libri. La sua compassione. E’ forte, compassionevole. Queste sono le cose che mi piacciono di lei.
THR: Sei venuta a Hollywood con  idee specifiche su come volevi iniziare nel film. C’era qualcosa nella tua passata carriera che ti ha fatto pretendere di più?
James: Oh, se potessi avere un off-the-record conversazione. Ero come, “Che f*** sta succedendo? Che cosa è tutto questo?” Ho lavorato in televisione tutta la mia vita, ma in realtà ho sempre voluto lavorare nel cinema. Penso che questo sia davvero l’arrivo, il massimo..Ed è tutta una questione di tornare a quello che dicevo prima cioè di godersi il momento. Vediamo cosa possiamo fare. Credo che non ci sia niente di più, davvero.
THR: Ti aspetti di essere coinvolta il più possibile? Vuoi essere qui quando ci saranno le riprese?
James: Lo spero. Perché no? Gia ‘. Questa è un’altra cosa che tutto questo processo mi ha insegnato. Segui i tuoi sogni. Così si spera, sì!
THR: Stai scrivendo qualcos’altro in questo momento?
James: Sto cercando di riscrivere il primo romanzo che abbia mai scritto. Ho delle idee. Io in realtà ho scritto due precedenti romanzi, quindi voglio riscrivere quelli. So che tutti chiedono a gran voce  il quarto libro della trilogia 50 Sfumature, e mi fa ridere. Non smaniano per il prossimo libro, ma solo per il quarto libro della trilogia.
THR: E ‘qualcosa che hai intenzione di fare?
James: Voglio dire, è nella parte posteriore della mia mente. Devo pensarci. Devo pensare realmente il punto di vista di Christian. Quindi si tratta di una cosa da fare dopo.
THR: Sicuramente ha scatenato una tendenza in appassionate storie d’amore. Hai incrementato le vendite di un sacco di altri libri. ‘Si consiglia di prendersi il merito per  aver scatenato una tendenza.’
James: Io non volevo. (Ride) La cosa era tutta per me e  ho scritto la cosa per me, davvero. E ‘la mia fantasia. Voglio dire, sì, ha è vero scatenato questa trend.  Le donne sono tornate alla lettura dopo anni. E ‘tutto una buona cosa, non è vero?
THR: Fan fiction [50 Sfumature è iniziata come la fan fiction di twilight] è uno strumento didattico ideale per le persone che vogliono diventare scrittori – scrivere on-line e ottenere un feedback immediato.
James: E ‘un esperienza fantastica. E anche l’interazione, ci sono persone che aspettano mesi e mesi per il prossimo capitolo. E’ una tale esperienza immediata con le fan fiction. E’ stato un momento straordinariamente buono.
THR: Il senso di comunità in tutto il mondo di scrittori di fan fiction è impressionante.
James: Si incontrano le donne più straordinarie. Si tratta di donne che sono intelligenti, calde e spiritose. Portano queste abilità in ciò che stanno scrivendo. Mi sono fatta alcuni amici straordinari attraverso le FF . Sono diventate le persone che io chiamo “vita reale” amici. E ‘stato fantastico. L’intera esperienza è stata straordinaria.