E L James immagine di repertorio

Tralasciamo i soliti convenevoli di rito che compaiono nel sito di Marlo Thomas a cui E L James ha concesso questa intervista fiume: si parla delle sue 40 milioni di copie vendute e da anonima a personaggio in pochissimo tempo! Ecco la traduzione dell’intervista! Preparatevi perchè sarà una lunga lettura!
Hai intitolato il libro ‘Cinquanta Sfumature di Grigio’ e uno dei protagonisti si chiama appunto Grigio di cognome. Perchè? – Quello che volevo dimostrare è che il mondo non si guarda solo in bianco o nero e le persone che lo fanno mi fanno un pò paura. Penso ci siano tante sfumature di grigio. Dopo aver letto il romanzo si pensa ‘era buono?’ E tutte le domande che il libro solleva sono domande a cui dovrebbero rispondere i lettori. Sono i lettori a decidere per se stessi.

Ho divorato i libri, erano divertenti da leggere, ma sono anche spinti sessualmente parlando. Così non ho potuto fare a meno di chiedermi: cosa ti ha spinto ad approfondire questa particolare scrittura? – Beh, a essere onesti, è stata per lo più curiosità. Avevo letto per caso cose sul BDSM (bondage-dominio-sottomissione-sado e masochismo) e l’ho trovato molto eccitante e così ho pensato: ma se incontrasse qualcuno che non sa niente di questo stile di vita, cosa succederebbe dopo? E da lì sono partita. E questi due personaggi mi hanno portato in questo viaggio straordinario.
Quando eri giovane hai letto libri erotici o hai visto film spinti? – Ho letto un sacco di narrativa erotica nei miei trent’anni, libri di Brenda Joyce, Nora Roberts, Judith McNaught. Sono molto attratta dalle storie d’amore.
Anche io. Questo è il segreto dei libri ‘Cinquanta Sfumature’? – Si, e penso che sia per questo che piacciono tanto alle donne: la storia d’amore sopra ogni cosa.


Tante femministe hanno espresso preoccupazione per la figura di dominatore descritta nel libro. Altri lo hanno definito politicamente scorretto. Cosa rispondi a tutto ciò? – Sai una cosa?  Mi fa ridere tutto questo guardare l’ombelico del libro. Io l’ho scritto per divertimento! E se avessero letto tutti i libri saprebbero in realtà chi è il più forte di questi due personaggi!
Ana naturalmente! – Si Ana di gran lunga! Tante persone mi dicono anche che con questi libri possono davvero esplorare la loro sessualità ora. Penso che quello che le persone fanno in camera da letto è affar loro e non sta a noi giudicare.
E’ una fantasia – Esattamente. Ed è divertente! E’ tutto sicuro, sano e consensuale. Credo che l’aspetto della dominazione sia sopravvalutato e che a molte persone sfugga il punto.
Quando ho recensito il libro, a inizio anno, mi sono proprio rivolto a quel punto. Ho detto che alla fine la dominatrice è Ana. – In realtà non si tratta di dominare lui, mostra solo un lato di lui diverso, un lato che non sa che esiste.
D’accordo. E comunque anche le femministe hanno fantasie. Io sono una femminista e ho avuto un ottimo week end dopo aver letto il tuo libro: grazie! – Sono molto felice di sentirlo.
Ann Rice dice che ‘Cinquanta Sfumature’ è il materiale per la perfetta masturbazione! – E’ stato divertente! Ho riso come una matta fin nei calzini quando l’ho visto! Ma chi parla di masturbazione femminile? Ed è stato in televisione e in prima serata! Chi ci avrebbe creduto mai? E’ stato fantastico!
Un sacco di donne hanno scritto nei commenti alla mia recensione che ‘Cinquanta Sfumature’ ha davvero contribuito a portare un pò di passione nei loro matrimoni e nelle loro relazioni. Li ha liberati. – Si, e non è bello dominare o essere dominati ogni tanto?

Parliamo di Christian. Lo sai che è diventato parte del lessico. Le donne dicono tra loro: questo uomo era un vero Christian Grey! – Per me lui è la mia ultima fantasia di ragazzo. E questo è il punto: finchè si accetta quel tipo di fantasia – fantasia sesso, fantasia stile di vita, un uomo distrutto che ha bisogno di amore – quale donna potrebbe resistere a tutto ciò?
Certo, questo è un pareggio per molte donne. Ma nella tua immaginazione selvaggia  ti saresti mai aspettata questa risposta di massa? – No. La mia unica ambizione per questi libri era quella di vederli in libreria. E non riesco  credere come hanno risposto. E’ incredibile.

Allora tutto ciò cosa ti dice? – Ci sono così tante cose meravigliose che capisco da ciò. Per lo più la risposta di tante donne insieme. Non vi dico il numero di email che ricevo da donne che mi dicono ‘ abbiamo creato il club del libro’ oppure ‘ ho detto a tutti i miei amici dei tuoi libri’ o anche ‘tutta la mia famiglia legge i libri’. Poi donne che mi dicono ‘ Non leggevo un libro da 10 o 20 anni  e i tuoi libri li ho letti in soli tre giorni’. Per me è assolutamente straordinario!
Hai scritto i tre libri tutti in una volta? – In sostanza i primi due erano un unico libro lungo, poi ho preso una pausa di 3/4 mesi perchè mi ero quasi realizzata ed ero felice. Ma per scrivere una buona storia ci vuole un qualche conflitto  e dovuto capire quale era il conflitto ed è stato questo a farmi scrivere il terzo libro. In tutto un periodo di circa due anni.
Quando hai iniziato a capire che avevano successo? Qual è stato il primo segnale? – Penso che sia stato intorno a Natale, prima del nuovo anno. Ho ricevuto una email in cui mi si chiedeva se i diritti cinematografici erano disponibili.
E’ sempre un indizio.. Quanto tempo era passato da quando erano usciti allora? – Erano usciti da Maggio ma solo in e-book con il mio vecchio editore. Poi nel mese di Dicembre ho notato che si stava virando verso la costa orientale degli USA. Così siamo andati a New York e ci siamo incontrati con alcune delle sei grandi case editrici che volevano pubblicare e pubblicizzare una versione tascabile da mettere nelle librerie. L’editore della ‘Random House’ era semplicemente adorabile e incredibile. Mi ha detto ‘ Io non voglio che questi libri restino nello scaffale sul retro della libreria nella sezione erotica. Questi devono essere sul tavolo in bella vista da ‘Barnes and Noble’ perchè sono un fenomeno culturale.’ Ha detto questo a Gennaio di quest’anno.
E aveva ragione. Mi chiedo se tutto questo successo e questo parlare di sesso ha influenzato il rapporto con tuo marito.. Gli mostravi pagine del libro mentre scrivevi? – Si. Aveva l’abitudine di controllare la mia grammatica su ogni capitolo.
Non stavo pensando alla grammatica..Stavo parlando delle scene di sesso. Era scioccato nel vederti scrivere su questo argomento? – No, no per niente. Diceva cose del tipo ‘ Questo è caldo’ oppure ‘Non vedo l’ora di sapere cosa succederà dopo’.
Devo sapere: se si riesce a scrivere questo genere di libri,c’è qualcosa al mondo che ti fa arrossire? – Oh arrossisco tutto il tempo! Anche leggendo i miei libri arrossisco. Penso ‘ Ho scritto questo? Mio Dio’!
E i tuoi amici? Questo mi incuriosice perchè ogni tanto faccio qualche passo nella mia carriera e i miei amici mi guardano come se pensassero ‘Wow, non sapevo fossi così’. – I miei amici erano stupiti. La cosa divertente è che loro per due anni mi chiedevano sempre di uscire e io rispondevo di no perchè ero davvero persa nella mia storia.
E quando finalmente hanno scoperto quello che era in agguato nella tua testa? Non se l’aspettavano? Cosa han fatto? – Un mio amico su Facebook l’altro giorno mi ha detto ‘Tu sei scura’!
Che è così interessante per me, è proprio come Ana nei libri che vuole esplorare il suo lato oscuro. – Si credo sia una cosa interessante del libri: scoprire e veder crescere il suo lato oscuro.
Quando ho scritto sul mio Blog molte donne hanno commentato dicendo che i libri hanno risvegliato le loro fantasie  e sono sorprese da quanto è eccitante. Una donna ha scritto che ha tirato fuori quella parte di lei che non aveva mai esplorato. – Scrivono ‘ Ho scoperto questa parte di me che non sapevo esistesse’  e io sono abbastatnza fuori di testa da ciò ma in senso buono. Ma perchè ci è voluto così tanto tempo per scoprire questo?
Hai fatto un viaggio simile quando stavi scrivendo? Hai cominciato a trovare cose in te stessa che ti hanno sorpreso? – Per essere onesti non ho acceso una torcia dentro di me per conoscere veramente  la mia reazione a tutto ciò. E’ qualcosa che avrebbe potuto farmi spaventare e sfuggire. Sai cosa intendo no?
Si, lo so. – E io non voglio farlo. Se analizzi troppo le cose rischi di ucciderle.
Capito. Ma sicuramente ha aperto le porte di te stessa. E’ necessario disporre di… – Non lo so. Voglio dire ho una fervida fantasia e sono stata una sognatrice per tutta la vita  e attraverso questi libri ho trovato il modo di incanalare tutti questi miei sogni ad occhi aperti. Ed è stata una rivelazione.
C’era erotismo nei tuoi sogni? -Oh Dio si.
Quindi, tornando ai lettori, il motivo del successo è che forse le donne vogliono aprire quella porta in sè  e hanno bisogno di una guida? – Penso sia vero per alcune ma non per tutte. Ci sono un sacco di persone che vorrebbero Christian ma senza la sua sala rossa perchè non sono interessate da quel suo lato.
Non è difficile da capire l’attrazione di Christian. E’ così divino! Voglio dire, la camicia bianca, la sua non-pancia e i suoi fianchi stretti , e che capelli! – Si lo so cosa vuoi dire, mi piacerebbe vederlo adesso nella mia stanza!
Sei divertente. Ma diciamo la verità, tutto quello che ha ottenuto il ragazzo – elicottero, aereo, un gran fisico e gran capelli – e così giovane e ricco! Come lo hai trovato questo personaggio? – E’ una sorta di personaggio nato in me. Sapevo solo che doveva essere incantevole.
E’ assolutamente delizioso. Mi chiedevo se lo avevi modificato lungo il percorso. – No, mi è uscito così tutto in una volta.
Non pensi di fare un altro libro su di lui? – Non lo so. Sembre esserci attesa.
I libri non sono dotati di un avviso che dice ‘Non provateci a casa’. Hai qualcosa da dire di prudente sulle persone che vogliono portare ‘Cinquanta Sfumature’ nelle loro camere da letto? – Credo che le parole giuste siano ‘Sano sicuro e consensuale’. E’ necessario conoscere la persona con cui si farà qualcosa del genere. Dovete prendere le cose con calma e con attenzione. Ma non sto dicendo che il mio libro è un manuale! E’ solo una storia d’amore. E’ la mia fantasia.
Hai letto che a New York stanno vendendo più corda morbida nei ferramenta? – E’ strano perchè la corda non è usata nei miei libri!
Forse i lettori stanno dando un suggerimento su cosa vorrebbero nel prossimo libro.
All’inizio di questo mese l’Huffington Post ha parlato in un articolo come il sesso  e il contratto di ‘Cinquanta Sfumature’ abbia portato a un sesso migliore. – Io non sono un’esperta di relazioni ma la comunicazione è la chiave di tutto. E questa è un’altra cosa positiva che è uscita dai libri: le persone ora parlano del sesso. Parlano di sesso col marito, tra fidanzati. E per merito di tutta questa comunicazione  le donne stanno avendo rapporti più intimi. E’ fantastico.
Parliamo un pò di Ana. Lei è così innocente che ci ricorda quando noi eravamo in cerca di nuove cose da esplorare. Ma Ana ben presto scopre che deve negoziare con Christian. E’ la forza. In quanto donna e femminista mi piace! Qui Ana poteva esser tra le vittime ma non era una vittima. – Non le chiamerei vittime..
Non è vero? – No. Lei ha avuto fretta di buttarsi in un rapporto che non era sicuro. Ma vittima? Non la penso così.
E per quanto riguarda il fatto che era una giovane vergine? Questo era così  importante per te? – Oh si. Penso che le vergini siano più interessanti da raccontare sai? Noi sappiamo cosa aspettarci, le vergini no.
La cosa interessante è che la donna che seduce Christian era grande ed esperta, mentre poi lui capitola con una che è all’opposto. – Assolutamente. Completamente l’opposto.
A proposito un milione di donne del mio Blog chiedono se sei stata inviatata a Palazzo dalla Regina! – (ride istericamente)
Bè mio Dio, dovrebbe! Sei la donna più popolare d’Inghilterra! – No, non sono stata invitata dalla Regina. Sono stata invitata in TV e tante altre cose  e ho deciso di fare questa intervista sostanzialmente per dire grazie. La gente compra i miei libri è vorrebbe sapere un pò di più di me. Ma questo è tutto. Io non sono interessata alla fama.
Bè, noi siamo molto onorati di aver avuto questa occasione. Ultima domanda, quando ho letto il libro con tutto quel sesso ho pensato l’avesso scritto un uomo, ma poi leggendo mi sono ricreduta. Perchè utilizzi lo pseudonimo E L James? Perchè è un genere sessuale? – Perchè pensavo di continuare a fare il mio lavoro. Lavoro in TV e non pensavo  di avere tutto questo successo. E poi volevo tenere separate le due cose. Volevo scrivere un pò la sera e lavorare di giorno. Non ho mai pensato che la gente potesse pensare che fossi un uomo.
Bene e ora che questi due aspetti della tua carriera si sono uniti tornerai al tuo vero nome Erika? – Io scrivo come E L James. Sono abituati così.
FINE.

Grazie a Kami per la traduzione.