Un inedito che Sylvain Reynard, autore della trilogia “Gabriel’s Inferno“, ha donato al sito “Bookish Temptation“, circa un mese fa, per festeggiare i due anni di permanenza sul web.

50sfumatureitalia.it

La scena rivela di nuovo la profonda venerazione del Professor Emerson per la sua Julia ed è un estratto tagliato di “Gabriel’s Redemption“, capitolo conclusivo della trilogia e atteso oltreoceano per il 3 dicembre, mentre per il nostro paese dovremmo attendere l’arrivo del nuovo anno.

Un regalo, che noi del sito, rigiriamo alle numerose fans italiane dell’affascinante Professore nella speranza di rendere meno tediosa questa lunga attesa.

 

 

BUONA LETTURA

Nella sua mente Gabriel poteva vedere Julia nel suo appartamento di Toronto, mentre dal bagno si incamminava verso la stanza da letto padronale. Le catturò il polso e senza dire una parola la trascinò sul letto.

La baciò dolcemente e iniziò a spogliarla, i suoi occhi blu brillavano di un prezioso desiderio. Si prese il suo tempo, venerando il suo collo e le spalle nude, le labbra vagavano su tutta la superficie della sua pelle.

Naturalmente adorava anche la sua splendida schiena, le sue curve e la pelle vellutata erano un invito per le sue mani e la sua lingua. Il suo elegante collo sembrava pregare per le sue attenzioni.

Un fotografo non poteva rendere giustizia alla sua bellezza. Avrebbe dovuto assumere un artista. Ma un pittore avrebbe reso rispetto al prezioso regalo che aveva ricevuto?

Gabriel si sdraiò sul letto e la tirò a cavalcioni su di sè, lanciando uno sguardo di stupore e desiderio.

Lei strusciò i fianchi per stuzzicarlo un pò, chiudendo gli occhi mentre lo faceva. Gabriel la raggiunse fino a coprirle il seno, accarezzandolo e soppesandolo.

Dopo qualche momento la fece sdraiare sulla schiena e si inginocchio tra le sue gambe.

Sospirò soddisfatta quando entrò dentro di lei, tirandolo verso sè, così che i loro corpi fossero premuti strettamente insieme.

A Gabriel piaceva averla sopra, ma godeva anche averla sotto di lui – un soffice posto dove approdare e amare. In un mondo che era spesso freddo e crudele, tutti avevano bisogno di un tenero posto dove approdare.

Qualche altro bacio e poi si fermò per guardarla intensamente, i suoi profondi occhi blu e la fronte corrugata.

«Gabriel?»

Chiuse gli occhi un istante e scosse la testa.

Julia allungò le sue delicate dita per tentare di appianare le rughe sulla sua fronte.

«Cosa c’è che non va?»

Aprì gli occhi, fissandola come se fosse la prima donna che avesse mai visto.

«Tu sei la mia Venere. La mia eroina. E io non posso vivere senza di te.»

Un lento sorriso comparve sulla sua bocca perfetta.

«Non dovrai,» mormorò. «Io ti amo, Gabriel.»

Lui sostenne il suo sguardo e iniziò a muoversi, poi i loro corpi continuarono all’unisono. La sua bocca spalancata mentre gemeva sopra di lei.

Sarebbe stato facile, oh, così facile chiudere gli occhi e prendersi il suo piacere, senza interessarsi a lei, ma voleva la garanzia che lei fosse soddisfatta per prima. Mentre prima, con altre donne era il suo virile orgoglio che l’aveva ostacolato dall’essere un egoista, insensibile amante, ora era l’amore che dominava il suo corpo.

Lui l’amava. L’adorava. Avrebbe fatto qualsiasi cosa per lei.

Nonostante la tentazione, quello che voleva era vederla impazzire dalla voglia fino a che non ne fosse sazia, sapendo che era stato lui. Lui che aveva questo potere, questo incredibile potere primitivo, soddisfare i desideri del suo corpo e forse quelli della sua anima.

Era blasfemo?

Certo. Gabriel conosceva i piaceri della carne, pensati per essere un assaggio dell’unione divina. Sebbene non credeva sarebbe mai entrato in paradiso una volta finita la sua vita terrena, aveva convenuto che l’assoluto appagamento dell’anima sarebbe stato più grande di quello del corpo.

Quei pensieri gli permettevano di mantenere il controllo di sè, mentre la sua adorata Julianne lo guardava con occhi pieni d’amore.

«Ho bisogno di te,» disse con voce roca, mentre i suoi movimenti aumentavano con fervore.

Julia rispose con delle grida, persa in un orgasmo dopo l’altro.

«Grazie.» Depositando un bacio su un lato del suo volto, mentre lui seppelliva il suo naso nell’incavo della sua spalla. «Non mi stanco mai di essere così unita a te. Di amarti in questo modo. Sei così buono con me.»

Lui mormorò una risposta, ma a Julia non importava di capire. Le aveva già detto come si sentiva e il messaggio era stato travolgente.

«Ti amerò per sempre,» sussurrò, avvolgendolo tra le sue braccia e tenendolo come se non volesse lasciarlo andare.

 

Traduzione amatoriale.

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

5 commenti

  1. Morena

    Sono meravigliosi i libri di SR, scritti in modo fantastico. Fanno sognare!. Aspetto con ansia l’uscita del terzo.

  2. Viola

    Qualcuno di voi Sa’ la data di uscita in Italia????….aspetto con ansia grazie!!!

    • Stella

      Ciao Viola,
      da indiscrezioni si parla di aprile 2014, ma non ci sono ancora conferme dalla casa editrice.
      Non appena avrò novità vi aggiorno.

  3. Maria Antonietta

    Aspett con impazienza il 3ºcapitolo a quando..?????