Jamie Dornan: come far ridere tutta la scuola

 

 

Il The Irish Sun riporta queste nuove dichiarazioni di Jamie Dornan.

 

Sembra che Jamie provochi un sacco di risatine ai cancelli della scuola.

 

La mia figlia più grande inizia la scuola a settembre, quindi per allora ti saprò dire di più a riguardo. Ma già dall’asilo sono consapevole della portata di tutto ciò, ma ci rido sopra anche io.

 

Questa dichiarazione non è del tutto inedita in quanto Jamie aveva già accennato all’accoglienza che gli avevano riservato all’asilo da quando ha cominciato a (S)vestire i panni di Christian Grey.

 

Lo trovo anche divertente alla fine. Una parte di me ancora non può davvero credere di aver fatto quei film. C’è una parte di me che ancora si chiede perché hanno fatto film da quei libri…

 

 

 

Da attore semisconosciuto, Dornan ha dovuto adattarsi a un nuovo livello di fama da quando firmò per interpretare uno dei ruoli più fruttuosi nell’industria cinematografica.

E negli ultimi anni ha ottenuto ruoli da protagonista in film di grosso budget come Anthropoid e The Siege of Jadotville.

Eppure non si può negare che il ruolo di Christian Grey sia quello che lo ha davvero reso celebre. Sebbene Jamie si ostini a dichiarare:

 

Non mi sono mai sentito un sex symbol. Proprio no. Se sono in qualche modo nudo, mi sento goffo ed esposto. Onestamente non sono una persona che si sente sexy.
Le cose divertenti per me erano le cose romantiche che facevamo in questo film in luna di miele. L’abbiamo girata alla fine ed è stato tutto allegro visto che avevamo ben due settimane di riprese in Francia con ben otto scene diverse.
Era tutto molto tranquillo e non credo sia stato il momento più sexy, ma è stata la parte più romantica e molto indicativa della storia e significherà tanto per i fan.

 

 

 

L’attore può sembrare molto a suo agio nel mondo BDSM, ma ha rivelato come ha fatto in modo di familiarizzare con certe scene prima di iniziare sul set.

 

Ho fatto ricerche piuttosto estese. Sono andato a vedere una Dominatrice con il suo sottomesso solo per sperimentare come fosse dal vivo e per vedere quale fosse l’energia nella stanza.

Ognuno ha il proprio approccio su come gli piace vivere quel mondo. Alcune sono piuttosto serie e pericolose e alcune sono frivole e divertenti.

Quello che alcune persone potrebbero pensare che sia sadico, io ho visto letteralmente il contrario e la gente rideva molto e si divertiva. Sono molto aperto a qual mondo e se questo è ciò che fa stare bene, allora ti rende quasi invincibile.

 

Quando non è impegnato a lavorare sul set o a promuovere i suoi film, conduce un’esistenza in gran parte bucolica.

 

Le notti selvagge sono poche e lontane da questi giorni con due bambine di età inferiore ai quattro, a differenza di quando avevo vent’anni.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.