Dakota Johnson: “Voglio un uomo con cui divertirmi nella vita”

 

 

Il primo giorno di novembre ci porta questa nuova intervista a Dakota Johnson. L’intervista è datata, e risale al periodo di promozione dei suoi due film “Black Mass” e “A Bigger Splash“, ma solo oggi il periodico spagnolo Mujer Hoy l’ha rilasciata.

Tra le parentesi quadre le N.d.T. per migliore comprensione dell’intervista.

 

DAKOTA JOHNSON for Saturday Night Live Photoshoot

 

– I tuoi genitori hanno contribuito nel costruire la tua carriera?

Sono grata di avere il sostegno della mia famiglia. Credo di aver ereditato il carattere forte di mia nonna [Tippi Hedren] e di mia madre [Melanie Griffith]. Ma ho imparato molto anche da mio padre [Don Johnson] e dal mio patrigno [Antonio Banderas].

– E’ stato un anno difficile, sempre al centro dell’attenzione dei media?

I miei genitori mi hanno insegnato a prendere una certa distanza di sicurezza da tutto che viene scritto su di me ed evitare che mi tocchi. Dal canto mio cerco di mantenere il silenzio.

– Film come “Black Mass” e “A Bigger Splash” sono quelli da te scelti per evolvere come attrice?

Non capita tutti i giorni di avere l’opportunità di lavorare con Johnny Depp o Tilda Swinton e Ralph Fiennes. Sono attori da cui posso imparare molto per migliorare nel mio lavoro. E sono stata anche molto fortunata a collaborare con registi di quel calibro.

– Come è stato il Festival di Venezia dove avevi ben due film?

Sono stata totalmente sopraffatta dall’architettura di quella città. Mi sarebbe piaciuto passare più tempo a Venezia, l’atmosfera è incredibile e mi sono immaginata protagonista di un film d’epoca.

– In “Cinquanta Sfumature” e in “A Bigger Splash” c’era del nudo. Sembri rilassata in quelle scene.

Non ho mai avuto problemi a spogliarmi davanti alla telecamera, anche perché fa parte del mio lavoro. Sto bene nel mio corpo e lo uso per esprimermi nell’impersonare i miei personaggi. I miei genitori sono di mentalità aperta e mi hanno aiutata a sentirmi a mio agio. Inoltre credo che aiuti anche avere una buona considerazione di sé, ed è essenziale essere a proprio agio quando si girano certe scene, a condizione che non siano gratuite né di cattivo gusto.

– In “Black Mass” interpreti una donna che vive con un mafioso e che fa tutto il possibile per proteggere il suo bambino. Come hai affrontato il personaggio?

L’ho vissuto come una donna che si trova in una situazione difficile, che vuole dare al figlio una sana vita familiare, anche se è consapevole che potrebbe prendere la strada della criminalità come il padre. Lei però sa cosa è giusto e cosa è sbagliato e cosa vorrebbe per il bambino. Lei cerca di infondergli certi valori, ma è complicato con un padre così energico e carismatico che insegna che è giusto colpire la gente se fanno qualcosa di sbagliato.

– Cosa attrae di un personaggio negativo ed oscuro come Bulger [mafioso interpretato da Depp] le donne?

Forte personalità e carisma, e anche potere. Alcune donne possono esserne attratte.

– Tu Dakota potresti essere attratta da un uomo così?

[Ride] No, preferisco un uomo gentile e cordiale con me. Un uomo con cui divertirti nella vita.

– Cosa ci dici del tuo ruolo in “A Bigger Splash”?

Interpreto una ragazza giovane, Penelope, che sta scoprendo la sua sessualità. E’ una ragazza nella sua fase di passaggio per diventare donna, è molto intelligente ma ha una strana connessione con il mondo che la circonda.

– Penelope ha dei tatuaggi che hai anche tu nella tua vita reale.

Ho deciso di non nasconderli perché Penelope, come me, porta il pentimento di decisioni passate che non possono più essere cambiate. Quando ero giovane non mi rendevo conto di quanto prezioso fosse il mio corpo. In questa storia Penelope non è ancora a conoscenza di quanto siano preziose certe cose nella vita e che possono avere conseguenze permanenti. I tatuaggi sono un modo di rappresentare questa idea.

– Hai potuto godere di un po’ di tranquillità quando sei andata a girare in Sicilia [set di “A Bigger Splash]?

Ho passato le mie estati ad Aspen nella casa di famiglia e ho tanti bei ricordi, soprattutto a Natale dove ci si riunisce con tutta la famiglia. In Sicilia ovviamente è stato molto diverso, la vita molto più rilassante e semplice. Sono rimasta impressionata dalla bellezza del paesaggio.

– Hai dichiarato in passato che ti piacerebbe vivere, in futuro, in un ranch.

Mi piacerebbe crescere i miei figli in Colorado o in un luogo simile. Sono cresciuta circondata da animali e voglio io stessa allevare animali come ha fatto mia nonna, magari evitando tigri e leoni! Mi accontento di cavalli e maiali!

– Come è stato lavorare con un regista italiano in Italia?

Strano. Anche perché sono entrata tardi nella produzione e non ho avuto molto tempo per preparami al personaggio di Penelope come avrei voluto, ma ho avuto molti confronti con Luca [Guadagnino, il regista] per crearlo al meglio. Mi sono confrontata anche con il personaggio di penelope in alcune sue analogie con me.

– Quali sarebbero?

– [Ride] Non lo dico! troppo personali e le tengo per me!

 

Dakota-Johnson--Saturday-Night-Live-Photoshoot--17

 

 

Photo: Photoshoot per SNL

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.