[warning]Lettura destinata ad un pubblico di soli adulti. Questo sito non si assume la responsabilità di lettura da parte di minori[/warning]

Questo capitolo riprende dall’interruzione del 2° che potete leggere o rileggere cliccando QUI e dove troverete anche il link per il 1° capitolo. Fan Fiction (POV CG) di proprietà intellettuale di Lalla82 in esclusiva per questo sito. Questo racconto pubblicato a puntate è opera di fantasia di una fan della trilogia ’50 Sfumature di Grigio’, nato come prosieguo della stessa. Non è stato scritto da E L James.

CAPITOLO 3

L’esasperazione sta prendendo il sopravvento. E calmati porca puttana o vuoi davvero finire a letto con un cadavere? Vago per la stanza da letto della mia suite ancora vestito di tutto punto continuando a sbirciare quella ragazza distesa inerme sul mio letto. E ora dove dormo io?

L’idea di dividere il letto con qualcuna mi inquieta, non lo voglio fare, mi farà male… Dormirò sul divano del salotto. Mi tolgo le Converse, calze e i jeans e li appoggio sulla poltrona in salotto, poi mi tolgo la camicia e la sbatto con rabbia sul pavimento. Prendo i pantaloni del pigiama, me li infilo e torno nella camera da letto. Non indosso niente altro. Lei dorme profondamente e io mi avvicino silenziosamente alla finestra, le mani appoggiate sui fianchi, guardo fuori mentre ripenso agli eventi della serata.

Avevo una voglia fottuta di rivederla e neanche a farlo apposta il destino mi è venuto incontro. E’ questo il mio destino? O è una forma di punizione per un qualche cosa che ho fatto e di cui mi sfugge il perchè? Perchè la provvidenza ha fatto incrociare la mia vita con quella di Anastasia? Perchè più cerco di allontanarmi da lei e più mi ci avvicino pericolosamente? Perchè non riesco a trovare la forza interiore per starle lontano? Mi giro verso il letto ma stando ben attaccato alla finestra. Come mai Grey? Non ti fidi nemmeno di te stesso stanotte? No.

Lei dorme e io la guardo dormire da lontano e sento che farfuglia qualcosa nel sonno.. Muoio di curiosità e mi avvicino sempre di più a lei, la mia ombra è a pochi passi da letto e sento che davvero dice qualcosa mentre dorme. Così Miss Steele hai il vizietto di parlare nel sonno? Interessante… Ma tu sei sicuro di voler sentire? Assolutamente. Credi che possano farmi paura della parole dette nella più totale incoscienza? E poi cosa me ne frega….

“Oh Kate, sono così malinconica” riesco a captare queste parole. Malinconica? Perchè? Di cosa hai parlato con la tua amica depositaria dei tuoi segreti più intimi? Vorrei tanto conoscerli anche io.. Non so cosa darei.. Sono io il motivo della tua malinconia? Cosa hai raccontato a Miss Kavanagh dopo che siamo usciti l’altra mattina per il caffè? Voi donne di solito parlate di queste cose no? Mentre rimugino su questi pensieri un’altra frase rubata nel sonno mi stende del tutto e mi catapulta lontano dal letto quasi avessi preso una dolorosa scossa elettrica: ” Christian Grey? Ohh no,no…Troppo per me..” Dio mio! Resto lontano dal letto con il cuore in gola.. Mi sta sognando! Sta sognando proprio me! Questa ragazza innocente, all’apparenza onesta, limpida e bellissima sta sognando me… Ma cosa stai sognando? Impazzisco di curiosità e comincio a camminare inquieto per la stanza. Questa sera sono una marea di contraddizioni: emozionato, stranamente-felice-ma-non-so-per-cosa, poi incazzato, rabbioso, malinconico e tutto dopo aver incontrato te nemmeno un paio di ore fa…

Cosa mi stai facendo? Cosa ti sto facendo? Siamo al punto che ti ho affascinata talmente da farti sognare di me? Posso davvero rovinarti Anastasia, ma per qualche ragione il pensiero che davvero mi fa attanagliare le viscere è che io possa in qualche modo distruggere i tuoi sogni..

Come mi vedi? Troppo per te? Io troppo? Sorrido amareggiato…Come ti risveglierai quando saprai la verità su di me? Rimarrai scioccata poi delusa e amareggiata? Scapperai? 

Mi siedo sul letto e mi prendo la testa tra le mani: il pensiero di poterti deludere – e so già che sarà così perchè una sola cosa mi interessa da te, voglio solo una cosa da te: dominarti in pieno, averti mia per far di te quello che voglio e voglio che tu lo desideri follemente. Voglio vederti eccitata al pensiero di eccitarmi, come facevano le mie ex – è un peso sul petto. Come fare per fare in modo che tu mantenga il tuo sogno su di me? Lasciarti andare…

Cazzo se rode questo pensiero.. E’ quasi un male fisico, come una morsa nel petto… Ma è normale Grey, hai sensi di colpa per voler condurre su un sentiero oscuro, ma di cui non puoi fare a meno, questa ragazza che probabilmente non ha mai sentito parlare di limiti relativi, assoluti e solita roba. Facciamo così, facciamo passare ancora un pò di tempo, tanto tu di certo non oserai proporti per ora, e poi magari ne riparleremo, e magari questa follia sarà passata, si sarà disciolta. Ottimo piano, bravo Grey, sai ancora ragionare vedo!

Mi corico sul divano del salotto, ma non riesco a prendere sonno, ho un solo pensiero nella testa e in questo momento il centro del mio pensiero è in versione incosciente e ironia della sorte, proprio nel mio letto. Come fare a prendere sonno? Whisky! Vado al banco bar e me ne verso uno doppio e lo bevo senza fretta mentre con la coda dell’occhio punto verso la camera da letto.

Se la predessi stanotte, lei domani non saprebbe nulla, io mi libererei di questa ossessione maledetta, anche se non mi soddisferebbe far sesso in un letto, e lei ne uscirebbe indenne. Magari un pò dispiaciuta per la mancata occasione ma pur sempre indenne.

Mi dirigo a passi lenti verso la camera ed entro. Poso il bicchiere e mi avvicino al letto. La scopro lentamente e le guardo le gambe. Che pelle fantastica! Ah, quanto vorrei che fossi sveglia per potertelo dire! Anastasia Steele hai un gran corpo e credimi sono un intenditore! Entro nel letto di fianco a lei e mi stupisco ancora del mio gesto. A mia memoria credo sia la prima volta che divido il letto con qualcuno, uomo o donna che sia. Continuo a far scorrere il mio sguardo su di lei e me lo sento crescere..Dannazione! Sarebbe così facile prenderla adesso e  lo voglio fare disperatamente! Credo di non aver mai voluto possedere una donna come in questo momento.. Cazzo come mi tira…

” Dai Josè, smettila di dire assurdità!” ridacchia mentre dice questa frase, e la sua risata è un suono meraviglioso. Come fosse una bambina.. ma..Josè? Ancora quel coglione cretino? Ma cos’hai con lui Anastasia? Ma che fissa hai? Dio santo se mi incarognisce solo sentire che la sua bocca pronuncia il nome di un altro uomo! E mi incarognisce ancora di più che lo stia sognando!

Cazzo Steele, tu si che sai come smontare un uomo..!! Di nuovo quela sensazione assurda di rabbia furiosa, incontrollabile e irrazionale! Scendo dal maledetto letto, dormici tu Steele, io me ne vado! Si, dove vado? Comunque sono troppo nervoso per stare coricato accanto a te quindi ritorno ancora nel salotto, accendo il pc e controllo le mail: lavorare mi distrarrà un pò. Ma è una soluzione temporanea, finalmente la spossatezza e la stanchezza prendono il sopravvento su di me e mi dirigo di nuovo nella camera da letto. Inutile negarlo, quel letto con te dentro mi attira come una calamita. Mi ci infilo dentro, mi sdraio supino mi copro solo fino alla vita e un braccio a coprirmi il viso. E penso…ripenso…

Penso a come questa ragazza sta influenzando la mia routine ottenuta con dura disciplina e rafforzata da anni di autocontrollo e ora sembra che questo mi stia scivolando via, sembra che non riesca più ad esser padrone dei miei pensieri e delle mie azioni. Come se tu Steele fossi un enorme meterorite ferroso che passandomi accanto manda il tilt l’ago della mia bussola biologica.  Ci sono voluti anni e costose terapie per stabilire la giusta rotta con la mia bussola. E’ tedioso a volte, lo ammetto, ma tutto sommato non mi lamento considerando i mie trascorsi giovanili. Sono un uomo di gran successo, totalmente equilibrato e super autocontrollato. Gestico migliaia di dipendenti, varie società, contatti diplomatici con tutto il mondo, faccio girare tanto di quel denaro che tu non hai idea. Capisci Steele o no che ho bisogno che la mia bussola sia ben orientata? Che diriga sempre verso nord e non come ora che oscilla impazzita in tutte le direzioni? Ne risentirà il mio lavoro e il mio impero di questo momentaneo tilt? Non credo dai, genio sei sempre stato e genio rimarrai.

Mi piace autoconvincermi,  e del resto è la verità. Flynn dice che mi fa bene ricordarmelo e soprattutto vedo che mi concilia totalmente il sonno.

Mi sveglio prestissimo come sempre. Cazzo da non credere, niente incubi stanotte! Fantastico! Che sensazione meravigliosa dormire senza interruzioni! Mi sento fresco come se avessi dormito per 10 ore filate! Mi alzo di scatto e mi giro: lei dorme ancora profondamente e un suo braccio è allungato verso la mia parte di letto quasi fino a sfiorarmi il torace. Vacci piano Steele, ti stai prendendo troppa confidenza… Hai dormito una sola notte con me e già ti allunghi troppo.

Scendo dal letto non prima di averla guardata ancora una volta, mi infilo la tuta grigia che so sortirà un bell’effetto su di lei quando si risveglierà e scendo nella palestra dell’Hotel ma prima devo prendermi cura della bambina che dorme così bene, prendo del succo di arancia e un antidolorifico e lascio il tutto sul suo comodino. Ma non eri incazzato con lei stanotte? Rammollito Grey….

Questo sforzo fisico stamattina mi ci voleva proprio, sono pronto ad affrontare la bella addormentata nel mio letto, entro in camera senza bussare e la trovo sveglia, assonnata e con lo sguardo smarrito …Ma quel suo sguardo di approvazione verso la mia figura mi ripaga subito della nottata a vegliare su di lei. Volevi affrontarla e sgridarla per il suo comportamente di ieri sera? E ora che l’hai vista ti senti un nodo in gola vero? Tutti questi indizi non ti fanno magari immaginare di dover tagliare la corda il prima possibile e scappare da lei? Passo da dalla modalità Steele-preparati-a-una-ramanzina-con-i-fiocchi alla modalità mi-fai-una-tenerezza-infinita-Steele in meno di due secondi e mi avvicino al letto.

Buongiorno Anastasia, come stai?” la guardo ancora mentre appoggio la ‘spesa’ che ho fatto fare a Taylor su una sedia in camera. Io penso proprio a tutto. Sorrido tra me e me con soddisfazione e mi vado a sedere di fianco a lei sul letto. Bene Steeele, vediamo ora che farai se ti sono così vicino, comincio a divertirmi con te stamattina.. dai, mandami un segnale maledizione, fammi capire che vorresti sbattermi subito sul letto come lo vorrei fare io..Avanti ragazza, fammi capire qualcosa.. Ne ho bisogno!!

Sei stato tu a mettermi a letto?” mi domanda. No, ho chiamato una ditta specializzata in trasporti di donne in coma etilico.. Che domanda idiota.. Comincio ad alterarmi. Ti ricordavo più arguta.

Si.”

Ho vomitato di nuovo?” Bè certo, la tua unica preoccupazione non è il fatto di aver passato la notte lontano da casa nella stanza di uno sconosciuto senza nemmeno avvertire la tua coinquilina che di certo sarà in pena per te tra una botta e l’altra con  mio fratello, ma se hai vomitato. Incosciente all’ennesima potenza.

No.”

Mi hai tolto tu i vestiti?” No Steele, te l’ho già detto, ho chiamato una ditta specializzata. Hai perso un’altra ottima occasione di stare zitta o di impiegare la tua deliziosa bocca in altre attività più soddisfacenti per il sottoscritto.

Si.” Ahh, arrossiamo finalmente! Mi mancava proprio il tuo marchio di fabbrica! Sei proprio la mia bambina! Ma che cazzo pensi coglione di un uomo!

Non abbiamo…” Ohh certo, è il massimo delle mie aspettative scoparsi un cadavere di donna.. Ma credi davvero che potrei fare una cosa simile? Stai zitto Grey che ci hai pensato quasi tutta  la notte a come prenderla. Facciamo i santi stamattina? La tua versione depravata la lasciamo solo alla notte?

Anastasia, eri praticamente in coma. La necrofilia non fa per me. Mi piacciono le donne coscienti e reattive.” E tu non immagini quanto reattive e in che modo.

Mi dispiace tanto.” Oh Signore dammi la forza di non prenderla a bacchettate ora! Pensarci prima no Steele? Però non ti avrei avuto mezza nuda nel mio letto.. Sento che la rabbia evapora un pò.

E’ stata una serata molto movimentata. Non la dimenticherò tanto presto.” E chi se la dimentica, mi sembra di essere tornato indietro nel tempo, ma in quel tempo che non ho mai vissuto: i miei 20 anni…

Mi rinfaccia ora di averla rintracciata illegalmente? Le ricordo acidamente che stava per finire nel letto di quel depravato che ci stava provando con lei ubriaca. Depravato lui.. Ah, tu no vero?

…Sembri un cavalier cortese.” E’ questa l’impressione che ti ho dato? Perchè mi fanno piacere le tue parole? Mi massaggiano il cuore…Ma la realtà è ben diversa.

Non penso propio. Un cavaliere nero forse.” Cambiamo discorso è meglio. “Hai mangiato ieri sera?” Mi fa cenno di no.. Riecco montare la rabbia, cerco di dominarla..cerco..

Le spiego che deve mangiare, che doveva mangiare ieri sera prima di cominciare a bere e mi sembra davvero di dare lezioni a una bambina piccola.. Mi esasperi dolce bambina..

Mi chiedi anche se intendo continuare a sgridarti? Ma ringrazia che mi limito solo a quello!

Bè se fossi mia, non potresti sederti dopo la bravata di ieri sera. Non hai mangiato, ti sei ubriacata, ti sei messa in pericolo. Odio pensare cosa ti sarebbe potuto succedere.” Si, che ti scopasse un altro al posto mio.. dannazione se mi prudono le mani ora.. e tu sei mezza nuda sotto quella coperta..

E continua a difendere il suo amichetto fotografo! Se non è la sua fidanzata deve essergli proprio amica!

Sei molto severo in fatto di disciplina.” Oh, ci sei arrivata finalmente! E non immagini quanto!

O, Anstasia, non ne hai idea.” Il solo pensiero di poterla punire per il suo comportamente mi galvanizza e mi eccita da impazzire, già mi passano in rassegna in testa alla velocità della luce come fossero flash 3 punizioni adatte all’occasione:

1 – Il flagellatore nr 4  te lo passo sul ventre, poi scendo e lo sferzo in mezzo alle tue gambe per 3 volte di fila, finchè non ti vedo contorcerti e urlare.

2 – Legata alla croce, nuda completamente, ti lascio sola, eccitata, al buio ed esco per mezz’ora buona dalla stanza rossa. Resta lì ad aspettarmi e a contorcerti mentre sei sempre più eccitata.

3 –  Le pinze per capezzoli sempre più strette fino a farti urlare di dolore e godimento e mentre urli…

Meglio andarmi a fare una doccia, ne ho bisogno.

Però inspiegabilmente mi chino verso di lei e le sfioro la bocca con il pollice. La sento trattenre il respiro come quella volta in mezzo alla strada, quando è stata tra le mie braccia. Vuole che la baci, lo vuole davvero.. ma non ora, nessun premio oggi dopo le tue cazzate di ieri sera. Continua a sognarteli i mie baci!

Respira Anastasia.”

Le dico della colazione e mi alzo dirigendomi verso il bagno con uno strano sollievo. Ah, la ragazza vuole essere ancora baciata da me. Com’è che questa cosa mi fa sentire così..soddisfatto? Ma no dai, sono i pensieri delle punizioni ad averti alzato l’umore e qualcos’altro..

Entro nella doccia pensando al mio prossimo colpo da sferrare a Miss Steele: già che siamo in ballo perchè non contnuiamo a giocare e a divertirci? E con questo so che mi divertirò davvero. Esco dalla doccia ma non mi rivesto apposta, mi stringo una salvietta più piccola del dovuto intorno alla vita e ancora bagnato esco dal bagno. La trovo in piedi a gambe nude. Così volevi divertirti  Grey? Ti si sta rivoltando contro questo gioco.

Sta cercando i suoi jeans ho mandato Taylor a comprati un altro paio di pantaloni e le scarpe. Sono nella borsa sulla sedia. La prende e scappa in bagno. Bene, missione compiuta. Ora pensami mentre l’acqua ti sfiora la pelle nuda. Immagino già quali saranno i tuoi pensieri sotto quella doccia, ma non esageriamo… Il gioco è mio.

Busso alla porta dopo pochissimo: “La colazione è pronta.” Balbetta. Bene, colta proprio in fallo scommetto!

Mi vesto e mi dirigo al tavolo della colazione e prendo il giornale in attesa della Miss. Cosa le dirò ora mentre faremo colazione? E dopo? Ti riporterò a casa e poi? Dovrò tornare a Seattle e quindi? Come faccio a parlarle del contratto e a cosa vorrei sottoporla? Pensa Grey.. Pensa in fretta che sta arrivando….

FINE 3° CAPITOLO

Vietata la riproduzione di questi contenuti.

Se vuoi inviarci la tua Fan Fiction a puntate leggi il regolamento cliccando QUI. Tutti i lavori dovranno essere in esclusiva, non saranno accettati lavori scritti da minorenni.

13 commenti

  1. rossy 90

    bello bello bello…..nn vedo l’ora di leggere il seguito…
    ti prego pubblicalo presto…ormai è un ossessione….mi ci sto appassionando tantissimo…
    cmq bravissima… 🙂

  2. lamu'85

    che Figata…complimenti stra bello..e chi si stacca più..

  3. Dany

    Sono impaziente di leggere il prossimo capitolo!!!! Wowww bravissima!!

  4. giulia

    sei proprio brava e mi sto appassionando!!!:))))))))))

  5. Vero

    E’ troppo bello, complimenti davvero all’autrice.
    Ma perchè non pubblichi più velocemente i vari capitoli?!
    Siamo tutti molti impazienti.. e 1 capitolo ogni 5 giorni ci ammazzerà presto!!!
    Ne vogliamo di più!! 😛

  6. Paola

    Complimenti..è fantastico! Nn vedo l’ora di leggere i prossimi!!

  7. Pingback: Fan Fiction! Il libro dal punto di vista di Christian Grey! 4° capitolo | 50 Sfumature Italia