James Franco produttore e Christina Voros regista

E’ un caso che negli ultimi mesi il mondo BDSM sia così portato alla ribalta? E’ un caso che tutti ne parlino? Si sfrutta l’onda del successo della trilogia 50 Sfumature? Può essere un caso o può essere voluto, in ogni caspo non si può negare che l’argomento affascina e non ci sia più l’aura di tabù intorno a quello stile di vita. La trilogia ormai l’ha sdoganato del tutto.

James Franco, indimenticabile protagonista del film con cui ha ricevuto anche una candidatura al premio Oscar ‘127’, la storia di uno scalatore bloccato in un dirupo costretto ad autoamputarsi per sopravvivere, ha prodotto un documentario sul mondo BDSM – presentato in anteprima al Sundance Film Festival  il 19 gennaio. Il sito The Hollywood Reporter  lo ha intervistato insieme alla regista e la domanda di rito sulla trilogia non poteva mancare dato l’argomento trattato nel documentario.

THR: Pensi che il successo di Fifty Shades of Grey, che esplora il mondo del BDSM, sta a significare che le persone sono più aperte a questo argomento?

 J.F. Io non l’ho letto. Forse. Forse è solo l’ora giusta.. Forse era già nell’ aria, cioè che le persone sono interessate a  questo argomento.

Davvero non hai letto il libro? Sei rimasto un numero quasi unico allora 😉