Dakota Johnson: “Il modo in cui ci si veste dice molto di come sei”

 

 

Una nuovissima intervista a Dakota Johnson per il nuovo numero del Magazine InStyle Germania!

 

 

 

 

– Sei il volto del nuovo profumo Gucci “Bloom”, che ricorda un giardino fiorito. Quale giardino ha un posto speciale nel tuo cuore?

 

Quello della nostra casa in Colorado, dove sono cresciutaIn una parte nascosta scorreva un fiume ed era molto fangoso e roccioso. Da bambina ci giocavo spesso. Non tornerò mai, ma ci penso spesso.

– E il tuo primo ricordo del brand Gucci?

 

Un abito nero e stretto con una cintura d’argento degli anni ’80 che mia madre recentemente voleva sbarazzarsene. Naturalmente l’ho preso subito io.

 

– Cosa succede ai vestiti che non indossi più?

 

Metto tutto in un grosso mucchio e lo lascio visionare alle mie sorelle. Quelli che non prendono, li dono a Good Will o ad una casa di donne a Los Angeles.

 

– Impegnata in altre attività?

 

Sì, collaboro con Action in Africa. Sarah, la mia migliore amica da quando eravamo piccole, fondò l’organizzazione dieci anni fa quando aveva 17 anni. E’ volato in Uganda a quei tempi e ha costruito una scuola, ora vive lì.

 

– Anche con tutta la buona volontà: cosa non daresti mai via?

 

Questo è problema. Come un capo vintage con pelliccia che ho preso da giovane e non ho mai indossato.

 

– Che cosa significa la moda per te in generale?

 

Beh, il modo in cui ci si veste, dopo tutto, dice molto su chi sei e come vuoi essere vista.

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.