Dreamspinner Press Italia e il romance M/M fanno Cento

Del romance fanno parte diversi sottogeneri, di cui spesso parliamo, insieme al più noto erotic: sport, suspense, storico e tanti altri.

italia.jpg

A questi se ne aggiunge uno che sta conquistando una fetta sempre più consistente di pubblico: gli M/M, dove M/M sta per male/male, ovvero relazioni omosessuali.

Il mio primo approccio con i romance M/M risale oramai ad un anno fa, su consiglio di un’amica, che vista la mia sfrenata passione per la serie televisiva americana “Queer as Folk” ha pensato fossi la lettrice perfetta per questo tipo di romanzi che, per ovvie ragioni, trattano tematiche LGBT.

Mi rendo perfettamente conto che questo genere di romanzi non siano adatte a tutte, non sono qui per fare polemica sull’omofobia ancora dilagante nel nostro paese, ma personalmente ho sempre sostenuto che l’amore non ha condizione sociale, politica o religiosa, quando un romanzo sa regalare grandi emozioni poco importa chi si ama.

La casa editrice che si occupa in gran parte di pubblicare il genere è l’americana Dreamspinner Press, che con l’avvento dell’ebook è presente da qualche anno anche nel nostro territorio, da fenomeno di nicchia  sta aumentando rapidamente il suo numero di lettrici. Perchè parlo al femminile? Perchè, anche se vi sembrerà strano, il pubblico di affezionate in realtà è composto in gran parte da donne.

Passando da Andrew Grey, a Cardeno, a Sue Brown, Zahra Owens e Damon Suede  – “Testa Calda” è stato il mio primo romanzo M/M e ho ancora le lacrime agli occhi per l’intesità della storia -, solo per citarne alcuni, avrete la possibilità di spaziare tra numerosi titoli e scrittori di tutto rispetto, che, tralasciando la parte sensuale ed erotica comunque sempre presente, saranno capaci di regalarvi meravigliose storie d’amore.

Ho deciso di parlarvene proprio ora perchè in questi giorni la Dreamspinner Italia festeggia un traguardo importante: i cento titoli tradotti per il mercato italiano.

Per commemorare l’evento la casa editrice regala alle lettrici un codice sconto usufruibile sul loro store, trovate QUI tutte le info su come accedervi.

Ora non avrete più scuse, e approfittando dell’offerta, potrete ampliare la vostra scelta e scoprire nuove storie, che credetemi, meritano di essere lette.

 

 

TROVATE QUI I NUMEROSI TITOLI DISPONIBILI IN CATALOGO

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

 

9 commenti

  1. morena

    Il mio primo libro sul genere ” una mano forte” ero molto scettica ma sono stata ricompensata alla grande e mai giudicate un libro dalla copertina se le storie sono ben scritte meritano tutte.

  2. Viviana

    Sono molto scettica, lo ammetto. Ma per appassionarmi a una storia d’amore mi devo immedesimare nella storia stessa e nei protagonisti. Per me questi sono libri di nicchia, solo per un pubblico omosessuale.

    • Stella

      Viviana, assolutamente no.
      Come ho scritto nell’articolo il pubblico che legge e compra il genere e’ prettamente femminile, ti assicuro che non mi sbaglio in questo. Dati alla mano.

      • Viviana

        Ciao, ma guarda che anche le donne possono essere omosessuali. Chi ti dice che le donne che leggono non sono gay?
        Io da etero, con tutto il rispetto, non provo gran soddisfazione a leggere di omo, anzi, per certi versi possono venirmi anche i nervi 😛

  3. Carla

    Una sola domanda: ma il genere erotico serve anche per eccitare e dare forti emozioni alle lettrici. Ora ditemi come potrei eccitarmi se ciò arriva da due donne. Comunque non voglio giudicare a priori, ne proverò uno se il prezzo è conveniente.

  4. Emanuela - Italian Language Coordinator - Dreamspinner Press

    Dreamspinner pubblica diverse collane. Quella principale, dedicata al romance, ha protagonisti soprattutto gay e bisessuali (solo qualche storia con trans*), comunque le coppie principali sono maschio/maschio. La collana dedicata al Young Adult, invece, ha protagonisti LGBT, quindi comprende anche storie con lesbiche (ma non abbiamo ancora tradotto questa collana).

    Dalle statistiche di frequenza dei nostri sociali abbiamo un pubblico costituito dal 75% di donne e 25% di uomini. Le donne sono lettrici di qualsiasi orientamento (bisessuali, lesbiche, etero, con una maggioranza etero). Stessi dati per quanto riguarda i nostri autori.

    Una sola osservazione. Le nostre storie hanno vari gradi di erotismo, alcune non contengono niente più che qualche bacio, quello che è importante è la grossa componente emotiva nel rapporto tra i protagonisti. Nel catalogo generale in lingua inglese abbiamo per esempio 166 articoli classificati nell’erotic romance contro 984 catalogati nel contemporary romance, quindi gay romance non è equivalente a erotico. Inoltre vale sempre la pena di ricordare che l’erotismo è un fatto di testa, a priori è impossibile dire cosa un’altra persona troverà eccitante o emozionante e questa preferenza di lettura non dovrebbe essere considerata come una stranezza o eccentricità.

    Grazie per aver parlato dei nostri libri.

  5. Carla

    Spett. casa editrice,
    capisco la sua difesa a spada tratta del genere che pubblicate e non ci sogniamo minimamente di pensare che possa essere volgare o di bassa lega, se è questo che temete. Anche perché io non ho mai letto un romanzo del genere. I vs dati sono interessanti, ma mi chiedo come fate a stabilire l’orientamento sessuale di tali dati. Il fatto che ci sia maggioranza di donne lettrici non prova che queste siano etero.
    Precisato questo io, da etero, ammetto che avete ragione in una cosa: l’erotismo è di testa e io, immaginando due uomini o due donne che anche solo si danno un bacetto, perdo la componente erotica ergo eccitante.
    Cordialmente.

    • Emanuela - Italian Language Coordinator - Dreamspinner Press

      Per quanto riguarda i dati suddivisi in base al sesso, abbiamo le statistiche di iscrizione alle pagine Facebook e agli altri social media. Per quanto riguarda l’orientamento sessuale, ci basiamo su quello che ci dicono i lettori che interagiscono con noi. Essendo una casa editrice molto piccola e avendo ancora un pubblico ristretto, ci scrivono spesso e ci raccontano le loro storie.

      Per quanto riguarda il prezzo, su Amazon e altri retailer viene caricato il prezzo dei libri in dollari, lo stesso ovunque nel mondo (sono 6,99$ per un romanzo standard). Poi a seconda del paese, prendono l’IVA e le imposte del luogo (in Germania una nostra traduzione costa 3,99€ perché hanno un’altra IVA e altre legislazioni, in Francia intorno ai 4,50€). Acquistando però direttamente dallo store, specialmente quando ci sono le promozioni (abbiamo un codice promozionale del 25% in questo momento) e tenendo conto del cambio €/$ è possibile acquistare un libro a 3,90€ circa.

  6. Carla

    Posso fare un piccolo appunto? I titoli sono un po’ cari.. che diamine signori..