Dakota Johnson: “Vorrei un uomo con cervello, umorismo e dolcezza”

 

 

Nuova cover più nuova intervista per Dakota Johnson su Si Style Magazine Svizzera e nuova still del film “A Bigger Splash

 

50

 

– Cinquanta Sfumature di Grigio ha fatto nascere una stella. Come ti rapporti con tutto questo e con i tabloid?

E’ fastidioso. Parlo dei modi di adesso: chiunque abbia un account Twitter si sente come un giornalista. Gli account dei membri della mia famiglia sono stati oggetto di parecchia attenzione in questo periodo e non mi sembra corretto. I miei fratelli e sorelle devono poter fare ciò che vogliono, non essere portavoce di messaggi per me. Questo è il motivo per cui mi trovo ora anche su Instagram, così la gente viene da me direttamente. E’ importante che i fan abbiano un canale diretto con il proprio idolo. E mi piace pubblicare foto.

– Magari si deve stare attenti a qualche amicizia, o essendo stata la “figlia di..” è sempre stato così?

Si, se cresci in una famiglia come la mia può succedere di incontrare persone non proprio leali. Pertanto la fedeltà, a mio parere, è estremamente importante.

– Tuo padre ha dichiarato che sei sempre stata indipendente anche da bambina e che non hai avuto bisogno di aiuto. Come mai così presto?

[Ride] Non sono sicura di esserlo davvero stata, non ho mai sentito di avere la mia vita sotto controllo, ma va bene lo stesso. La cosa divertente è che è a dirlo è proprio mio padre!

– Molti attriti?

No, solo occasionalmente ho sfidato i miei genitori.

– Come hanno deciso il tuo nome?

In realtà mi sarei dovuta chiamare Ruby, ma io padre disse che Ruby Johnson suonava pessimo. E poi c’era già una cantante famosa che si chiamava così. Comunque è successo che un’altra coppia di amici aveva deciso di chiamare la figlia Dakota, ma essendo nata di poco prima io i miei genitori hanno fottuto loro il nome sotto al naso!

– Don Johnson, Melanie Griffith, Tippi Hedren e Antonio Banderas – cosa hai “rubato” alla tua famiglia famosa durante il tuo percorso?

Spero di aver ereditato la forza e la dignità di mia nonna, l’umorismo e l’astuzia di mia mamma. Da mio papà ho imparato che nelle relazioni si esige il rispetto, e grazie ad Antonio ho imparato lo spagnolo: mio fratello e mia sorella minore parlano fluentemente, capisco a volte solo il discorso, ma riesco a interagire. 

– Come immagini l’uomo dei tuoi sogni?

Mi piacciono gli uomini con il cervello con cui confrontarmi in discorsi importanti. Che abbia integrità. Umorismo. E che sia dolce.

– Ti immagini già come mamma?

Si assolutamente. Mi sono occupata dei miei fratelli minori. Vorrei un domani due bambini.

 

 

Nuova still "A Bigger Splash"

Nuova still “A Bigger Splash”

 

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

3 commenti

  1. Lau

    Magari mi sbaglio ma tra le varie interviste ho annusato una certa insofferenza e un sottile pentimento per il ruolo in 50 sfumature…sarà perseguitata a vita per questa scelta?…povera lei;)

  2. Magda Rose

    A mio avviso puuò solamente rendere grazie e non credo si sia pentita. Come dico sempre: sapevano a cosa andavano innontro

  3. Desi

    Cara Lau, a mio parere lei e Jamie possono solo ringraziare 50 sfumature. Inoltre Dakota, sempre grazie a sto film ha modificato in meglio il suo hair look diventando 100000 volte pi ùaffascinante.
    Ne ha di motivi per amare sta serie cinematografica