Jamie Dornan: poche palle con Kim Basinger

 

 

Jamie Dornan per Total Film.
Total Film sta guardando Dornan negli occhi, in una sorta di chat tramite Skype. È seduto nel salotto della sua casa rustica nel sud-est dell’Inghilterra, vestito con una t-shirt blu e cercando di mantenere l’equilibrio quando suo figlia di due anni vaga nuda nella stanza e inizia a martellare sul pianoforte.

Qualcuno mi ha riferito che sono arrivato al secondo posto come miglior LATO B dell’anno. Ha vinto Tom Hiddleston.

– Siamo sinceramente perplessi. (Avrebbe dovuto essere al primo posto!)

Non credo che come attore si sia prefissato di raggiungere questo obiettivo.

– Sicuramente avrà significato qualcosa per te nel periodo d’oro di quando facevi il modello essere classificati “Golden Torso” dal New York Times.

Non ho mai avuto grandi obiettivi quando facevo il modello, ci sono stato quasi costretto e non mi sono mai pienamente impegnato. Avevo un atteggiamento di merda. Ho sempre aspirato a recitare ma non ho avuto una formazione base mentre alcuni dei miei attori preferiti hanno studiato al RADA, ma cazzo, recitare alla fine è istintivo! Anche se non mi sono mai visto in un dramma di Shakespeare perché non ne avrei la formazione e mi sentirei un’idiota.

– Parliamo della super calda Kim Basinger ex sex symbol planetario?

Non ho chiesto a Kim Basinger di “9 settimane e mezzo”, non ne ho avuto le palle forse come qualcuno un domani non le avrà guardandomi negli occhi e chiedendomi di Cinquanta Sfumature.

– Stanno per uscire “Anthropoid” e “The ninth Life of Louis Drax”.

Mi piace l’idea di interpretare personaggi reali, che sono esistiti. Cinquanta Sfumature è fantasia. Ho interpretato il Conte in Marie Antoinette, lui era reale, ma è morto anni e anni fa! Ho invece amato questa storia [Anthropoid], ho pensato che potesse toccare la gente tramite gente umana, con difetti umani. Ero contento all’idea di impersonare qualcuno di vulnerabile perché sono troppo abituato a personaggi che hanno il controllo.

– E Louis Drax?

Non ho mai letto nulla di simile, intelligente e unico. Per me è di nuovo una partenza totale da tutto ciò che ho fatto ed è questo che voglio fare, continuare a interpretare personaggi diversi tra loro.

– Ci sono eccezioni ovviamente. Dornan ha da poco finito le riprese di Cinquanta Sfumature e poi è pronta la nuova stagione di “The Fall”..

Sapevo che era un grande progetto [The Fall] proprio dal copione, era la prima volta che mi capitava qualcosa di simile solo che non avrei voluto vedere che dentro di me potevo interpretare qualcosa di minaccioso e oscuro. Se si arriva dalla moda si ricevono solo offerte di alcuni lavoro come fidanzatino ideale etc.. sai, la solita merda. E poi in realtà io avevo fatto il provino per un altro ruolo, quello del poliziotto, poi non so perché ma ho convinto qualcuno di essere una buon psicopatico.

– Come ci si sente con un personaggio descritto come malato ma così eccitante agli occhi di milioni di donne?

[Ride] Ti fa capire qualcosa di più su di loro, vero? [Ride ancora] Cazzo, non so cosa dire in verità.. Se comunque lui ha effetto sulle persone mi auguro di dargli un certo taglio per renderlo come noi e facendo di lui qualcuno di facilmente riconoscibile a quel grado di fantasia per farti davvero credere di poterlo far vivere accanto a te. [Sospira a fondo] E’ l’unico personaggio che ritengo difficile scrollarmi di dosso.

– Cinquanta Sfumature di Grigio, un rapporto quasi freddo, ora arriva Cinquanta Sfumature di Nero, impostato per conoscere il personaggio più a fondo.

Si apre una porta, nel senso di una migliore comprensione del perché lui è così e perché sente la necessità di controllare.

– Ci sono anche alcuni grandi cambiamenti, via la regista che aveva avuto dissapori con l’autrice E L James durante le riprese del primo film e largo al nuovo sceneggiatore, marito dell’autrice. Possiamo dire che l’autrice, come il suo protagonista, è una maniaca del controllo?

Tutto questo sono le creature di Erika [E L James] e ha tutti i diritti di dire il suo parere su tutto quello che è Cinquanta Sfumature. Comunque Erika e James Foley hanno un ottimo rapporto, lavorano bene insieme. Lui ha portato una nuova energia, diversa. E’ sua intenzione lasciare la sua impronta sui film.

Con tutto questo lavoro, c’è anche in uscita il film “Jadotville”, ci si chiede se Jamie abbia un minuto per sé. La sua risposta è no. Jamie Dornan sex symbol non è proprio l’uomo che ci si aspetta, cioè a letto alle 9 di sera!

 

 

– Total Film

4 commenti

  1. Lau

    Se ne avessi la possibilità chiederei al sig.Dornan se con il senno di poi avrebbe accettato o comunque preso in considerazione il ruolo di Christian grey…;)

  2. rossella

    Interessante intervista ma è possibile che questi giovani attori non riescano ad esprimersi senza dire cazzo o merda, sembrerò antidiluviana ma sinceramente non fa una buona impressione sentire questi ragazzi esprimersi in questo modo nelle interviste ufficiali, poi a casa loro possono usare i termini che vogliono ma quando rispondono alle domande dei giornalisti cercassero di esprimersi un pò meglio….almeno a me hanno insegnato così, ma forse l’educazione oggi è diventata un optional.

  3. maddi

    Rossella sono d’accordo… stavo pensando la stessa cosa… ogni tanto ci sta ma lui esagera ed è fastidioso…