Intervista a Jamie Dornan per Interview Magazine – seconda parte

Seconda parte dell’intervista a Jamie Dornan da Interview Magazine.

img-jamie-dornan_175726394161[1]

Seconda parte dell’intervista realizzata da Elvis Mitchell in esclusiva per il Magazine. Una lunga intervista alquanto complessa dove si parte dal suo ruolo in Beyond the Rave – dove Dornan interpreta un soldato – passando per The Fall, la serie New Worlds e con un occhio a Cinquanta Sfumature di Grigio.

EM Cosa hai fatto e cosa ti ha detto Sam [regista del film] per prepararti a  interpretare Christian Grey, un uomo che, agli occhi del mondo, sembra avere tutto? Quale abilità fisica ti ha aiutato con quel personaggio?

JD C’è molto di più di Christian a confronto di quello che viene mostrato. E’ qualcuno attento a mantenere la propria forma, qualcuno che spende somme di denaro assurde per se. E’ stato fatto un gran lavoro in palestra e con i costumi. Sono un po’ imbarazzato in un suo abito perché non ho la possibilità di indossare un abito molto spesso e lui è un ragazzo che ci vive nei migliori completi. Ma quando devi stare per l’80% delle riprese in quel costume finisce per essere quasi confortevole.

EM E’ esilarante la cosa. Christian Grey probabilmente guarderebbe foto di ragazzi come te per vedere come dovrebbe vestirsi.

JD Giusto. Credo.

EM Sono affascinato da queste contraddizioni. E, ovviamente, una cosa che devi amare della recitazione è la capacità di perdersi.

JD Voglio mantenere una parte di me in ogni personaggio che interpreto. E forse questo è collegato alla ricerca di qualcosa che piace in ogni personaggio. Forse coincide. Per lavoro faccio credere alla gente che sono quel personaggio, e posso perdermi in lui…. non so quello che sto dicendo.

EM Probabilmente sei stanco di parlare con me [Jamie ride]. Una delle cose che hai saputo fare è trovare il modo di stupire la gente con Paul Spector. Dato che ora il pubblico lo conosce meglio, ci saranno sorprese oppure continuerai con quello che hai già mostrato al pubblico?

JD Beh, lo conosceremo meglio, ma sotto una luce leggermente diversa. Non posso dire di più.

EM Ma siamo vecchi amici ormai, qualcosa mi puoi dire [e ridono ancora].

JD Ok, allora.. prima scena del primo episodio… troviamo Spector [e ride ancora].

EM E’ difficile per te rivederti in The Fall?

JD Non amo guardarmi, ma l’ho fatto. Se non ne fossi coinvolto mi piacerebbe vederlo tutto. Amo la storia. Lo guarderei per questo motivo e perché Gillian [Anderson, sua partner nella serie] è davvero brava. Non lo guardo pensando di me “Wow che bravo!” cerco di sorridere e sopportare le mie parti.

EM Come ci si sente a fare avanti e indietro tra cinema e tv?

JD Come se fosse la stessa cosa. Ho appena finito di guardare True Detective e non ho pensato che Matthew McConaughey e Woody Harrelson stessero lavorando per il piccolo schermo. Ho solo pensato a quanto fossero fottutamente brillanti e la loro performance davvero epica. Credo che alle volte gli attori siano attratti dalla tv perché si ha più tempo per modellare un personaggio. Questa è una cosa che attrae.

 

Seguono i saluti finali data la stanchezza di Dornan che traspare dalle sue risposte!

Disclaimer: questa è una traduzione per facilitare la lettura.

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

2 commenti

  1. chiara

    “è stato fatto un gran lavoro in palestra…” hehehehehehe; febbraio arriva presto, ti prego <3…. Anzi prima il trailer, che dopo aver letto la descrizione son morta *______*
    Comunque mi piacerebbe vedere la seconda serie di The Fall; nella prima mette paura davvero, è veramente bravo

    • Eddy

      Concordo in tutto e per tutto con te…nella prima serie di The Fall lancia certi sguardi che fanno venire i brividi 🙂