Le nostre lettrici e fan della trilogia si stanno scatenando, ecco quindi il primo capitolo di una nuova fan fiction sempre dal punto di vista del nostro Dominatore preferito, Christian Grey, interpretato da una nuova autrice: Dany93. Il racconto inizia dove lo aveva interrotto l’autrice. Buona lettura! 😉

Per non confondervi seguite l’immagine: ogni autrice ha abbinata un’immagine differente.

Questo racconto pubblicato a puntate è opera di fantasia di una fan della trilogia ’50 Sfumature di Grigio’. Non è stato scritto da E L James.

[warning]Lettura destinata ad un pubblico di soli adulti. Questo sito non si assume la responsabilità di lettura da parte di minori.[/warning]

1° CAPITOLO

IL RACCONTO PROSEGUE DOVE LO AVEVA INTERROTTO L’AUTRICE

Esco a passo svelto dal negozio di Clayton, rivedere la splendida Miss Steele è stato inebriante, davvero, e sono soddisfatto di ciò che le ho detto.

 “ Sei un genio Grey, resterà con il tarlo in testa, darei qualsiasi cosa per sapere se mi penserà durante il giorno ! Eh … sì! Adoro esercitare il controllo su tutto eppure con lei è così diverso …  sembra essere imperscrutabile, quegli occhioni azzurri e quel rossore … nascondono semplice timidezza oppure qualcosa di più?”

Ripongo il sacchetto nel bagagliaio e mi infilo nel SUV. Digito pochi pulsanti sul telefono al volante, ed eccomi di nuovo l’amministratore delegato, infatuato come un adolescente, ma pur sempre uomo d’affari.  Esito per un attimo e  alla fine cambio idea, compongo un numero diverso.

 <<Welch, voglio immediatamente un controllo su di un certo Paul Clayton di Portland, appena hai terminato le ricerche mandami un allegato via mail.>>

Interrompo la chiamata senza aspettare risposta , guardo nello specchietto retrovisore:

“ A chi vuoi mentire Grey c’è solo un’ affare che ora ti preme approfondire”.

…………………………………………………………………………………………………………………………………

Miss Steele ondeggia davanti a me con quel suo culo meraviglioso tra gli scaffali del negozio di ferramenta, i miei occhi sono incollati su quella visione paradisiaca. Sembra essersene accorta ma finge noncuranza, questa donna vuole sfidarmi, non ha capito che gioca con il fuoco?  “Ooh Anastasia questa spavalderia! … Tra poco non potrai fare altro che pentirtene piccola”.

Ecco immediatamente nella mia mente un flash di tutte le deliziose punizioni che potrei infliggerle: Miss Steele scaldata dai colpi di una verga proprio lì sulle natiche, Miss Steele piegata sulle mie ginocchia con i jeans abbassati.  Oddio i pantaloni ora mi vanno un po’ stretti.

 Si ferma, si volta e suoi occhi ora sono nei miei.

 “No!No! NO! Di nuovo quello sguardo …  perché mi fa sentire così esposto??? E’ irritante, sì, ma anche incredibilmente eccitante, soprattutto se penso a come la farei smettere”.

Si piega per tagliare la corda in fibre naturali, mi sento come una molla tesa sul punto scattare, il suo pugno intorno al filo, lo tira, una volta, poi un’altra ancora.

I miei occhi sono due tizzoni ardenti, si morde il labbro e prima che possa rendermene conto le sono addosso. La volto e le punto  i miei occhi minacciosi nei suoi, mentre le mie mani tengono bloccate con forza le sue. Sento la sua resistenza, ma la sua forza non è sufficiente a smuovermi  e il fatto che lei si opponga mi fa arrapare come non mai.                                                                                                                                                               Con la mano esploro i suoi fianchi e la faccio risalire famelica verso il suo seno. Lei è affannata, mi confonde, vorrei zittirla, ma quel suono manifesta il suo desiderio per me e ciò mi fa uscire fuori di testa. Mordo con avidità i suoi seni ancora sostenuti dal reggiseno e premo la mia erezione con forza contro di lei.    ”Sentilo Anastasia, sei mia”.

 E’ spaventata, arrossata, eccitata, bloccata dal mio peso, completamente sottomessa a me e la cosa provoca forti scosse di piacere all’uccello e al cervello che è già partito definitivamente.

<<Mmmmh Miss Steele >> le sussurro con una calma minacciosa all’orecchio.  <<Sei mia, dal primo momento in cui sei caduta nel mio ufficio e so che sei tutta bagnata, te lo si legge su questo splendido visino che vuoi che ti prenda qui.>>

Si dimena, muove i fianchi facendo capire che mi desidera. Questa donna stupenda vuole me, non le importa nulla se qualcuno possa entrare all’improvviso, vuole essere sbattuta contro la parete. <<Dillo, dì che mi vuoi!>> la mia voce tuona minacciosa, ha uno sguardo troppo arrapante Cristo! È totalmente alla mia mercè.  <<M-Mr Grey … >> farfuglia <<Signore … >>                                                                                                                           A quelle parole impazzisco, prima che possa fiatare la volto, le abbasso velocemente i jeans, con un rapido gesto faccio scivolare miei pantaloni e …  <<Mr Grey?>> Taylor mi sta guardando davanti alla porta della camera con il solito sguardo impassibile e professionale, che questa volta cela un po’ di stupore.

Cavolo stavo fissando imbambolato il monitor del portatile spento, sarà lì da un pezzo e io non me ne sono nemmeno reso conto. Probabilmente mi deve aver chiamato più di una volta, ma non me ne frega un cazzo mi ha interrotto sul più bello. Ripiego il monitor, mi alzo in piedi e gli chiedo in modo forse un po’ troppo sgarbato cosa voglia.

 <<Signore, vorrei  portare mia figlia all’Oregon Zoo di Portland …>> <<Cristo Taylor! che vuoi che interessi a me?>>urlo sbattendo il pugno sulla scrivania decisamente infuriato. <<Mr Grey, le chiedo scusa, ma lei mi ha detto poche ore fa che sarei dovuto venire per discutere del mio permesso speciale.>>. “Diamine me ne sono completamente dimenticato” provo un po’ di compassione per Taylor, la figlia la vede poco e poi è sempre così efficiente, il migliore di tutti gli uomini al mio servizio. Lo congedo  dicendogli che ne parleremo con calma più tardi.  Mi dondolo sulla sedia  mentre osservo il panorama di Portland. Miss Steele non vuole proprio saperne di uscire dalla mia testa, il nostro ultimo incontro mi provoca fantasie decisamente allettanti. Mi chiedo se dovesse mai accettare la mia proposta, in fondo è così giovane, sembra totalmente inesperta. Ad essere sincero non mi dispiacerebbe affatto che lo fosse, ma temo che ciò possa influire sulla sua scelta e farla fuggire a gambe levate, lontano da me. Questo pensiero mi tormenta. Non ho mai desiderato qualcosa così tanto, è snervante essere abituati ad avere tutto e poi sentirsi impotente davanti a situazioni come queste.

Squilla il telefono.

Merda! È lei. Devo fingere disinteresse totale non potrebbe mai immaginare che abbia il suo numero.  <<Pronto>> la mia voce suona fredda e risoluta ma dentro di me sto fremendo e ridendo, come mi diverte questa situazione!   << Ehm …  Mr Grey? Sono Anastasia Steele.>> Lo so piccola, possibile che anche senza guardare il tuo corpo meraviglioso, ascoltando solo la tua voce tremante, inizi già ad indurirmi?

<<Miss Steele che piacere sentirla!>> Fingo un convincente stupore, se solo sapessi cosa sta accadendo per te dentro i miei pantaloni … come reagiresti Steele?  << Dunque … vorremmo procedere con il servizio fotografico per l’articolo.>> Bene devo vederti al più presto. <<Domani, se per lei va bene. Dove le farebbe comodo?>> Aggiunge tutto d’un fiato.  <<Alloggio all’Heathman di Portland. Facciamo domattina qui alle nove e mezzo?>> Tra poche ore ci rivedremo, sto veramente fremendo. Lotto con il desiderio irrefrenabile di massaggiarmi l’erezione. “Grey cazzo smettila sembri un ragazzino alle prime armi, perché con questa donna il tuo autocontrollo se ne va a farsi benedire?”

<<Perfetto, ci vediamo lì.>>

<< Non vedo l’ora, Miss Steele.>> Il mio tono cela volutamente tante promesse inespresse. Sorrido immaginando il suo viso arrossato, o forse ora si starà mordendo il labbro?

Chiudo la chiamata con un sorriso ebete in faccia, e la mia mente ricomincia a fantasticare.

…………………………………………………………………………………………………………………………………

Non ho fatto altro che pensare a lei tutta la notte ed ora cammino per la suite come una tigre in gabbia ripercorrendo nella mente il nostro ultimo incontro. Il suo imbarazzo, il suo ancheggiare, i suoi occhi azzurri profondi.

Il suo culo, le sue tette …

La telefonata, il suo tremore, il mio desiderio pulsante. I suoi fianchi le sue tette …Come posso distogliere queste immagini  dalla mente se tra poco dovrò rivederla? Sono trepidante, non faccio altro che guardare l’ora sul mio  Omega non manca molto all’incontro, ma il tempo trascorre sempre più lentamente. Non sono ancora riuscito a pensare come introdurla al mio mondo, so solo che nella mia testa questo obiettivo è diventato un chiodo fisso, non ho mai desiderato qualcosa così tanto. Solo a pensarla mi eccito da impazzire cosa accadrebbe mai se dovessi mettere le mani sul quel corpo sensazionale? Voglio possedere, fottere Anastasia Steele, voglio che il suo desiderio più grande  sia quello di compiacermi concedendosi completamente a me. Voglio che le sue labbra implorino di essere scopata, che il suo corpo reagisca eccitato dal mio tocco. Sembra così fragile, che atteggiamento devo adottare? E se una volta dichiaratele le mie intenzioni volesse scappare via da me? “Dopotutto sei un figlio di puttana Grey che ti aspetti?”

Mi lascio cadere esasperato sul divano, sono totalmente estraneo a questi nuovi sentimenti!

Con Leila, Susannah e tutte le altre era stato tutto più facile, e sì, sono state dei passatempi divertenti, ma sono sicuro di non averle mai bramate così tanto.

Mi sono mai preoccupato di essere rifiutato?

No, non mi era mai successo prima, è così snervante! Guardo la mia immagine riflessa nello specchio, nonostante abbia passato la notte in bianco ciò che vedo mi piace eppure indosso ancora i vestiti di ieri. “Ottimo Grey devi essere irresistibile” voglio che pur di avermi sarebbe disposta ad accettare qualunque condizione e qualunque contratto. Mi passo la mano tra i capelli e mentre cerco di riordinare le idee, decido di infilarmi sotto la doccia.

Bussano alla porta, è un membro al personale dell’hotel, mi avverte che sono atteso da Miss Kavanagh , lo ringrazio e gli porgo la mancia.

E’ arrivato il momento che aspettavo, sento elettricità nell’aria … E’ lei, è in questo albergo!

Questa femmina mi attira peggio di una calamita.

Asciugo velocemente e non completamente i capelli con il phon poi infilo i pantaloni di flanella e la camicia di lino bianca che decido di lasciare leggermente sbottonata.

“ Tieniti pronta Steele non so per quanto ancora potrò attenermi alle buone maniere”.

In un attimo sono fuori dalla suite.

Taylor mi attende davanti alla porta, lo saluto con un mezzo sorriso e un cenno di capo. Mi segue. Camminiamo in silenzio tra i corridoi dell’Heathman, proseguo molto velocemente ma lui non fa fatica a tenermi il passo. Probabilmente non mi ha mai visto così strano prima d’ora.

“ Sì Taylor sono un coglione non solo accetto di posare per un servizio fotografico, cosa che detesto fare, ma cosa ancora più assurda è che sto facendo tutto questo per una donna”. Siamo nell’ascensore,  vorrei velocizzare questi secondi interminabili , con il mio sguardo di fuoco potrei incendiare i numeri luminosi che scorrono sul display.Ecco!  Finalmente le porte si aprono, prendo fiato, faccio un appello al mio prezioso autocontrollo e mi dirigo verso la suite.                                                                                                                                                                                                         Apro la  porta con un gesto deciso ed ecco davanti a me la donna a cui non ho fatto altro che pensare durante l’ultima settimana.

“ Oh si Grey! Il gioco è valso la candela!”.

Anastasia mi guarda a bocca aperta squadrando affascinata la mia figura. Che labbra fantastiche.

Voglio prendere con forza quel viso e scopare selvaggiamente quella morbida bocca.

Le sorrido, mi avvicino.

Sì lo farei senza pietà, la punirei sfogando tutta la tensione fisica che mi fa accumulare.

Mmmmh magari potrei tenerle con una mano i capelli avvolti in una treccia …

Sento montare l’erezione “calmo Grey hai i pantaloni di flanella, vuoi lanciare un bello spettacolino a tutta questa gente che ti fissa?”.

… Ma che fa?

Sta guardando incuriosita Taylor … a me gli occhi piccola! non vorrai che mi incazzi proprio ora e in questa stanza?  << Miss Steele, ci incontriamo di nuovo>> “ Finalmente direi”.

Le tendo la mano, voglio toccare quella pelle perfetta. Che diamine!  E’ tutta rossa e tremante, una donna dalla bellezza disarmante come la sua dovrebbe essere più sicura di sé.  << Mr Grey le presento Katherine Kavanagh.>> Si fa avanti una ragazza dai capelli ramati, i suoi occhi verdi mi guardano fisso, la sua stretta di mano è decisa e forte.                                                                                                                                                      << La tenace Miss Kavanagh. E’ un piacere>> Finalmente posso dare un volto alla donna che ha assillato i miei addetti alle pubbliche relazioni per mesi. << La ringrazio per aver trovato il tempo di fare questo servizio fotografico>> dice con tono professionale “E io ti ringrazio per essere stata malata una settimana fa”.  <<E’ un piacere>> le rispondo, ma sto guardando Miss Steele perché il piacere di essere qui è dovuto alla sua presenza.

Anastasia si sposta << Questo è Josè Rodriguez, il nostro fotografo>> dice sorridendo ad un giovane che spunta dall’attrezzatura fotografica. Lui contraccambia con un sorriso affettuoso. “Chi cazzo è adesso questo scimmione?! Conosco lo sguardo che le ha rivolto, anche lui è attratto da lei, dannazione Miss Steele e tu cosa provi per questo idiota?  << Mr Grey>> mi saluta con un cenno di capo.  << Mr Rodriguez>> rispondo con tono freddo. “Prima Paul Clayton , poi quest’altro Josè,  Steele forse è lui il tuo ragazzo? Vuoi farmi impazzire?”

<< Dove vuole che mi metta?>> gli dico trattenendo la rabbia.

Sto ribollendo. E se quest’uomo fosse il suo fidanzato? Oddio il pensiero che abbia potuto metterle quelle manacce addosso mi fa salire il sangue al cervello.

Miss Kavanagh mormora qualcosa, ma non la sto ascoltando … Ah mi sta indicando la mia postazione. Oltrepasso un groviglio di cavi elettrici e mi siedo abbagliato dalle luci bianche.   “E se fossero solo amici? Probabilmente è solo lui a provare qualcosa per lei … Sì è sicuramente  così Grey, altrimenti quando saresti entrato nella suite non avrebbe mai potuto squadrarti il quel modo alla presenza del suo fidanzato”. Lo scimmione intanto mi indica le posizioni che devo assumere è snervante fare quello che dice, ma devo sembrare impassibile. Colgo per due volte lo sguardo  di Anastasia posato su di me e quando lo ricambio lo sottrae. Mi rilasso visibilmente.   “Gli piaci, non c’è ombra di dubbio, Rodriguez non ha speranza con un rivale come te”.   Katherine mi fa alzare in piedi mentre l’assistente del fotografo sposta la poltrona. L’AMICO di Miss Steele continua a scattare. Devo rivederla, se non invento qualcosa questa potrebbe essere l’ultima volta.

<<Penso che ne abbiamo fatte abbastanza>> esclama il fotografo “ Finalmente”.

Mi ringraziano prima lui, poi Katherine.

<<Non vedo l’ora di leggere il suo articolo Miss Kavanagh>> mento, nella lista dei miei interessi quest’attività occupa l’ultimo posto.

Ora o mai più, le chiederò di bere qualcosa fuori.                                                                                                                                                                  << Le andrebbe di accompagnarmi Miss Steele?>>

<< Certo>> mi risponde immediatamente. L’ho colta alla sprovvista, guarda i suoi amici e poi, mentre le tengo la porta aperta, esce dalla suite.

<< Ci sentiamo Taylor>> lasciami da solo con Anastasia.  E’ di fronte a me. Mi sta guardando con i suoi occhioni azzurri ed è visibilmente nervosa. “Fai bene ad esserlo piccola, ormai il mio obiettivo è entrare nelle tue mutandine, e in un modo o nell’altro ci riuscirò”.

CONTINUA …

FINE 1° CAPITOLO

 

Vietata la riproduzione di questi contenuti.

 

Se vuoi inviarci la tua Fan Fiction a puntate leggi il regolamento cliccando QUI. Tutti i lavori dovranno essere in esclusiva, non saranno accettati lavori scritti da minorenni.

 

21 commenti

  1. Wendy

    Bello ! Mi e’ piaciuto !!!! Ricco di dettagli e ma molto fluente !
    Sembra proprio il Christian Grey della E.L.James
    Complimenti davvero,attendo molto curiosa il prossimo capitolo!!

  2. jole

    Si , questo e’ molto meglio di quello della settimana scorsa ! Molto veritiero questo Grey complimenti! Kiss …

  3. GIO98

    NOOO, DEVI CONTINUARE.. MI PIACE, ASSOLUTAMENTE DEVI CONTINUARE. È QUALCOSA DI STUPENDO ED ECCEZIONALE. SPERO CHE FARAI LA SCRITTRICE PERCHÉ NON SEI BRAVA, MA DI PIÙ, COMPLIMENTI. QUESTO 1 CAPITOLO MI HA GIÀ TRAVOLTO. BELLO BELLO.

  4. eleonora

    bello…senti per curiosita ma quanto ci hanno messo a pubblicarlo dopo che l hai inviato?grazie mille se rispondi

  5. Dany93

    ciao ragazze 🙂 grazie mille per i complimenti , presto arriverà anche il seguito 😉 . X eleonora guarda le ragazze sono state molto disponibili diciamo che da quando ho mandato la prima mail saranno passati un 4 giorni se non sbaglio, ma solo perchè dovevo fornire loro alcuni elementi necessari per la pubblicazione 🙂
    un bacio e alla prossima

  6. eleonora

    quali sono gli elementi necessari alla pubblicazione?scusa ma vorrei pubblicare anch io una fan fiction e non so come muovermi.la mia parla del secondo libro della trilogia è quello che mi è piaciuto di piu

  7. Beba

    Quando pubblichi il secondo capitolo.
    E’ troppo bello. Non vedo l’ora di leggerlo.

  8. Pingback: Nuova Fan Fiction! 50 Sfumature di Nero! 2° capitolo | 50 Sfumature Italia

  9. Dany93

    X Beba sono molto felice che ti sia piaciuto;) il secondo capitolo l’ho già inviato quindi a breve lo potrai leggere 😀
    A presto :*

    • Stefania.L

      wooow quindi è in arrivo il 2 capitolo??? non vedo l’ora di leggero, quando lo pubblichi?

  10. Dany93

    X Stefania: ti ringrazio! Sono contenta ti sia piaciuto:)
    Per ció che riguarda i capitoli nuovi, non sono io a pubblicarli sul sito, invio le parti alle amministratrici. Quindi non so dirti quale sarà il giorno preciso della pubblicazione :S
    Un bacio e a presto:)

    • rosa

      bello molto ma nn trovo il resto mi sapresti indirizzare aspetto notizie

  11. antonia

    Uff quanto aspettate a pubblicarlo, sto aggiornando la pagina 10 volte al giornoxD
    @Dany93 è molto bello sembra che lo abbia scritto la james, cioè mi piace che riesci a far coincidere perfettamente i pensieri di christian con le azioni dei protagonisti!!!ma come fai??? XD

  12. lilu

    ma che brava! pieno di dettagli, giusto equilibrio tra dialoghi e pensieri…veramente scorrevole! Sembra lui!!
    quando il prossimo?

  13. Dany93

    X antonia: Grazie gentilissima 🙂 Christian è un uomo complesso lo sappiamo tutte e infatti non è facile interpretare le sue azioni e i suoi penseri! ma ti posso assicurare che è anche molto divertente farlo 😉

    X lilu: ti ringrazio davvero tanto sono felice che ti sia piaciuto!! 🙂 il prossimo l’ho già spedito credo che possa essere pubblicato tra oggi e domani

    a presto ragazze :*

  14. Pingback: Nuova Fan Fiction! Dal punto di vista di Christian Grey! 2° capitolo | 50 Sfumature Italia

  15. Pingback: Nuova Fan Fiction! 50 Sfumature di Nero! 3° capitolo | 50 Sfumature Italia

  16. Pingback: Nuova Fan Fiction! 50 Sfumature di Nero! 4° capitolo | 50 Sfumature Italia

  17. Miss M.E.

    Brava! Complimenti! Tra le poche che ho letto questa è quella che mi è piaciuta di più!
    La tua scrittura è molto simile a quella della scrittrice!
    Continua così! 🙂