Dopo l’articolo di ‘Style Magazine’ in cui la sceneggiatrice del film ’50 Sfumature di Grigio’ si lasciava andare a dichiarazioni sulla pellicola, arriva oggi una nuova dichiarazione del produttore del film Dana Brunetti che smentisce quanto dato per certo fino ad ora.

E’ The Hollywood Reporter che riporta nuove dichiarazioni del produttore: “La sceneggiatura non è ancora stata scritta, come possiamo sapere in che modo verrà valutato e quindi classificato?” Questa affermazione in risposta a quanto espresso ieri dalla sceneggiatrice sul fatto che il film sarà vietato ai minori – potete leggere l’articolo cliccando QUI -. Inoltre il produttore aggiunge che gli annunci ufficiali verrano rilasciati solo attraverso la pagina ufficiale di Facebook come fin ad oggi è stato fatto e non tramite i vari siti.

Il sito riporta anche che solitamente i produttori tendono ad evitare che un film venga classificato come NC-17 – valutazione della Motion Picture Association of America – in quanto sarebbe di difficile distribuzione perchè estremanente restrittivo e a quanto pare nessun film ha avuto gran successo in passato se in partenza ha avuto un rating come quello per soli adulti. Il sito ha tentato di raggiungere la sceneggiatrice per un commento a caldo in risposta a quanto asserito dal produttore, ma ad oggi non è stato ancora possibile.

Aggiungiamo noi che anche da Twitter dove spesso si leggono dialoghi tra produttori, autrice e sceneggiatrice, oggi tutto tace. Forse la dichiarazione della sceneggiatrice è stata prematura o esagerata?

Ma ‘The Hollywood Reporter’ non è il solo sito che riporta la notizia oggi, anche MTV rimbalza questa smentita e aggiunge il commento di Phil Contrino di Box Office il quale dichiara che per lui difficilmente la pellicola verrà rilasciata con tale valutazione. “Ci sono in ballo molti futuri indotti economici e il film è già quasi un mito, difficilmente sarà vietato ai minori. Tutto questo non significa che la sceneggiatrice non consegnerà uno script molto bollente, ma magari lo si potrà vedere in versione integrale solo in dvd. Magari il film al posto di ottenere una valutazione NC-17  – vietato ai minori – potrebbe ricevere una più innocua valutazione R – il minore potrà entrare accompagnato da un adulto -.

Le dichiarazioni e le smentite possono accadere nell’ambiente hollywoodiano e a dire il vero ci aveva lasciate perplesse un tale divieto per la pellicola più attesa dell’anno, sempre che veda la luce in questo anno. Non dico che eravamo certe di una smentita, ma in qualche modo sospettavamo arrivasse. Continuiamo a sperare in un film hot ma a quanto pare non vi saranno presenti gli eccessi descritti nel libro.. Ma cosa taglieranno? Di quale scena calda possiamo fare a meno?

Attendiamo ora nuove dichiarazioni della sceneggiatrice…