Jamie Dornan: “Ho bisogno una guida e una ragione per un ruolo”

 

 

 

Direttamente dalla Press Conference del Festival Karlovy Vary della Repubblica Ceca, tutte – o quasi – le video dichiarazioni di Jamie Dornan sul film Anthropoid e sul suo personaggio Jan Kubis.

Cosa ti ha attratto del progetto “Anthropoid”?

Non conoscevo la storia e quando ho letto la sceneggiatura su un episodio che ha avuto un tale impatto su un intero popolo. Ci sono stati pazzi eroici come Jan che hanno lottato in qualcosa in cui davvero credevano, anche se erano ragazzi normali.

– Cosa ti piace del tuo ruolo?

Hai sempre bisogno di una guida in tutto quello che fai e una ragione per raccontare una storia. Come attore, deve esserci qualcosa che ogni giorno ti spinge ad andare sul set. E questa volta la guida è stata la possibilità di assassinare una persona così orribile. Non c’è nessuno al mondo ora che può negare che Heydrich era il male. Questa convinzione mi porta a lavorare ogni giorno e ne sono entusiasta.

– Come sarà la tua preparazione per il ruolo?

La gente ha il suo modo e i suoi mezzi di ricerca per riuscire ad entrare nei personaggi che interpretano. Il modo in cui mi sono preparato per impersonare Paul Spector in The Fall è stato visitare luoghi oscuri di me. Puoi sempre trovare cose interessanti su te stesso che non sempre hai voglia di scoprire. Per questo particolare progetto invece, non credo di dover andare in luoghi così bui. Ci sono cose di Jan che più si avvicinano a me senza dover scavare troppo lontano. Lui è un uomo con una missione da compiere, una missione per giuste ragioni. Lui non è come Spector che uccideva senza una ragione logica. E’ pur sempre un omicidio anche questo, ma per un fine assai più grande.

– La tua visione di Jan Kubis?

– Sento che Jan è il personaggio più vicino al mio io che abbia mai interpretato.

– Interpreterai un eroe nazionale ceco. Vuoi cercare di umanizzare l’uomo dietro al mito?

Erano solo dei ragazzi normali che lottavano per qualcosa in cui credevano. Con fierezza. Gran parte del lavoro, per mia fortuna, è già scritto. Tutti i difetti umani, e tutte quelle cose che lo rendono una persona concreta si leggono nelle pagine di storia. Loro sono eroi, ma non sono perfetti e hanno aspetti molto umani che forse li avrebbero ostacolati cercando di svolgere una missione come questa.

Alcuni dicono che l’assassinio Heydrich è stato inutile. E questo si è tradotto in rappresaglie orribili come il massacro di Lidice. Qual è la tua opinione su questo?

Non credo sia il posto giusto per parlarne. La gente lo guarderà da entrambi i lati. In definitiva, credo che sarà inviato un messaggio molto forte per dimostrare che il popolo ceco erano pronto per una lotta e non erano disposti ad essere trattati in quel modo. Io lo vedo come un atto molto eroico. Penso che se mi fossi trovato in quella posizione probabilmente avrei fatto la stessa cosa. Ho una forte comprensione del perché la gente vede il rovescio della medaglia, in base agli eventi in seguito, ma io credo che alla fine si doveva fare quello che hanno fatto.

 

Come non notare il cambiamento di linguaggio di Dornan quando descrive film impegnati e quando invece parla ai fans della serie Cinquanta Sfumature.

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

 

 

12 commenti

  1. Anna

    Mamma che brutto qui, non se può vede…
    Comunque se non parla seriamente delle sfumature perchè le ha fatte?
    Credo che alla fine lo cacceranno dal ruolo di Grey e metteranno Cavill.

  2. Anna

    Se ti piacciono i film impegnati facevi quelli e non 50 sfumature…brutto scemo che non è altro…ma chi si crede d’essere sto qua?

  3. Lau

    Chissà cos’è che la spinto ad andare sul set di fifty shades…sono curiosa;)

  4. Serena

    Non capisco tanto il commento sul “cambiamento” di linguaggio. È chiaro che sono due generi differenti e che un film storico con una trama fi questa portata porti a delle riflessioni diverse,anche perché si sta riproducendo una realtà passata. 50 sfumature è altra cosa ma non per questo non ci si deve esprimere in un certo modo come fosse una commediuccia da 4 soldi sulla quale non c’e nulla da dire. Anche per la storia di christian (cosi come per Paoul spector) ha avuto una serie di riflessioni sensate… sembra quasi che si voglia screditare il romanzo,nemmeno fosse 3 metri sopra il cielo… scusate l’osservazione.

  5. Mary

    Perché criticate codi Jamie?
    Ormai l’hanno preso x Christian Grey.
    Spero solo che si troverà bene col nuovo regista.
    Non capisco perché non gli hanno chiesto nulla sulle sfumature.

  6. Mary

    Ripensandici bene lui è cambiato, nn so, forse nn gli piaceva 50 sfumature? E perché l’ha fatto? Mi sembra distaccato da Grey…boh sono triste. 🙁

    • Chiara

      Mary Jamie è un attore , e in quanto tale interpreta diversi personaggi….questa è stata un’intervista legata ad Anthropoid, quindi è normale che non abbiano parlato delle sfumature….noi associamo Dornan= sfumature, ma dobbiamo pensare che non esistono solo quelle , lui sta facendo anche altri film ed è giusto che si parli anche di quelli….tranquilla che appena riprenderanno le riprese di 50 sfumature usciranno molte interviste inerenti al film 🙂

  7. Anna

    NON VA BENE NEI PANNI DI GREY…
    NON SA RECITARE…
    NON E’ BELLO…
    NON E’ ALTO…
    FA SCHIFO…INSOMMA LO VEDETE O NO?

    ANCHE DAKOTA FA SCHIFO..
    IN VISO E’ BRUTTA E VECCHIA.
    E’ ANCHE TOZZA NEL CORPO.
    COME FA AD ANDARE BENE?
    MAH….

    AVETE TUTTI O QUASI BENDE AGLI OCCHI…