Intervista esclusiva per il nostro sito concessa dall’autore del libro erotico più atteso in Italia che ha già spopolato in tutto il mondo, entrato nella classifica del New York Times e destinato immancabilmente a spopolare anche da noi! Il nuovo fenomeno editoriale del 2013 per l’Italia?

Si piazzerà nel cuore delle lettrici facendo dimenticare loro i grandi successi erotici, che tuttora spopolano, con la raffinatezza e la cultura dei suoi contenuti?

Un incrocio tra anima e passione: tra tormento dell’anima e redenzione attraverso la passione. Questo è Gabriel’s Inferno.

Non vogliamo entrare negli intrecci della trama di questo libro – uscirà il 4 aprile ed è il primo di una trilogia – per non rovinarvi il gusto della lettura, ma da uno sguardo “innocuo” sulla trama troviamo un personaggio tormentato e una studentessa che potrebbe salvarlo dai suoi demoni interiori. Il loro passato li dividerà o li unirà con un estasi di intelletto e carne?

Milano – 29 marzo 2013 – intervista a cura di Stella 50 Sfumature Italia.

Buonasera Sir,

Colgo l’occasione per dirle che non vediamo l’ora di leggere il suoi romanzi e siamo oltremodo orgogliosi che il nostro paese venga così ampiamente citato e ne faccia parte.  La ringrazio per il tempo che tanto gentilmente ci ha dedicate e le auguro buon lavoro.

50SI: Cosa l’ha portata a nascondere la sua identità dietro uno pseudonimo? Le piace che il suo pseudonimo regali un alone di mistero alla sua identità? Pensa di svelare qualcosa in futuro a riguardo?

Sylvain: Buongiorno, Stella. E ‘un piacere essere con voi e con i vostri lettori.

Scrivo sotto pseudonimo, perché mi dà la possibilità di avere una vita privata e semplicemente godere del mestiere dello scrittore senza venire riconosciuto.

Si aspettava un tale successo nel nostro paese mesi prima della pubblicazione di Gabriel’s Inferno?

Grazie, Stella. Sono sorpreso da tale successo, ma sono molto contento. Per me è importante che i miei libri vengano accolti bene in Italia, perché sono la celebrazione della storia e della cultura italiana. 

Quanto c’è di autobiografico nei suoi libri?

Non posso rivelare tutti i miei segreti, ma posso dirti che ci sono aspetti della storia che si basano su una mia esperienza personale.

Come nasce Gabriel Emerson e come si è sviluppato nella sua mente?

 Per il professor Emerson, mi sono ispirato a diversi personaggi. Raffigura un docente universitario orgoglioso e arrogante, abituato al fatto che tutto si faccia a modo suo, in parte perché è un uomo attraente.

Visti i temi trattati nei suoi libri di fede,perdono e redenzione,posso chiederle se lei è credente?

Sì, sono credente.

Cosa l’affascina dell’Italia e della nostra cultura?

 La storia italiana è molto interessante, e annovera alcuni degli esempi più belli della cultura umana: l’architettura, la scultura, l’arte, la musica, la letteratura, ecc. È stato un grande piacere per me introdurre, attraverso la letteratura, Dante, Botticelli e altri esempi della cultura italiana a un pubblico mondiale.

C’è una città italiana a cui è legato in maniera particolare e perchè?

Firenze è una delle mie città preferite in assoluto. Credo che sia uno di quei posti che ognuno dovrebbe visitare ed è dotata di uno dei miei monumenti preferiti: la Cupola del Brunelleschi.

 

Grazie. E ‘stato un piacere. SR.

Thanks

SALUTI

STELLA

Si ringrazia Sylvain Reynard per la grande disponibilità e pazienza non comune a tutti gli scrittori di fama. Ricordiamo che non è servita traduzione delle risposte in quanto l’autore parla perfettamente l’italiano avendo risieduto in Italia per un periodo della sua vita.

Si ringrazia Enn, l’agente di Sylvain Reynard per questa oppurtunità e Elena GiFansItaly , moderatore, che ha permesso il contatto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA