Leggere 50 Sfumature di Grigio nuoce alla salute delle donne

La lettura della trilogia Cinquanta Sfumature potrebbe danneggiare la salute delle donne.

Sarcastica e pungente l’opinione di Ilaria G. – 33 anni di Verona, giornalista pubblicista – in questo articolo.

E’ questa la notizia del giorno che ha fatto rapidamente il giro dei blog stranieri approdando anche sul celebre Daily Mail. Ma a volte ci si chiede se la vera notizia, quella tra le righe, sia che gruppi di scienziati si soffermino ancora, e ancora, e ancora ad analizzare questi romanzi.

Non sono saggi, non pretendono di essere catalogati come capolavori di letteratura, hanno la sola aspirazione di voler far sognare un po’ i lettori. Tutto qua. Eppure sono i romanzi più “tormentati e maltrattati” dell’ultimo biennio.

 

“La gente ti perdona tutto tranne il successo.”

Questa frase potrebbe essere la chiave di volta di tutto, e la sapeva lunga il “Drake” Ferrari. E siccome non si riesce a digerire il successo di romanzi semplici, dimentichi forse che i libri nascono anche per far sognare e basta, si prova, con serio accanimento, a  smontare anche delle fantasticherie.

Ma veniamo alla notizia. Gli scienziati della Michigan State University hanno fatto l’eccezionale scoperta – e qui il Nobel non glielo leva nessuno – che la lettura di Cinquanta Sfumature potrebbe nuocere alla salute delle donne. Nello specifico, le donne che hanno letto questi libri avranno in futuro più possibilità di avere rapporti sessuali con più partner, soffrire di disturbi alimentari e finire in relazioni violente.

Questo – ed è certo un gran vanto – è il primo studio compiuto su un legame tra i rischi ipotetici di salute tra la lettura di quei libri e le donne.

Il team di esperti non è la prima volta che si cimenta in ricerche sociologiche, già aveva analizzato connessioni tra programmi televisivi violenti – si saranno ricordati di inserire nella Black List il Grande Fratello? – e comportamenti antisociali di chi li guardava.

Ad esempio, un nesso tra chi legge riviste glamour e l’ossessione per il proprio corpo è stato rinvenuto. Of course aggiungerei.

Domanda: l’Ateneo è sovvenzionato statalmente?

Il Prof. Bonomi dell’Università ha dichiarato: “Se in passato alcune donne soffrivano di comportamenti nocivi per la salute, come alcuni disturbi legati al cibo, dopo la lettura di Cinquanta Sfumature, questi potrebbero riemergere e potenzialmente anche aggravarsi.”

Il Professore, per il suo studio, si è servito di 650 donne di età compresa tra i 18 e i 24 anni, periodo eccellente, a suo dire, per esplorare una maggiore intimità sessuale nelle relazioni.

Ovviamente il Prof tiene a precisare che non sta assolutamente suggerendo di vietare il libro. Infatti all’inizio dell’articolo originale pensavo di leggere una campagna promozionale dei romanzi di E L James.

Ma precisa che dopo la lettura dei tre libri c’è un 65% di rischio in più di bere più drink, anche in più giorni, e di avere rapporti anche con più di cinque uomini (parliamo sempre del range dei 18/24 di età?)

Siamo sicuri che questo futuro scenario apocalittico sarà determinato solo dalla lettura di questi romanzi? E davvero parliamo di futuro?

Il vero nocciolo della questione per il Prof è questo fondamentalmente: “Riconosciamo che la rappresentazione della violenza sulle donne non è un problema se questo tende a far emergere e tenta di far luce sul grave problema.
Il vero dramma nasce quando la rappresentazione rafforza l’accettazione piuttosto che contestarla.”

Su questa ultima frase possiamo solo concordare, ma non è assolutamente il caso di romanzi in cui la sessualità estrema è consensuale tra due adulti. E che sia consensuale, e anche parecchio gradita ai protagonisti è chiaramente dimostrato e specificato più volte.

 

 

Articolo a cura di Ilaria G., giornalista pubblicista freelance. Tutti i diritti riservati.

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

11 commenti

  1. Minù

    Vi prego ditemi che non è vero …. Sul serio ci sono addirittura team di scienziati che si occupi di studi così assurdi ??? Ma non hanno niente di meglio su cui indagare ? È proprio vero che non si sa più a cosa appigliarsi per smontare il successo Planetario di questi libri !!
    È così difficile accettare che milioni di persone abbiano voluto sognare un po ,staccare la spina dalla routine quotidiana e volare con la fantasia per qualche ora ?
    Non capisco cosa ci possa essere di così sbagliato ? D’altra parte mi sembra che leggere un libro nella propria intimità possa danneggiare il prossimo 😉
    Signori scienziati e detrattori vari , trovate altri hobby per le vostre noiose giornate 🙂
    🙂

  2. Minù

    *non possa danneggiare il prossimo !! Maledetto telefono 😉

  3. Chiara

    Io non riesco a capire queste critiche assurde, boh…… Devono sempre ricondurre il tutto alla violenza sulle donne e altri disturbi vari… Ma perché? Conosciamo i motivi per cui Christian ha iniziato a fare ciò che gli piace fare, ma non mi sembra di aver letto che Ana venga presa a calci o pugni o violentata….. Sono decisioni prese da entrambi le parti, e nel caso del libro, Ana si scopre maggiormente ad un livello più profondo, e non solo intimamente….. Disturbi di cibo? Relazioni con più patner? si vabbè, ciaooooooooooooooooooooooooo…. è come per le critiche sul trailer, dove alcune associazioni di mamme ecc hanno detto che le loro figliole potrebbero nascere con delle idee sbagliate sul sesso e le relazione… Ma non fatemi ridere……
    Da tutti questi discorsi, l’unica cosa che mi viene subito in mente è che queste persone o non hanno letto la trilogia o l’hanno letta superficialmente perché hanno una mentalità troppo chiusa e ottusa…..
    Cari signori andate a fare ricerche su cose più importanti o a criticare cose ben peggiori, grazie
    Come c’è scritto all’inizio, non pretendo di essere catalogati come capolavori letterari, ma hanno lo scopo di far sognare noi lettori e staccarci un pò dalla solita vita quotidiana… Cosa c’è di male in questo?!?!? Solo perché uno degli argomenti principali è il sesso più spinto del normale, ma voluto da i protagonisti, e ha avuto un successo enorme devono abbondare di critiche a mio parere assurde…..

  4. Ana x

    ognuno è libero di pensarla come vuole, per la carità, ci mancherebbe. Ma trovo abbastanza ridicolo che scienziati perdano tempo ad analizzare questa cosa.
    Come dici tu cara Ilaria, chissà se l’ateneo prende fondi statali, se fosse sarebbe ridicola la cosa 😉

  5. Viviana

    Leggo di tutto e in tutta onestà ho letto libri pre-50 sfumature parecchio più pesanti. Vero che qualche ragazzina, forse per questo la ricerca su un campione così giovane, potrebbe emulare il tutto senza la giusta dose di saggezza e potrebbe diventare pericoloso, ma non si può dare la colpa di ciò a 50 sfumature quando ci sono migliaia di libri che trattano questo argomento.
    Piuttosto potevano fare la ricerca su TUTTI I LIBRI che trattano questo argomento, ma ovviamente, togliendo 50 sfumature dal titolo chi li avrebbe letti? 😉

  6. Carla

    Ma che vadano a lavorare seriamente e facciano ricerche serie!!!! vergogna!!!

  7. Claudia

    Non hanno nulla di importante da fare,che tristezza!

  8. lau

    Certo un libro ti può influenzare negativamente o positivamente, soprattutto se quello che leggi ti coinvolge dal punto di vista emotivo, ma sappiamo ancora separare la fantasia dalla realtà?credo di si,é solo un viaggio nell’immaginario e certo non può nuocere a nessuno.pensate se questa teoria fosse applicata a tutto ciò che vediamo o leggiamo,gialli, thriller,horror…tutto influenza tutto e tutti conoscono i propri limiti…fatta eccezione per i pazzi;)