Jamie Dornan: “La mia vita è fantastica!”

 

 

Jamie Dornan per il Magazine del Times!

 

Cover Times Magazine

Cover Times Magazine

 

Jamie Dornan – 34 anni, modello trasformato in star del cinema, sado-masochista in Cinquanta Sfumature, serial killer in The Fall, ex fidanzato di Keira Knightley – mi saluta con un virile, amichevole, abbraccio (perché questo è il tipo di ragazzo che è), a cui rispondo con un tentativo di  bacio lanciato in aria (perché questo è il tipo di donna che sono), solo che finisco per seppellire le mie labbra nella sua clavicola destra e baciandolo teneramente sul collo, ed è imbarazzante.

Questa non è proprio la prima volta che ci siamo incontrati, è già successo sette anni fa, quando Dornan faceva parte di un articolo che stavo scrivendo per una rivista di fitness e salute per uomini.
“Non ero in ottima forma. E mi avevano dato quei pantaloncini davvero enormi che avrei dovuto indossare… Non che indosso pantaloncini minuscoli … E poi ‘Diteci il vostro regime di allenamento!’ “Comincio ogni giorno con 100 flessioni! Riuscite a pensare a qualcosa di peggio che svegliarsi e fare 100 flessioni? Non c’è nessuno al mondo che lo fa. Beh, probabilmente… a dire il vero l’ho fatto ieri.”

Ho voluto far emergere il lato del suo aspetto fisico durante la nostra intervista.

“Oh Dio!” E’ nordirlandese e cresciuto a Belfast, finora si è parlato su una vasta gamma di argomenti, cose che nemmeno gli avevo chiesto di discutere, cose che hanno poco a che fare con l’argomento del giorno, cioè la promozione del suo nuovo film, Anthropoid. Dornan si è dimostrato un chiacchierone. Ben venga!
E’ stato magnificamente scortese circa le pretese di alcuni altri attori. “Odio quando gli attori parlano lasciando dietro di sé una fottuta eredità del loro lavoro, tipo ‘Beh, avrò sempre il mio Amleto a Stratford’!
Abbiamo anche parlato del successo e come sia facile da evitare volendo: “A meno che non sei un fottuto Kardashian! Voglio dire, se sei un Kardashian o forse se sei fottutamente come un tipo alla Kardashian, allora probabilmente sei il tipo di persona che cerca l’attenzione…”

Per quanto invece concerne la sua introduzione alla recitazione. “L’unico premio che io abbia mai vinto a scuola è stato a 11 anni: ho vinto il premio per la mia interpretazione della Vedova Twankey in Aladdin. Sono contento che era prima che le persone filmassero tutto, perché oggi potrebbe esisterne una copia e non ci voglio pensare … Detto questo, ho vinto il premio nella categoria dramma. Devo essere stato decente. “

Ma poi gli chiedo cosa vuol dire essere una pin-up, e lui si blocca, smette di incontrare il mio sguardo, cerca di eludere la domanda.

“Non ho mai visto me ‘appeso’ ovunque.”

C’erano immagini a torso nudo di lui ad ogni fermata dell’autobus in città, quando il primo film, Cinquanta Sfumature di Grigio è stato rilasciato, faccio notare.

“Oh, oh, oh …”. In realtà non c’è traccia di vanità in lui. Siamo seduti in un ristorante, le cui pareti sono coperte di specchi e lui non getta lo sguardo sulla sua immagine riflessa in nessun momento durante la nostra intervista di un’ora. Questo sarebbe un piccolo miracolo per una persona normale, ma per un attore?

“Sto cercando di combattere questo. Ho intenzione di combatterlo.”

Non è possibile, tu sei bello, gli dico. Ed è per questo che è diventato un modello di successo, e  siamo onesti, un fattore determinante per ottenere il ruolo di Christian Grey, un ruolo che richiede di essere nudo e fare scene di sesso.

“Se la gente pensa questo, beh, se alla gente interessa il mio aspetto, va bene. Ma è una di quelle cose che, se si lascia che il fattore estetico si avvicini alla vita di ogni giorno, allora hai qualcosa di cui preoccuparti.”

Antropoid, basato su una storia vera, è un buio pezzo di storia. Recita al fianco di Cillian Murphy ( “Se sei un attore irlandese e sei un uomo della mia età, puoi sentirti davvero intimidito da ciò che Cillian di fatto“) e fornisce una performance davvero decente con un accento ceco del tutto credibile. Anche se è senza dubbio è offensivo esprimere sorpresa per questo, posso dire che per un uomo così bello, Jamie Dornan è anche un buon attore.

Antropoid non è allegro, faccio notare. È forse necessario necessario che tu partecipi ad un cartone animato su di un pesce, prossimamente?

“Oh, mi piacerebbe farlo. Perché ho dei figli ora [due figlie, Dulcie, due anni e mezzo, e Phoebe, sei mesi]”

The Fall e Cinquanta Sfumature non sono adatti a dei bambini.. “No. Mi piacerebbe che loro potessero in futuro guardare un po’ del lavoro di papà.”

Amava lo sport – proviene da una famiglia sportiva, ha giocato parecchio a rugby. “Anche se faccio fatica ad ammetterlo, la realtà era che non ero abbastanza bravo per giocare professionalmente.”

Insiste che non è mai stato in cerca di approvazione, o applausi, o di attenzione. “Io ancora mi considero un qualcuno che non ama l’attenzione.” Davvero? “Si! Penso che, se sei una persona che cerca e si infiamma per l’attenzione, allora questo è sinonimo di arroganza, che è il tratto che più deploro degli esseri umani.

Mi chiedo se il dramma in cui recita da sempre gli aveva offerto qualche fuga dal dolore. Sua madre è morta di cancro all’età di 16 anni; un anno dopo, quattro amici sono stati uccisi in un incidente d’auto. Si tira indietro solo un po’, quando accenno alla morte della madre. “Amavo il dramma già prima e mi riusciva bene.” Poi: “E ‘stato orribile, orribile.”

Ne sei uscito tramite quello [il dramma]?

“Non sono sicuro di esserne mai uscito.”

Ci sono stati un paio di anni sabbatici dopo quella morte, un paio di estati ubriachi senza meta. “Mi ricordo di un’estate quando avevo 19 anni e avevo lasciato l’università, l’Università di Teesside, dove avevo frequentato un anno di marketing. Mi sono detto ‘OK, va bene, qualcosa deve cambiare qui.’ Mi sentivo piuttosto depresso. Ho bevuto un sacco quell’estate, per lo più con il mio amico Lee.”

Cosa bevevi? “Tennent, che non sarebbe proprio la mia birra top, ma ne avevamo parecchia. E gin tonic, io vengo da una famiglia di gin tonic-ici. Abbiamo anche mangiato un sacco di hamburger, c’era un Burger King nei pressi della casa di Lee. Mio padre arrivò a casa un giorno, e mi chiese cosa volessi fare: ‘Vuoi fare qualcosa? Vuoi tornare a casa quando avrai raggiunto qualcosa?’ Per me era quella la strada.”

Pensi di essere stato davvero depresso? “Ah! Guardando indietro ora, direi di sì.”

Una delle sue due sorelle maggiori, Liesa, gli ha detto che avrebbe dovuto andare a Londra a fare il modello. Pensai che fosse un’idea ridicola, ma non avevo assolutamente altre idee. “L’estate del 2002, avevo appena compiuto 20, e ho sentito che dovevo fare qualcosa, così mi sono iscritto a Modello Behaviour – un reality che cerca modelli – poi arrivai a Londra. Mi ricordo di aver pensato, ‘Oh mio Dio! Alloggiamo all’ Hilton di Paddington!”

Non vinse, ma la sua carriera di modello decollò. “Mi sono trasferito a Londra e ho trovato un lavoro in un pub a Knightsbridge chiamato Tattersalls Tavern, che è ancora lì, e ho lavorato a tempo pieno per quattro mesi ma poi ho ridotto a part time perché stavo iniziando a lavorare dignitosamente. Posso dire che la carriera di modello è stata una sorta di ‘realmente accadendo’, non ci credevo perché ci è voluto così poco del mio tempo per arrivare. Sono stato fortunato, con un’ esclusiva per Dior per tre anni, e Calvin Klein per sette anni. Però, anche se sembra che si sta facendo tutto questo gran lavoro, e ci sono sempre photoshoots in uscita, in realtà ho solo volato alle Hawaii o a New York o a Los Angeles per un paio di giorni per fare tutte queste foto, e poi sono stato fermo per tutto il resto dell’anno. Per me è stata una specie di percorso ridicolo che poteva portare alll’alcolismo.”

Qualche flirt con modelle?

“No. Mi è piaciuto incontrare persone. Ho avuto buoni amici. Non modelle.”

Dornan poi fatto il passaggio dalla moda alla recitazione. “Sono stato in giro con degli attori, stavo con un’attrice [Keira Knightley], così ho preso un agente, solo per avere uno, ma che mi serviva.”

“Il cinque per cento di tutti gli attori sono lavorano sempre. Cinque per cento! Quale folle vorrebbe farlo? Sono solo felice di avere del lavoro date queste statistiche!”

Giusto, ma hai avuto una relazione di due anni con Keira Knightley, faccio notare.

Siamo stati accoppiati. Abbiamo fatto una campagna di moda. In piedi, goffamente, mentre facevamo le foto insieme, abbiamo cominciato a parlare.”

E’ così che Dornan ha conosciuto sua moglie? E’ sposato da tre anni con l’attrice e cantante Amelia Warner. “No, ci siamo incontrati ad una festa a Los Angeles. Avevo una grande cotta per mia moglie prima di incontrarla. Avevo fatto un sacco di ricerche su di lei al punto che sapevo che stava per andare a quella festa. Conoscevo un paio di persone a quella festa che sapevano che mi piaceva e non appena sono arrivato ci hanno presentati. E’ stato quasi facile.”

E ora sei sposato, in modo da non dover mai ad avvicinarsi di nuovo ad un’altra donna!

Posso dirvi che è un sollievo! Un sollievo, non dover di nuovo fare ricerche su una donna. La mia vita è fantastica!”

Amelia non ha visto Cinquanta Sfumature… “Perché avrebbe dovuto? Perché l’ho fatto io?” E le sue figlie non sanno ancora che cosa fa. “Ho pensato a come spiegare quello che papà ha fatto per una vita e quanto sia assurdo e ridicolo!”

Volevo anche chiedere a Dornan cosa c’è di vero sulle voci che non va d’accordo con Dakota Johnson. L’ndustria cinematografica fa trapelare chiacchiere circa il disprezzo che gli attori proverebbero l’uno per l’altro proprio al momento del rilascio del primo film nel 2015, e un giornalista ha descritto che durante una conferenza stampa i due attori avevano “l’aria straziante di una seduta di terapia di coppia che il giudice ha ordinato“. Ma Dornan mi interrompe subito al volo, “Dakota sta molto bene. Siamo grandi amici ” e aggiunge che è un bene perché possono “ridere per l’assurdità delle scene di sesso!”

 

 

 

TIMES MAGAZINE - PHOTOSHOOT JAMIE DORNAN

7 commenti

  1. Lau

    Conferma la mia opinione su di lui, parole e risposte che si cottraddicono con quello che fa, come puoi non amare l’attenzione e fare un lavoro come questo, è una semplice conseguenza,oltretutto coinvolgere la famiglia in ogni dove in ogni intervista significa farla entrare nella giostra dell’attenzione,positiva o negativa che sia…fare teatro magari sig.Dornan?poi perché essere belli deve diventare debilitante non credo al fatto che “per caso si sia trovato in mezzo a tutto questo” sicuramente il fattore estetico ha aiutato ma se parli di arroganza stai attento a voler per forza essere più bravo che bello…finisci con l’esserlo tu stesso arrogante.ha un passato veramente pesante alle spalle per questo ammiro comunque la sua “apparente” serenità, non puoi mai sapere cosa si celi dietro la maschera di chi fa l’attore;).comunque per ora caro Jamie tu rimani per me più bello che bravo quindi sbrigati a farmi cambiare idea;)baci a tuttix

  2. Silvia

    Jamie è l’uomo più semplice .. dolce .. umile .. gentile .. timido e assolutamente adorabile .. premuroso .. amorevole .. devoto , che esista !! Si porta dietro un passato veramente pesante ma questo lo ha reso l’uomo straordinario, forte , combattivo che è !!
    La fama non lo ha cambiato e sa perfettamente quali sono le cose veramente importanti per lui .. ovvero i suoi effetti più cari su cui sa di poter contare .. sempre !!!
    E’ un uomo e un attore straordinario e si merita tutto il meglio e l’amore di questo mondo !!
    Amo questa intervista e il suo modo così semplice , genuino , timido e umile di raccontarsi !! soprattutto il suo amore per Amelia e le bimbe!! Lo ribadisce sempre il grande amore che prova per lei , della quale si è innamorato subito , ma ogni volta mi emoziona la dolcezza con la quale lo racconta !! Un amore forte e per sempre !!
    Jamie è veramente un uomo stupendo fuori e dentro !! Rispecchia totalmente quello che è .. la perfezione vivente .. uomo favoloso e speciale !!

  3. pia

    Grande SILVIA sei tutti noi! Non ho bisogno di aggiungere altro hai espresso al meglio il mio pensiero, grazie, JAMIE è tutto questo se non di più.

  4. giga

    personalmente mi ritrovo di più con parte del commento scritto da Lau.. nel senso che è sicuramente BELLO, hahahahah..e su questo non si discute ma obiettivamente pur sembrando una persona con delle qualità indubbie.. la perfezione non esiste.. e meno male perchè dopo un po’ sarebbe davvero noioso.
    Non mi è piaciuto come ha accennato alla sua relazione con Keira, come puoi dire che siete stati “accoppiati”?! già il termine è infelice e va bene che è il passato ma ci sei stato insieme due anni e quasi certamente è anche grazie a lei se hai dato un’accelerazione alla carriera di modello e poi di riflesso al cinema.. credo che questo sia innegabile.. però proprio perchè nessuno è perfetto, ci sta.. bello ed imperfetto..

  5. Ri

    Mi e’ piaciuta un sacco questa intervista – oltre ad essere bello ha anche un’anima profonda e gentile… un ragazzo per bene. Non si dava arie a lavorare con le modelle anzi e’ rimasto tanto timido anche se troppo bello! Ottima scelta quella della moglie – Amelia e’ bella e sicuramente dolce quanto lui. Per quanto riguarda la neo-arrivata, si chiama Phoebe o non e’ certo?
    Phoebe e’ il nome scelto da Christian ed Ana per la loro seconda figla anche in FS Freed 🙂

  6. Niki!

    Bellissima intervista spero vivamente che non si lasci mai sporcare da Hollywood. Il nome della bimba non l’ha fatto lui è un virgolettato della giornalista, in giro si dice non sia Phoebe bensì un nome irlandese ma anche se fosse Phoebe non vedo il problema le teorie deliranti sono l’ultima spiaggia delle povere mentecatte damie….imbarazzanti