Una chiacchierata con Chiara Cilli, autrice del romanzo “Matt Stanton’s Agency“, che nelle ultime settimane ha conquistato con i suoi episodi il podio della classifica di Amazon nella sezione letteratura erotica italiana.

Dopo una settima ai vertici della categoria ha ora lasciato il podio rimanendo tra i primi dieci, scalzata dal terzo capitolo della serie “Crossfire” di Sylvia Day.

Comunque un risultato di tutto rispetto per questa giovanissima autrice, che in questa intervista ci racconta un pò di sè e della sua passione per la scrittura.

Intervista a cura di Stella.

Ciao Chiara, sei pronta la nostra chiacchierata?

Ovviamente!

Vuoi presentarti alle nostre lettrici?

Un caloroso saluto a tutte! Mi chiamo Chiara, ho 22 anni e vivo a Pescara. Oltre a essere scrittrice, sono diplomata come estetista specializzata e sono Presentatrice Avon. Ho praticato equitazione per dieci anni, e sono amante della lettura, del cinema e della musica. Attualmente sono scrittrice a tempo pieno.

Parliamo della scrittura, una passione che coltivi da sempre o una rivelazione improvvisa?

Anche se io non lo ricordo, mia madre mi dice sempre che io scrivevo temi lunghissimi, quando andavo a scuola – soprattutto perché la maestra, alle elementari, ci leggeva l’Iliade e l’Odissea; forse è a questo che devo la mia immaginazione! Ho cominciato a scrivere a 16 anni, concentrandomi sulle fanfiction degli anime giapponesi ed elaborando remake della saga cinematografica di Alien. Poi ho deciso di fare sul serio, e ho creato il mondo de ‘La Regina degli Inferi’.

Se non mi sbaglio è stato il tuo primo romanzo vero?

La mia saga fantasy d’esordio, sì. Il primo libro è ‘Il risveglio del Fuoco’, e per autunno/inverno è prevista l’uscita di ‘Prigionia Mortale’, il secondo.

Quanti romanzi hai già all’attivo?

Due romanzi – Il risveglio del Fuoco e La Promessa del Leone – più un racconto erotico – Assaporare il Fuoco – e i primi 3 episodi della MSA. Ma ne ho scritti molti altri.

Ti sei avvicinata al genere romance erotico dopo il successo delle sfumature?

Mi sono avvicinata al genere adult con Keri Arthur, ed è stato allora che ho capito che l’erotismo sarebbe stato sempre presente nei miei libri, sia fantasy che contemporanei. A spingermi verso l’erotico contemporaneo, però, è stata Beth Kery: l’intensità presente nelle sue opere mi ha totalmente conquistata.

Ti ha in qualche modo ispirata la storia di Ana e Christian?

Con Ana e Christian ho vissuto una storia spettacolare ad occhi aperti, come tutte del resto, ed è stato proprio spulciando sul web i papabili interpreti di Grey che ho ‘conosciuto’ l’attore che mi ha dato l’ispirazione per il personaggio maschile della mia serie.

 Quindi non conoscevi Matt Bomer prima di Grey, non eri una fan di White Collar?

Assolutamente no, non sapevo nemmeno che esistesse! Ogni tanto incappavo negli spot della serie su Italia1 e restavo intrigata da lui, ma non avevo tempo sufficiente per restare folgorata! Poi lo adocchiai nel trailer ed esclamai: E QUELLO CHI E’?! Infine scrissi Christian Grey su youtube… e fu la fine!

Ora io e la mamma siamo accanite fan di White Collar e abbiamo i cofanetti delle prime due stagioni!

Torniamo ai tuoi romanzi. Sono tutti in self publishing?

La saga de ‘La Regina degli Inferi’ ha esordito con le Edizioni Tabula Fati di Pescara, ma l’editore non se l’è sentita di continuare la pubblicazione perché il mio stile non era idoneo alle linee della casa editrice. ‘Assaporare il Fuoco’, invece, è edito da Lite Editions. Tramite self publishing ho pubblicato ‘La Promessa del Leone’ e i primi tre episodi della MSA.

La prima volta che hai detto ‘ok, ci provo’.

Non ho mai deciso di provarci in realtà: volevo farlo, volevo essere una scrittrice e condividere le mie storie con i lettori. Quando ho finito di scrivere la saga de ‘La Regina degli Inferi’ sono andata da mia madre e le ho detto: “Mamma, io ho finito”. Così, molto semplicemente. Lei ha capito che facevo sul serio e mi è stata sempre vicino mentre cercavamo una casa editrice a cui proporre la saga.

E’ stato difficile, ma alla fine ce l’ho fatta!

In molti considerano il self publishing come una buona occasione per emergere, tu cosa ne pensi dopo la tua esperienza?

Il self publishing è davvero molto utile, ma bisogna farlo seriamente, mettere l’impegno e non buttarsi così. Devi essere certo di avere un buon materiale e devi essere consapevole che dovrai passare molte ore davanti al PC per pubblicizzarti e farti conoscere, perché la popolarità non piove dal cielo! E’ estenuante, ma quando i fans ti sommergono di email… non so, io mi sento la persona più felice del mondo perché ho fatto felici loro!

A proposito del tuo lavoro, hai fatto tutto da sola o ti sei fatta consigliare da una editor?

Ho lavorato con l’editor della Tabula Fati per due anni interi, per ‘Il risveglio del Fuoco’ e ‘Prigionia Mortale’, quindi ho imparato molte cose: dove e quando tagliare, parole nuove, come ridurre a due parole un periodo lunghissimo… E’ stata un’esperienza unica e altamente istruttiva, e attualmente curo da me l’editing delle mie opere aiutata anche da un’intensa attività di lettura, ovvio.

L’idea di pubblicare ad episodi, un modo per testare i gusti delle lettrici o creare della suspence?

La MSA ha esordito con il marchio di Lite Editions, famosa per la pubblicazione di serie a episodi, quando ho dovuto annullare il contratto per motivi personali, ho deciso di mantenere quella linea. Anche l’autrice Beth Kery ha attuato questa tattica per ‘Because You Are Mine’ (Quello che mi lega a te), e devo ammettere che crea molta suspence!

Ma non hai mai pensato che fosse comunque un rischio pubblicare a puntate?

Il rischio l’avrei corso anche continuando a pubblicare con Lite Editions, ma credo molto nella serie e spero che arrivi in alto.

Parlando di arrivare in alto. Prima nella classifica dei libri erotici più venduti in Italia su Amazon: la tua reazione quando l’hai scoperto?

Sono quasi svenuta! Ero in albergo, avevo appena passato la giornata al Pandino Fantasy Books per promuovere ‘La Promessa del Leone’, quando… ho lanciato un urlo che penso avranno sentito tutti i clienti dell’ hotel! E’ tutto merito delle fans che continuano a sostenermi con un entusiasmo che mi commuove ogni giorno di più.

Passiamo ai tuoi personaggi. E’ stato lampante per tutti a chi ti sei ispirata per il tuo personaggio maschile – Matt Stanton – per quello femminile invece?

E’ stato lampante, è vero, ma ultimamente scorgo molti altri baldi giovani che potrebbero interpretare Matt! Per Cristina, invece, mi sono ispirata alla bellissima e maliziosa Phoebe Tonkin.

Posso chiederti quanto c’è di autobiografico nel tuo racconto?

C’è molto di me in Cris, stavolta devo ammetterlo. Ho scelto anche la mia città come location… ma confesso che non ho ancora visto nessuno in grado di competere con Matt Staton nei paraggi di casa mia!

Nei romance e negli erotici le donne vengono sempre descritte come ingenue e sottomesse, il tuo personaggio femminile mi sembra più il tipo sfrontato e intraprendente.

Io amo le donne che comandano! Le protagoniste dei miei libri non sono mai deboli e bisognose di essere protette dall’uomo: sono forti, combattive, delle vere bad-ass! Tuttavia, adoro dare alle mie agguerrite protagoniste pane per i loro denti.

Hai già in mente di quanti episodi sarà composto il tuo romanzo? Quanto dovranno soffrire le tue lettrici nell’attesa?

Penso che dopo il 4° ce ne saranno altri due, poi uscirà ‘Sudden Storm’ anche in cartaceo per le lettrici che non hanno la possibilità di leggere in digitale.

Quando è prevista l’uscita della versione cartacea e con che casa editrice?

Caricherò tutto il materiale su Lulu quando sarà uscito l’ultimo episodio del primo libro. Non uscirà con una casa editrice, purtroppo, ma procederò come ho fatto con ‘La Promessa del Leone’.

Poi ci farai sapere la data allora?

Vi aggiornerò su ogni cosa riguardante la MSA, certo!

Che libro stai leggendo in questo momento?

Ho appena finito ‘Non lasciarmi andare’ – che non mi ha preso come avevo previsto – e ho ripreso Fifty Shades of Grey in lingua originale.

Abbiamo lo stesso debole per la Kery, io amo i suoi uomini veri maschi alfa. Qual è il tuo personaggio preferito?

Della Kery il mio preferito in assoluto è Tom Nicasio di ‘Un’esplosione di Desiderio’.

Ultime due domande poi ti lascio. Che consiglio ti senti di dare a chi vuole provare a pubblicare un suo racconto, come scegliere le piattaforme ecc

Consiglio Narcissus Self Publishing, perché sono molto professionali e con loro mi sono trovata molto bene.  E’ importante non perdersi mai d’animo e contattare quanti più blog letterari possibile per anteprime, recensioni e interviste. Come dice l’editore della Tabula Fati, l’importante è che se ne parli, sia nel bene sia nel male!

 Invece per concludere c’è qualcosa che vuoi dire alla tue lettrici?

GRAZIE! E’ solo grazie a voi se la MSA sta avendo un discreto successo: senza il vostro sostegno, non sarei dove sono! Spero di continuare a emozionarvi con la storia di Matt e Cris e di riuscire a conquistarvi anche con le altre opere che pubblicherò in futuro.

Grazie a te per la disponibilità è stato un piacere.

Il piacere è stato mio.

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

ESTRATTO DAL PRIMO EPISODIO “L’UOMO PROIBITO”

Se ne sta appoggiato con  una spalla allo stipite dell ’uscio di una stanza, le mani  in  tasca e un  mezzo

sorriso  sensuale  sulle  labbra.  Lo  guardo  con   scaltrezza  e  lui   mi   fa  cenno  di   seguirlo  in   camera.

Obbedisco e mi  chiudo la porta alle spalle, poi  lo osservo in  apnea muoversi con eleganza davanti  al

grande  letto  matrimoniale.  L ’accecante  uce che proviene  dalla  portafinestra  spalancata  che  dà  sul balcone mette in  contrasto i  suoi  colori :  l ‘ abito, i capelli, gli occhi .

Matt si  blocca  dinanzi  all ’anta-specchio  dell ’armadio  a  tutta  parete e trattengo  il respiro mentre si

aggiusta la cravatta:  «Sei in  ritardo di due minuti».

Mi  appoggio al la porta e tengo le mani  dietro la schiena, le dita arpionate alla maniglia.

«Cosa vuoi?» la mia voce lascia trasparire una vena eccitata.

Si  piega verso di me e mi sorride.

«Non è chiaro?» ridacchia.

«Credo di sì» sogghigno.

«Bene.» Torna a concentrarsi  sul  proprio riflesso. «Chiudi la porta a chiave.»

Mi  scocca  una  rapida  occhiata  maliziosa e arriccio  la  bocca  con   perfidia.  Sposto  le  dita verso il

basso e ruoto la chiave nella serratura.

«Non  sei  minorenne,vero?»

Mi  fermo alle sue spalle, e incrocio il suo sguardo nello specchio.

«Mi  offendo, se lo pensi .»

Lui  mi  guarda di sottecchi , poi mi pressa contro la parete accanto al comò, con le braccia bloccate

sopra  la  testa.  La sua presa sui miei polsi è ferma ma non dolorosa, e percepire il suo respiro sulle

labbra e il suo corpo prestante premere contro il  mio mi fa pulsare di piacere.

«Ti piace essere dominata?» mormora roco, le mani ora intrecciate alle mie.

Mi sporgo in avanti per baciarlo, ma lui si scosta. Sorrido malvagia: «Che cosa te lo ha fatto pensare?».

Mi lascio scappare un risolino e lo spingo d’improvviso sul letto. Lui ride divertito, e si rimette a sedere. Poi si  sbottona la giacca. Si passa le dita tra i capelli e lascia che mi avvicini , e gli poggio le mani sulle spalle. Quando  solleva gli occhi su di me sta ancora sorridendo, ed è così bello da uccidere.

«Ho capito, ti piace comandare.»

Mi faccio seria, e tiro su l ‘orlo del top scuro che indosso. Piano.

«Mi piace provocare.»

Matt con un tono serio: «Ferma».

Rimango interdetta per un istante. I suoi occhi mi ipnotizzano mentre si  mette in piedi . Mi intimorisce un pochino, ma non è nulla in confronto a quanto mi fa ribollire il sangue.

 

TROVATE QUI LA TRAMA DEI PRIMI TRE EPISODI 😉

DISPONIBILE SU AMAZON ANDANDO QUI 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

9 commenti

  1. Skitti

    Che Matt Bomer fosse nei suoi libri era già chiaro dalla copertina de L’uomo proibito è lui in white collar. Brava Chiara hai buon gusto 🙂

  2. Ana x

    Bell’intervista molto approfondita e piacere di conoscerti Chiara.
    Posso permettermi anche io una domanda “antipatica” a cui puoi anche non rispondere?

  3. Cristina

    Ciao Chiara complimenti x i tuoi libri, ma sono rimasta confusa perché su Etunes non ci sono tutti i libri della serie Matt Statton, come mai?? Dove posso trovare i mancanti??? Grazie e complimenti ancora