Dieci domande per Marcia Gay Harden

 

 

Dieci domande – e non solo Cinquanta Sfumature – per Marcia Gay Harden, il premio Oscar che impersona Grace, la mamma di Christian, Elliot e Mia Grey.

1 – Il mondo sta per vederla in Cinquanta Sfumature di Grigio. Nervosa?

No, il film solleva questioni sull’erotismo e il piacere di cui non parliamo quasi mai. E sono contenta che non lo facciamo! Non voglio discutere ogni singolo aspetto della sessualità a colazione! Però c’è questo mondo affascinante, quello che succede tra un uomo e una donna in camera da letto quando proseguono nel loro viaggio. E per me il nucleo di quel viaggio è la fiducia.

2 – Interpreti la mamma di Christian. E’ un ruolo interessante?

Rappresento un esempio perfetto e davvero importante in questo film che rende possibile conoscere qualcosa in più sulle donne. Il mio personaggio è una mamma istruita che lavora, è un medico. Ho inviato dei tweet “cattivi” a Christian. Uno di loro diceva: “Caro Christian, ricordati che uno degli organi più importanti della donna è il suo cervello!”

3 – Perché il libro è stato così sensazionale?

Questo libro è scritto nello stile di tutte le grandi storie d’amore. Ed ha ‘manette pelose’ abbastanza accettabili.

4 – Credi che Hollywood promuova un concetto sano o non sano di sesso?

Non mi piace fare dichiarazioni sui media. I media sono solo un gruppo di individui. Un problema più importante per me è che i ragazzi stanno imparando a conoscere il sesso dei porno. I ragazzi imparano queste cose, le ragazze le accettano, e questo mi disturba molto di più di qualche film erotico in cui l’attrice mostra una tetta.

5 – Hai tre figli. Qual è la tua più grande sfida del 21° secolo?

Sono una madre single. La tradizionale famiglia dissipata in divorzio. Cerco di costruire qualcosa che ci tenga in contatto con la storia. A volte mi spaventa che quei classici, ricchi arazzi di storia, e della musica lirica, e anche l’arte, saranno tutti sostituiti da Tumblr.

6 – Molte donne combattono perché sentono la necessità di essere perfette. Tu?

La cosa più difficile da fare, giorno dopo giorno, è avere la pazienza e scegliere le proprie battaglie. Il più grande problema è il tempo. Non ho il tempo per fare tutto quello che vorrei fare e di essere la madre che vorrei essere.

7 – Qual è stato il miglior consiglio che ti hanno dato i tuoi genitori?

Qualunque regola mi abbiano dato, io l’ho infranta. I genitori ti danno la corazza, poi tu devi abbattere i muri.

8 – In che modo rimani in forma?

Non sono abitudinaria. Vorrei essere una donna in forma che pratica yoga, ma non lo sono. Faccio però jogging sulla spiaggia, mi assicuro di fare almeno 10.000 passi al giorno.

9 – Qual è la tua indulgenza segreta? Cibo o altro?

Amo le spremute. Amo lo zenzero. Amo il pepe di Cayenna, tutta questa roba calda.

10 – Cosa ne pensi dell’invecchiamento?

Non sono contro i ritocchi qua o là. Se le palpebre cascano e desideri alzarle, bene!

 

Web MD

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

2 commenti