Jamie Dornan: “Non mi interessano i beni materiali di Christian Grey”

 

Video intervista a Jamie Dornan per Cinema.De. Una delle interviste rilasciata il giorno della conferenza stampa a Los Angeles.

 

 

 

– La fine è arrivata, come ti senti? È una sensazione dolceamara o ti senti come se ti fossi tolto un peso dalle spalle ora che il terzo film uscirà e i fan lo vedranno?

JD: Hai ragione tu, è una sensazione dolceamara. Io e Dakota ne abbiamo passate tante in questo meraviglioso viaggio, ma come tutte le cose belle è anche ora che finisca. In un certo senso, io e Dakota abbiamo fatto parte di questo viaggio tanto quanto i fan della trilogia. È dura, ma bisogna vederlo come un lavoro. In questo business, come attori, cambiamo progetto molto spesso – sia io che Dakota abbiamo fatto altre cose durante questi tre film e altre ne arriveranno presto – ma è giusto separare le cose e pensare a tutto questo come un semplice progetto anche se è molto più difficile quando si tratta di una saga. Ha un sapore diverso, è molto più speciale, queste persone sono come una famiglia e dire addio alla famiglia, è davvero dura. Però c’è anche da dire che, perdonatemi la battuta, è un sollievo buttarsi alle spalle un progetto simile.

– La maggior parte delle persone è intrigata dal sesso in questo film ma in realtà si parla di una storia d’amore tra due persone che provengono da due mondi completamente diversi. Pensi che la gente scambi le due cose e che non dia abbastanza credito ai film?

JD: Le persone che la vedono in questo modo non sono mai fan dei film o dei libri, e credo che questa sia la parte più difficile per i fan stessi. Ci sono stati tantissimi film creati in un ambiente S&M ma nessuno ha avuto l’impatto di Cinquanta Sfumature. Ci deve essere qualcosa di diverso in questa storia che riesce a prendere le persone in questo modo, a coinvolgerle, a legarle. E, di certo è tutto merito di Erika che ha creato questo mondo. I fan lo sanno che non si tratta solo di sesso, il resto sono solo persone che non hanno fatto le ricerche necessarie per capire che non si parla solo di sesso.

– Un giorno magari diventerai davvero come Christian Grey ma, ora come ora, cosa gli invidi maggiormente?

JD: Direi nulla. Io sono un ragazzo semplice. Finché ho un tetto sopra la testa, una macchina che funziona e la mia famiglia è felice, allora va tutto bene. Tutto il resto, l’elicottero, le macchine, non penso siano necessarie – probabilmente se uno avesse gli stessi soldi di Christian, farebbe la stessa cosa. A me non interessa, lui può fare quello che vuole, ma non ho mai voluto avere quello che lui poteva permettersi. Non mi ha mai attirato la cosa.

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.