Il ritorno del produttore Dana Brunetti

 

 

Non l’ha proprio digerita Dana Brunetti, produttore dei film Cinquanta Sfumature, e a giusta ragione aggiungiamo noi.

Il PGA ha ora riconosciuto ufficialmente Brunetti come produttore del sequel Cinquanta Sfumature di Nero!

Per chi di voi si fosse persa la rovente controversia, potete trovare lo spiegone cliccando QUI.

Brunetti parla di “sistema ingiusto che ha il potere di far del male a una persona e danneggiare la sua carriera” a proposito dell’ingiustizia subita, quando era stato fatto fuori dal sequel per mancanza di contributo tangibile alla realizzazione del film stesso.

Grande affronto e grande menzogna secondo Brunetti e anche secondo il tribunale che gli ha dato ragione anche se, ad oggi, il produttore ammette di aver vinto solo una battaglia e non la guerra.

Ma qual è stato l’elemento che ha salvato le chiappe a Brunetti? Una dichiarazione dei suoi soci produttori E L James e Michael De Luca in cui hanno dichiarato  che Brunetti è stato”personalmente e sostanzialmente coinvolto – in termini di capacità decisionale – per una parte importante delle funzioni di produzione in tutte le fasi di la pellicola.”

Tutto è bene quel che finisce bene? Non per il nostro connazionale che vuole continuare la battaglia affinché questo sistema cambi e il metro di valutazione sia più attento e meno trascurato.

 

I produttori Michael De Luca, E L James e Dana Brunetti

I produttori Michael De Luca, E L James e Dana Brunetti

 

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.