Dakota Johnson per DOT Magazine

 

 

Dakota Johnson nel nuovo numero del Magazine tedesco DOT con un nuovo scatto dal promoshoot per Cinquanta Sfumature di Nero!

La rivista dedica un servizio al film con nuova intervista a Dakota!

 

– Alla fine del primo film Anastasia lascia Christian e riprende il controllo della sia vita. Cosa succederà ora in Cinquanta Sfumature di Nero?

Ora Anastasia è perfettamente a conoscenza dei suoi sentimenti per Christian e si dimostra forte ammettendo di provarli ancora. Loro decidono di riprendere il rapporto e Anastasia scopre ancora più la propria sessualità, i propri desideri e il proprio corpo in un modo significativo.

– Cosa apprezzi di più in Anastasia?

Ero interessata allo sviluppo emotivo e sessuale di una giovane donna, ma ciò che veramente mi affascina è la potenza unita alla semplicità con le quali Anastasia esplora la propria sessualità. E con la sua sicurezza.

– Christian Grey è un personaggio molto complesso e anche interpretare lui dovrebbe essere un’esperienza emozionante.

Sicuroamente Interpretare qualcuno che è sadico e ama il fetish deve essere complesso ma anche affascinante. Nel secondo film scopriamo il vero passato di Christian, in particolare la sua infanzia. Abbiamo imparato molto sugli abusi, il rifiuto, e le cause dei suoi problemi nel fidarsi della gente. Sarà più emotivo e più malleabile, si aprirà di più e si rivelerà un uomo molto piacevole.

– Ci sono nuovi personaggi, uno dei quali è Elena Lincoln che ha avuto un ruolo chiave nel passato di Christian ed è interpretato da Kim Basinger. Come è stato lavorare con lei?

Una gioia pura. Quando per la prima volta vidi “Nove settimane e mezzo” il mondo mi si è capovolto e da allora ho ammirato il suo modo di lavorare: è semplicemente affascinante e molto talentuosa. Nei miei sogni narcisistici, la nostra collaborazione è una sorta di rito di iniziazione, quindi è stato un onore per me. Sono consapevole, naturalmente, che né io né nessun altro in questo mondo è sexy come Kim in “Nove settimane e mezzo”, ma non me ne faccio un problema.

– Che ruolo ha avuto l’umorismo sul set?

Ho la tendenza a trovare l’ironia un po’ in tutte le cose, anche in situazioni spiacevoli, e questo mi ha aiutata a far meglio in alcune cose. Ecco, è successo qualcosa di simile per Cinquanta Sfumature di Nero.
Mi auguro che l’umorismo presente nel secondo libro possa trasparire anche sul grande schermo e che dia al pubblico un “pausa per respirare”!

– Ritieni sia importante avere un buon senso dell’umorismo e non prendersi troppo sul serio?

Si perché trovo le persone serie estremamente noiose.

– I libri sono stati un successo in tutto il mondo. Come hai fatto ad ritornare nel ruolo di Anastasia?

Nel primo film la pressione è stata immensa. Le aspettative erano parecchio alte e tutto ciò era intimidatorio. Non avevo mai fatto sequel prima di oggi e non avevo mai dovuto riprendere lo stesso personaggio di un film per la stessa produzione. Il fatto che io e Jamie già ci conoscevamo ha reso le cose più facili.

– La chimica tra te e Jamie era ben presente già nel primo film..

In Jamie c’è una profonda tranquillità, ma è anche divertente e intelligente allo stesso tempo. Queste qualità le ritengo decisive per interpretare un personaggio come Christian Grey. Siamo diventati ottimi amici durante il primo film e se così non fosse stato le riprese sarebbero state un incubo! Abbiamo girato per sei mesi dove eravamo solo Christian e Anastasia. Un tempo molto lungo.

– Come hai fatto a girare intense scene sadomaso?

La quantità di scene di sesso che avremmo dovuto girare per quel film era abbastanza spaventevole. Abbiamo cercato di portare un po’ di leggerezza, ma assicurandoci che tutto fosse il più intenso e realistico possibile. Certo, fare certe scene può essere impegnativo sia emotivamente che fisicamente.

– Anastasia è diventata una donna sicura di sé, ed è riscontrabile in molti personaggi femminili odierni. Sei orgogliosa di interpretare questa giovane donna emancipata?

E’ l’aspetto più importante del cinema moderno. Dobbiamo mostrare donne determinate e sicure di sé nei film. Questo è importante in questo periodo storico, con gli attuali cambiamenti politici e sociali.

 

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

DOT

 

STAY TUNED!

 

DOT 2

 

 

1 commento