Jamie Dornan per WhoSay: “Aperto a tutti i generi di film”

 

 

Nuova intervista a Jamie Dornan per WhoSay. La promozione del film “Anthropoid” ha generato un intenso periodo di conferenze e interviste per tutto il cast.

– Avevi familiarità con questa parte della storia all’inizio?

Non conoscevo questa parte della storia mondiale e sono rimasto stupito da come ha cambiato il corso della seconda guerra mondiale. Per il popolo ceco questo episodio nella storia è enorme. E’ stato il più alto rango nazista mai assassinato. E’ stata una rivelazione leggere ciò.

– Quali sono i vostri film di guerra preferiti?

CM – Mi piace “Full Metal Jacket” e “La sottile linea rossa”.

JD – Ah, hai rubato i miei! Anche io stavo per dire “La sottile linea rossa” e “Full Metal Jacket”. Mi piace anche un film intitolato “Coming Home”, un brillante resoconto sugli effetti della guerra. E poi “Tropic Thunder” ovviamente, la classica storia di guerra. Continueranno a fare film di guerra perché sono sempre attuali.

– Hai interpretato il romantico Christian Grey e il tuo personaggio in Anthropoid è più romantico e meno cinico. Correlazioni?

Direi che sicuramente sono connesso più con il personaggio di Jan Kubis che con Christian Grey. Una delle cose che ho trovato allettante di questo progetto è stato proprio interpretare, come mai mi era capitato, un personaggio così vulnerabile. Ho spesso interpretato personaggi che sanno quello che vogliono, controllati e controllori. Ho invece apprezzato questa vulnerabilità in Jan Kubis: ha avuto attacchi di panico, si sentiva sotto pressione e forse anche io avrei reagito così.

– In quale progetto vorresti lavorare prossimamente? Una bella commedia forse?

Sono aperto a qualsiasi cosa. Se leggi qualcosa con un personaggio cool che desideri interpretare e che potrebbe essere anche divertente, perché no? Non vorrei essere un attore che sceglie solo un certo tipo di film, penso sia davvero interessante diversificarsi come attori e mantenere opzioni aperte.

 

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.