Le polemiche con E L James nel suo Q&A con i fans

 

 

Se lo chiamano evento con i fans e per i fans un motivo ci sarà, o no?

Ma quando porti un nome come E L James che da sempre scorre come un binario con le polemiche, e sei esempio vivente del detto che tutto si perdona tranne il successo, puoi aspettarti anche qualche criticuccia sensata.

Durante l’evento di ieri dell’autrice di Cinquanta Sfumature di Grigio su Twitter, ci  sono stati “fan” infiltrati dove hanno manifestato la loro opinione.

I siti stranieri oggi gongolano e intitolano la “faccenda” come “Disastroso evento”, “Pessima idea di E L James”, “Come esporsi allegramente agli attacchi” etc..

 

el-james

 

eljames

 

E.L. James Book Signing For "50 Shades Of Grey"

 

Dobbiamo noi buttare acqua sul fuoco? No, noi inneschiamo un’altra miccia, o evitiamo che la vecchia si spenga troppo in fretta. Perché nascondere la testa sotto la gonna di mamma?

Vogliamo forse difendere l’autrice? Beh, tanta pena non ci fa di certo.

Premessa. Riteniamo che: se una cosa non l’apprezzi eviti di seguirla, non dai ad essa il minimo peso (per intenderci, non te la caghi proprio), le critiche gratuite sono sempre sinonimo di pochezza mentale e di tempo a disposizione da buttare nel cesso (ahhh quanta invidia, beati voi!), quindi lascio a voi ogni commento sui post twittati che trovate, assieme ad altri, all’hashtag #AskELJames.

Naturalmente, di tutte queste manifestazioni commoventi di affetto chi ne trae beneficio, ulteriore pubblicità come se mai ne avesse bisogno, e tasche sempre più strabordanti di sterline è E L James che commossa, ringrazia. 😉

 

 

EL James book signing

 

 

 

 

ATTACCHI A E L JAMES

 

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

 

13 commenti

  1. Minù

    In tutto ciò un ottima risposta sarebbe stata ” A rosiconiiiiiii ” 😛

  2. Federica

    Oddio, la penultima è da denuncia totale.
    Mamma mia, ma che gusto c’è a comportarsi in questo modo?
    Passando anche con l’essere maleducati (perchè queste persone mi sembrano tutto fuorchè pieni di buone maniere).
    Ha ragione Minù: la risposta giusta da dare sarebbe stata quella.
    Alla fine nessuno mette in dubbio che non sia un capolavorio letterario, ma è stata in grado di creare qualcosa di nuovo per il suo genere e ha venduto una cifra come 100 milioni di copie: insomma, qualcosa di buono c’è l’avrà pure.
    Come si diventa famosi senza avere il minimo talento? Semplice, con l’intuizione e l’innovazione. Ci vuole solo un idea geniale. PS. secondo me non è vero che la James non ha talento. Deve migliorare, come molte persone, ma se non fosse stata capace di scrivere due righe in croce non sarebbe arrivata dov’è ora.
    Poi ci vuole talento per riuscire ad emozionare le persone al punto di far diventare il tuo libro un fenomeno mondiale.

    • giolapeste

      Concordo, ma stai a vedere che ora arrivano quelle che ti diranno che ha venduto tanto per la troppa pubblicità e passaparola ? per le casalinghe troppo disperate?

      Roba de matt !!

  3. Costanza

    Le persone che hanno attaccato la James su Twitter non sono sicuramente sue fans.

    La James non sarà una scrittrice di alto livello, ma la sua genialità sta nell’aver creato una storia indimenticabile…<3

    Un romanzo potrà essere stilisticamente perfetto, ma vuoto di contenuti e noioso da morire.

    Un altro romanzo sarà stilisticamente imperfetto, ma incredibilmente magico da far sognare a occhi aperti un lettore, come nel caso delle sfumature.

    Ed, infine, cosa assai rara, ci sono quei romanzi assolutamente perfetti sotto ogni punto di vista da poter esser considerati dei capolavori.

    Vedo tanta tanta invidia nei confronti della James.

    • Federica

      Costanza, come al solito, in soldoni, abbiamo la stessa opinione 😀
      Non so chi delle due debba cominciare a preoccuparsi 😀

  4. Costanza

    Oh, Federica, mi hai strappato un gran sorriso! 🙂

    Ho letto la tua esauriente recensione su Antony. Grazie. <3

  5. Bloody Jane

    Mi è piaciuto molto il sottile sarcasmo di questo articolo…
    Complimenti

  6. Veronica80

    Non ho da aggiungere altro…
    Hanno detto già tutto le mie amiche di merende e merendine 😉

    • Federica

      Invita anche Jethro e Mac per favore alle nostre “merendine” 😀

  7. Anna

    Secondo me non è giusto criticare in questo modo la scrittrice. penso che viviamo in un paese democratico dove ognuno può dire la sua, certo,ma con educazione e comunque se a queste persone la trilogia non piace perchè perdono tempo a leggerla? potrebbero anche leggere altro, in ogni caso, come al solito mi accorgo che tutti criticano ma nessuno si guarda allo specchio.

  8. Desi

    E’ vero che c’è libertà di opinione, ed è vero che le critiche se costruttive aiutano solo a migliorarsi.
    ma c’è modo e soprattutto MODI.
    Offendere gratuitamente l’autrice che porella ha avuto come unica colpa di aver avuto un successo che nemmeno immaginava o cercava.
    Non capisco chi spende il proprio tempo a seguire gli eventi della James solo per offendere.
    E poi diciamoci la verità, tutti scrittori da Nobel nel mondo, vero? chi può permettersi di criticare semmai è qualcuno con un pò di esperienza in tasca, ma siccome di solito è dotato di intelligenza, se ne sta zitto.

  9. Desi

    P.S. fortissime le immagini nell’articolo 😀
    io le userei più spesso anche in altri articoli 🙂