Libertà di opinione fino ad un certo punto

 

 

Più volte ci sono state segnalate offese gratuite a danno di nostre utenti ed è giunta ora di non tacere ulteriormente sebbene abbiamo la consapevolezza di riprendere argomenti già detti e ridetti, triti e ritriti.

Premettendo che non sempre abbiamo il tempo di leggere nei commenti della pagina Facebook (luogo in cui avvengono le più accese discussioni), ci avvaliamo delle segnalazioni delle “parti lese”.

Non vogliamo creare “parti lese” a sproposito che scrivono per ogni minima cazzata, ma ci teniamo a ribadire questo, nonostante siano anni che lo sottolineiamo:

VIGE LA LIBERTA’ TOTALE DI ESPRESSIONE sia nel blog sia sui Social ad esso legati da collaborazione. Questa libertà non deve essere interpretata come una libertà di ingiuria con attacchi imbarazzanti e pesanti.

Eviteremo di pubblicare screenshoots per evitare pubbliche gogne, ma vi chiediamo per l’ennesima volta di avere confronti o discussioni civili, senza offendere il pensiero altrui anche se va contro corrente o bastian contrario allo spirito degli argomenti che noi trattiamo. Più volte abbiamo specificato che NON SIETE VOI a dovervi ergere ad amministratori e cazziare chi non la pensa come voi dando così il via a infinite discussioni che degenerano inevitabilmente in rissa.

Ognuna ha il diritto di dire cosa piace o non piace e tutti devono accettarlo. Chi non è d’accordo con quanto appena scritto è liberissima di emigrare altrove, come abbiamo consigliato a utenti piantagrane in passato.

Ricordando che in fondo stiamo parlando di un film…….

 

 

Kami “Fatta a Fette”

 

5 commenti

  1. pia

    Sono pienamente daccordo e vi ringrazio per quanto fate per noi in generale.

  2. giga

    Verissimo.. e doverlo ribadire con un nuovo appello e’ davvero sconcertante.. Grazie