Sottotitolo: ovvero, cosa cercano le donne nel romanzo erotico? Dite la vostra!

Quando leggiamo i nostri amati romanzi siamo attratte, il più delle volte, dal punto di vista maschile.

cercasi-cameriera-andrea-danzi

Non a caso i libri che hanno avuto più successo recentemente sono quelli narrati da voci maschili.

Capirete, quindi, che quando Andrea ha bussato alla mia porta segnalandomi il suo libro la scimmia curiosa, e molto urlatrice, che vive in me non ha resistito alla tentazione e gridava a gran voce: devi leggerlo assolutamente!

Un uomo, autore di romanzi erotici, come potevo farmi scappare questa occasione!

Mi sono così avventurata nella lettura di “Cercasi Cameriera…. per Ricevimenti Privati nell’Alta Società”, edito Eros Cultura, per vedere come affrontava un uomo la narrativa erotica.

Il romanzo, narrato a tre voci, racconta la storia di Rose, una giovane con difficoltà economiche e un fidanzato trasferito oltreoceano per motivi di lavoro. Con il cuore malconcio per il forzato distacco dal compagno di una vita, risponde ad un annuncio di lavoro per cercare, almeno, di sanare le sue finanze. Accetta così di lavorare per un servizio di catering gestito da Robert, bello come il peccato, un ragazzo a cui sembra impossibile resistere, tanto quanto i suoi bignè.

 

www.50sfumatureitalia.it

 

 

Il loro rapporto professionale è destinato, come nelle migliori tradizioni, a subire un cambiamento, dettato dall’ irresistibile attrazione che provano entrambi, ma a complicare le cose per Rose subentra anche il lavoro, che prende una piega inaspettata facendole conoscere i piaceri della carne e della perdizione.

La ragazza si ritroverà combattuta tra il suo passato con Andrew, che rimpiange, e un futuro con Robert che non sente suo. Quale sarà la sua scelta?

 

IMG_0556Una storia che merita sicuramente di essere letta, dalla trama originale, che accosta due dei piaceri della vita come il cibo e il sesso, ma che mi ha lasciato anche qualche perplessità che non vi nascondo, come non le ho nascoste ad Andrea. Mi sono più volte chiesta: può essere una romanzo adatto per voi fan delle sfumature, sempre alla ricerca della storia d’amore perfetta, quella con la “A” maiuscola, oltre al lato erotico, per molte di voi degna conclusione di un sentimento?

Da questa mia domanda è seguito uno scambio di email con Andrea e visto il reciproco interesse nel cercare di carpire i rispettivi segreti dei nostri universi, quello maschile e quello femminile, abbiamo deciso di fare una chiacchierata, chiedendoci se finalmente saremmo giunti all’epilogo del perchè le donne vengono da Marte e gli uomini da Venere!

Partendo dal suo romanzo ci siamo chiesti cosa cercano le lettrici in un romanzo erotico? La componente romantica deve sempre essere presente o può essere un blando contorno?

 

Quello che leggerete di seguito sono i nostri deliri notturni , che detto tra noi, non hanno trovato ancora una chiara risposta!

 

www.50sfumatureitalia.it

 

Ciao Andrea, sai di essere ufficialmente la prima presenza maschile ospite del sito, che effetto ti fa?

Caspita !!! Adesso sono emozionato ! Sono contento di avere questo onore !

Quando hai iniziato a scrivere?

Un anno fa ho cominciato a scrivere un racconto per un concorso (eros) … da quel momento non mi sono più fermato e a febbraio è nata l’idea del romanzo.

Quindi sei partito subito scrivendo narrativa erotica?

A dire la verità il primo racconto in assoluto non era eros…

Quando ti è venuta la prima idea del libro, da cosa hai preso ispirazione?

Il libro fondamentalmente nasce da un racconto che ho scritto per un concorso. L’idea di creare una storia in cui cibo ed eros si rincorrono… E l’ispirazione è arrivata anche da una telefonata con la mia ragazza.

IMG_0564Mi è piaciuto molto l’accostamento eros e cibo, è una situazione che mi ha sempre intrigato, infatti la scena iniziale del tuo libro è tra le mie preferite. Cosa ti ha fatto pensare che fosse adatto al pubblico fan delle Sfumature? Eri sicuro potesse piacere alle donne? Ti sei mai chiesto cosa cercano le lettrici in questo genere?

Perché ero curioso di un vostro parere, voi siete lettrici “accanite” del genere e … lo speravo.  So di aver creato una storia molto diversa dallo standard delle Sfumature… ovviamente non ho la presunzione di aver scritto per le donne ma a proposito… come si scrive per le donne ?

In effetti si, la tua storia è molto stuzzicante, ma sicuramente diversa. Posso dirti la mia opinione, non posso parlare per tutte, le lettrici di solito sono attratte dall’erotismo, ma cercano anche una forte componente romantica.

Io stesso sono un uomo ( che sta ancora cercando di capirvi ) e spero di aver incontrato i gusti delle donne. Ritengo che nel mio romanzo la componente romantica esista. Se vuoi puoi spiegarmi cosa sia il vero romanticismo che le donne cercano, ma io, da uomo profano, trovo che sia romantico l’amore tra due persone che seppur lontane continuano a volersi, aspettarsi… ed a perdonarsi…

E’ già tanto che un uomo cerchi di capire l’universo femminile, anche perchè devo ancora trovarne uno che legga questo genere di libri. Tu li leggi?

La mia biblioteca comprende principalmente altri generi, ma ho cominciato ad apprezzare…

Che titoli hai letto, se posso.

Sylvia Day, “Riflessi di Te”.

Bè Sylvia Day è una che la sa lunga.  Ecco, Asso è il beniamino di molte donne, il tipo di personaggio maschile che amano e cercano in un libro.

L’hai sicuramente trovato diverso dal mio, vero ? Ma secondo te quel tipo di uomo è reale ?

Quello che di solito cercano le lettrici in un personaggio maschile è un tipico uomo alpha, non per forza dominatore, ma determinato, sicuro di sè, abituato ad ottenere quello che vuole, oltre che un dio del sesso, e deve essere la conseguenza di una passione travolgente o di un amore che non ammette tradimenti. Se poi anche un gran bastardo ed arrogante ancora meglio, sai alle donne piace farsi del male, hai presente belli e impossibili no?! In realtà non esiste, per quello piace tanto. Il problema è che noi donne nel quotidiano siamo quelle che si fanno in quattro, mandano avanti tutto tra casa, famiglia e lavoro, prendendo decisioni oggi santo giorno – e non dire di no – è questo, almeno per me, il motivo per cui piace un uomo del genere.

E’ questo quello che cercate? Ok, alle donne piace sognare, non lo metto in dubbio… ma io ho voluto scommettere su qualcosa di diverso, qualcosa che forse, a mio modesto parere, è più reale ( come il ragazzo della porta accanto per le donne ) mi stavo solo chiedevo se per sognare è necessario che il sogno sia impossibile da realizzare….

 

www.50sfumatureitalia.it

 

Alle volte si, si chiamano romanzi di evasione proprio per quel motivo,ma non neccesariamente. Ci sono anche altri titoli che sono andati tantissimo ultimamente, ma hanno personaggi… diciamo più reali. Ma consideri veramente una situazione reale quello che hai scritto? Veramente secondo te una donna di fronte al bisogno, e anche davanti alla tentazione, cede e si vende senza problemi?

Ovviamente io ho esasperato la situazione, è un romanzo, non si tratta solo di donne, ma anche di uomini, credo sia possibile (assolutamente NON la regola) che le persone scendano a compromessi. Comunque premetto che non era mia intenzione scrivere un romanzo rosa/romantico, volevo solo raccontare le insicurezze che possono offuscare le scelte di una donna quando si trova sola, col ragazzo lontano ed un affitto salato da pagare. Il mio più che amore “romantico”, potrebbe essere considerato più passionale ed istintivo…. diciamo che è più il racconto di un vizio capitale… che esiste in ognuno di noi….

Mi piace l’idea del vizio capitale.

Il mio dove lo mettiamo ?  Tra i dannati ?

Mmmm…. il tuo nel girone dei lussuriosi ci sta bene, che dici?

Ci può stare!
Inoltre riflettevo: le lettrici vogliono immergersi in un amore romantico, eppure la “fantasia erotica” non ha sesso, appartiene all’uomo quanto alla donna.
Nel mio romanzo credo di aver esplorato alcune fantasie femminili… questo non attirerebbe, a tuo avviso ?

Per alcuni aspetti si, ti ripeto io stessa sono rimasta molto intrigata da alcune scene, ma vige ancora una sorta di tabù in cui una donna promiscua non è ben vista dalle lettrici. Hai mai letto Maya Banks? E’ un’autrice americana famosa per i suoi romanzi che affrontano tematiche di menage, e anche quelle alle volte, nonostante io penso siano una grande fantasia femminile, non vengono apprezzate.

Quindi sono un incompreso come Maya Banks!
L’uomo irreale, inarrivabile ed impossibile SI… Il sesso promiscuo NO?
E’  una donna che ha bisogno di arrivare ad un limite estremo per decidere se tornare indietro o meno, infatti poi si ferma. Sono le circostanze che li portano a comportarsi così!

 

IMG_0563Si, ma purtroppo vige sempre la stessa regola antica di anni. L’uomo seduttore, libertino è visto come un eroe, la donna no. Ed è brutto da dire, ma siamo sempre noi donne a giudicare per prime un’altra donna. Posso svelarti un segreto che mi hanno confessato alcune lettrici?

Ok, dimmi il segreto! Tanto non lo saprà nessuno … ssssssshhhhhhhhhhh

In quasi tutti i romanzi è il protagonista maschile che conquista tutta la scena e le menti delle lettrici. libri vengono ricordati in base ai protagonisti maschili e le loro battute quasi imparate a memoria, Grey docet.

 

Nel mio sono due i protagonisti maschili ! C’è l’imbarazzo della scelta!!!

Andrew rappresenta il sesso dolce e tenero, quello che spesso si dà per scontato, a differenza di Robert che incarna quello selvaggio, quello dove non occorre avere il cervello acceso… e neppure un cuore… Nel mio romanzo ho cercato,  forse non ci sono riuscito, di creare un contrasto tra amore con la A maiuscola e sesso, tra Andrew e Robert  e quindi di analizzare anche l’indecisione di Rose, che forse, come la maggior parte delle donne, è attratta inevitabilmente dagli stronzi, ma poi ……….

Ma tu sei così sicura che la maggior parte delle lettrici la pensi come te?

Tu e le altre lettrici mi volete aiutare a scoprire il romanticismo femminile (questo sconosciuto)?

Hai trovato quella giusta per capire il romanticismo. Non sono esattamente il tipo cuori e fiori.

Chissà perchè, l’avevo capito!

Sai cosa sarebbe bello? Hai mai visto quel film “What Women Want”? Io ho sempre desiderato essere al posto di Mel … forse sono capitato sul tuo sito per sentire anche io le voci ( qui qualcuno starà chiamando l’esorcista )

Come avrete certamente notato il nostro scambio di opinioni non ha svelato alcun mistero, ma direi che piuttosto ha sollevato altre domande.

Domande  che noi giriamo a voi!

Dichiaro aperto il dibattito, dite la vostra!

 

TROVATE QUI TRAMA E INFO SUL ROMANZO DI ANDREA

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

38 commenti

  1. GiusiG

    Ciao Andrea e Miss “non sono un tipo da cuori e fiori” 🙂 io penso che la maggior parte delle lettrici cercano la costante del romanticismo in queste letture evasive per giustificare il fatto di acconsentire ai desideri/pratiche degli uomini da conquistare, prendiamo Ana che prova alcune pratiche estreme con Christian.. perchè lo fa? la prima cosa che rispondiamo è perchè lo ama. Una ragazza normale che per il suo lui è pronta a provare il bondage o altro in nome dell’amore vero è più comprensibile da capire. Io credo nell’amore vero, ma come ben sappiamo porta anche ad annoiarsi… ed ecco il mix perfetto che si ha nelle letture erotiche amore+sesso da urlo+ cose proibite ma non esagerate che piace tanto. Poi ovviamente ci sono altre che amano solo il sesso e non la combinazione amore/sesso perchè magari seguono il loro istinto di essere soddisfatte (abbiamo anche noi i ns bisogni sessuali) e ciò non viene capito da chi giudica la promiscuità. Andrea non ho letto il tuo libro però penso che lo farò… un saluto 🙂

    • Andrea

      Cara GiusiG, dato che esistono pochi uomini perfetti al mondo, o forse neanche quelli :-), ho dovuto inserire 2 distinti personaggi nel romanzo per cercare di creare quel mix perfetto a cui tu fai cenno nel commento.
      Per quanto riguarda la promiscuità… ne ho parlato a lungo con Miss “non sono un tipo da cuori e fiori”, non è una situazione cercata e voluta dalla protagonista, ma è solo l’apice di un percorso…
      … beh, non posso svelare tutto. 😉
      Ti ringrazio per aver espresso la tua opinione in merito e spero che il libro non ti deluda.
      Saluti,
      Andrea

  2. La Ale

    Ciao Andrea, Ciao Miss…io adoro Maya Banks!!!!!!!!!! Detto questo ho detto tutto 😉
    Quindi farò tesoro di questa intervista e prenderò quanto prima il Tuo libro e poi ci risentiremo.
    E aggiungetemi pure alla lista “non sono un tipo tipo da cuori e fiori”!

  3. Andrea

    Cara La Ale… vedo che ti sei schierata con Miss… 🙂
    spero che il libro ti piaccia.
    saluti,
    Andrea

  4. Mia Grey

    Non sempre l’amore che una donna prova per il suo uomo la porta ad ottenere quello che desidera da lui, non sempre raggiunge ciò a cui aspira….
    Uno dei miei libri preferiti era, e lo è ancora, “Histoire d’O”. Qui lei è vera schiava d’amore, altro che Anastasia.
    E’ crudele, rude, essenziale ed elegante.
    Finisce male, molto male per la protagonista, in entrambi i finali che la scrittrice fornì all’epoca…
    Alle più non è piaciuto, perchè naturalmente si vuole sempre l’happy end….

    Sono io una lettrice adatta al tuo libro, gentile Andrea?
    Anche a me piacciono le happy end, comunque…
    Il tuo romanzo ce lo regala???

    Buona vita.

    • Andrea

      Cara Mia Grey, con sincerità ti dico che la protagonista non è schiava d’amore, ma è schiava della società di oggi che pone sempre ed inesorabilmente davanti a delle scelte…
      per quanto riguarda l’happy end…
      la tua domanda esplicita necessita di altrettanta risposta, ma svelerebbe il fulcro del romanzo.
      posso dirti che sono un tipo che non ama vedere le donne tristi. 😉

      ti ringrazio molto del commento.
      spero tu possa capire il mio (parziale) mistero sul finale e spero che non ti abbia tolto la voglia di leggerlo.

      buona serata.
      Andrea

      • enza

        Scusami se dissento, ma il tuo personaggio femminile non mi sembra tanto schiavo
        della società, non so neanche come descriverla,……debole? talmente bisognosa d’affetto
        da accettare tutto da un uomo che conosce da poche ore? il profumo di vaglia poi…….scusa
        ma a furia di sentirlo riportare nei libri inizio a detestarlo.

        • enza

          scusa “vaniglia”.

          Non riesco a capire ma leggere il tuo libro, mi ha fatto veramente inc…….re.
          Ho letto libri erotici…. romantici….erotico romance, ……..basta diventerei maleducata.

      • Mia Grey

        Grazie per la risposta. E scusami, ti ho messo in una situazione difficile. Non intendevo provocare spoiler…

        • Andrea

          Cara Mia Grey, figurati… ognuno esterna i propri pensieri e le proprie opinioni.
          in due giorni ho avuto un commento che rasenta l’amore verso il mio libro da parte di Ciccina e uno che rasenta l’odio da parte di Enza e questo è importante per me.
          spero ce ne siano altri, che dissentino da Enza però… 🙂
          a parte le battute, ho terminato l’intervista chiedendo a voi lettrici un aiuto a scoprire il romanticismo letterario femminile… cosa cercate quando acquistate un romanzo erotico… lo state facendo e di ciò vi ringrazio.
          questo esula dal mio romanzo anche se inevitabilmente si trova ad essere esposto ai vostri commenti.
          Buona giornata,
          Andrea

  5. Renèe

    Ciao Andrea, io invece sono una sognatrice. Sogno ad occhi aperti un amore passionale, sensuale, sfrontato e anche selvaggio, ma pur sempre un amore, quello con il lieto fine. Non importa se durante il percorso bisogna scendere ad alcuni compromessi, basta arrivarci insieme, proprio come accade ad Anastasia e Christian. Entrambi, andando per tentativi ed errori, cercano di equilibrare il loro rapporto. Devo dire che mi hai incuriosita parecchio, lo leggerò sicuramente, anche perchè il punto di vista maschile mi incuriosisce e non poco. 😉 Mi sono sempre chiesta come ci vedete e come ci interpretate, in particolar modo nell’intimità. 😉
    A presto e buona serata.

    • Andrea

      Cara Renèe, i punti di vista sono 3 (di cui 2 maschili)… anche se la protagonista principale rimane sempre Rose. Come hai detto tu, si tratta effettivamente di un percorso tortuoso che porta ad una immancabile scelta finale. A Mia Grey ho risposto che alla fine la ragazza non è più triste… durante l’intera storia ha scelto d’istinto, ma alla fine decide col cuore.
      Ti ringrazio di aver aggiunto la tua opinione e spero che la storia ti piaccia.
      Buona giornata,
      Andrea

  6. Antonietta

    Caro Andrea io amo il romanzo erotico ma anche vedo il lato romantico e come evadere e sognare un uomo che non troverai mai sono curiosa di leggere il tuo romanzo solo per scoprire il mix tra cibo e sesso

    • Andrea

      Cara Antonietta, troverai il cibo un po’ ovunque 🙂 , anche se rimane il semplice sfondo dell’intera storia.
      Quando, nell’intervista, ho chiesto a Miss di aiutarmi a capire il romanticismo femminile lei ha subito specificato che non è un tipo da cuori e fiori. C’è proprio bisogno di avere un uomo alpha ricchissimo e stronzo per far sognare una donna? Non può farla sognare anche una vita normale con un ragazzo normale che la adora? … certo, senza cadere nella noia sessuale però… 🙂
      Ti ringrazio del commento.
      Buona giornata,
      Andrea

        • Andrea

          Cara Antonietta, in un romanzo un personaggio così si può costruire…
          … Stella sostiene che tipi del genere nella realtà sono davvero rari. 🙂
          Buona giornata,
          Andrea

  7. Ellyfain

    L’ho scaricato, appena l’ho finito vi dico che è successo al mio neurone….
    😉

  8. ciccina

    Bellissima intervista complimenti!!! Io ho letto il libro e mi è piaciuto moltissimo, lo consiglio a chi non lo avesse ancora letto o a chi fosse indeciso 😉 Ho letto anche le 50 sfumature che ho apprezzato. Posso dire che sono diversi, nelle 50 sfumature ci viene (io lo interpretato così, è solo il mio umile parere) presentata una storia molto forte, intrigante, coinvolgente ma anche leggermente irreale. Mi spiego: Christian è il bello, ricco, dannato, sexy uomo fantasia di molte donne (compresa me). Anastasia è una ingenua, dolce donna che si innamora e in nome dell’amore rinuncia a tutto, compreso la sua dignità. So che molte donne si sono sentite insultate da questo personaggio ma bisogna anche ricordare che è solo un libro, e quindi come tale va giudicato. Io personalmente non mi sono sentita offesa per niente, ho goduto in ogni pagina (scusatemi il termine ma non me ne veniva un’altro adatto). Ho vissuto questi libri come una piccola parentesi dalla mia semplice vita fantasticando su un possibile incontro con un bellissimo, tenebroso e sexy uomo dagli occhi grigi che mi rapisse e mi portasse nel suo vortice di passione e peccato. Non mi sto lamentando della mia vita o del mio uomo anzi… dico solo che pagina dopo pagina ho fantasticato anch’io… sarò fatta male ma io sono così mi calo molto nei libri che leggo…
    Scusatemi mi sto dilungando troppo… tornando a noi…
    In Cercasi cameriera… invece ci viene raccontata una storia reale, veritiera, perchè potrebbe accadere ad ognuna di noi di trovarci in una situazione simile a Rose. Io non so cosa avrei fatto al suo posto, di sicuro ci avrei pensato bene quindi non me la sento di criticare le sue scelte. La storia scorre via fluida, ti incalza e ti incolla alle pagine con il fiato sospeso per sapere il finale… tanto che ad un certo punto sono stata obbligata (da qui intuirete la mia poca pazienza) a passare a leggere l’ultima pagina con gli occhi a punto interrogativo per paura di cosa avrei potuto trovare. Ecco una cosa che differenzia molto questo romanzo dalle 50 sfumature: qui non sai mai cosa aspettarti nella pagina dopo quella che stai leggendo. Il finale poi… è da bava alla bocca ^_^
    Per quanto riguarda l’intervista, io non posso parlare a nome di tutte le donne (perchè alcune non le capisco nemmeno io ^_^) ma posso parlare per me. Io amo leggere di uomini: surreali, sexy, duri, forti che ti rapiscono con un solo sguardo e che ti stravolgono; Allo stesso tempo mi piace leggere di uomini dolci, reali, con i loro difetti che ti amano, ti rispettano, ti verenano e ti aiutano. Diciamo che vado a momenti… pero amo leggere di entrambi gli uomini, opposti ma ugualmente apprezzati, diciamo che dipende se ho voglia di coccole e tenerezze o di passione e erotismo. Posso dire che per me l’uomo perfetto sarebbe un mix di entrambi: bello e dannato come Christian e dolce e inteliggente come Andrew. Caratteristiche che troviamo in Cercasi cameriera… e solo alla fine si saprà la scelta di Rose.
    Una cosa sicura la posso dire: entrambi i romanzi sono stati anche apprezzati dal mio uomo che ne ha beneficiato gli effetti… 😉
    Buona giornata

    • Mia Grey

      Bel commwnto, grazie per la tua recensione 🙂
      E per l’ultima frase…. APPERO’!!!!!! ahahahahaha 😀
      Buona vita a te e al tuo uomo!!

  9. Andrea

    Cara Ciccina, intanto ti ringrazio per aver letto il mio libro.
    Poi non posso fare altro che ringraziarti nuovamente per il parere espresso, sono molto contento che ti sia piaciuto. In ultimo, da uomo, sono contento per il tuo ragazzo. 🙂
    Ah, dimenticavo, grazie anche per aver contribuito al dibattito aggiungendo le tue preferenze riguardo la letteratura erotica.
    buon pomeriggio,
    Andrea

  10. enza

    Ho scaricato il libro, e francamente ….scusami ma Maya Banks è un’altra cosa, forse io
    non ho capito a fondo il tuo libro, non ci ho trovato nulla. A parte il primo capitolo che è brillante ben
    scritto, accattivante….poi ho fatto fatica a finirlo, ero innervosita dal tipo di scrittura, dai personaggi.
    Mi riservo di rileggerlo…..magari con una seconda lettura riesco ad apprezzarlo meglio.
    buona giornata

  11. Andrea

    Cara Enza, mi dispiace tanto che non ti siano piaciuti la storia e i personaggi del mio libro.
    Spero che con una seconda lettura tu possa cambiare opinione…..
    Mi piacerebbe avere il tuo parere su cosa cerchi in un romanzo erotico.
    Buona serata,
    Andrea

    • enza

      Non credo che si tratti di cosa cerco in un romanzo erotico, la parte erotica c’è, ma sono i
      personaggi che mi hanno creato un blocco, ti spiego come li ho vissuti io durante la lettura,
      Robert è un pappone della peggiore specie, approfittatore e subdolo, le ultime righe del libro
      lo raffigurano per quello che è, Rose….. my good, siamo abituate a eroine fragili e un po’
      ingenue, ma lei mi è sembrata così superficiale, forse hai descritto poco il personaggio,
      Andrew, in pratica è un personaggio che non c’è…mi ha fatto tenerezza.
      Dimmi da uomo, se ti avessero detto che la tua compagna si è fatta scopare da chiunque accetteresti così tranquillamente come hai fatto fare a Lui?
      Per farti capire cosa intendo ti consiglio di leggere “lo Strappo” di Chiara Renelli, è erotico
      ma non disdegna di addentrarsi nella parte psicologica, e a me piace l’insieme, l’erotico
      fine a se stesso risveglia la femminista che dorme nel mio profondo 🙂
      Oppure potresti leggere la “trilogia delle stanze”, e scritto da un uomo, ma ha colto in pieno
      l’essenza del personaggio femminile.
      Comunque ripeto, rileggerò il tuo libro.
      Buona serata

        • Andrea

          Cara Enza, credo che tu abbia inquadrato bene i personaggi.
          Robert è il tipico bello e stronzo, approfittatore, vero, ma è presente in un momento delicato della vita di Rose, turbandola.
          Rose è fragile e ingenua?… sì, ma purtroppo si trova ad essere disarmata davanti alla perdita di tutti i punti di riferimento della sua vita. Come ho detto nell’intervista, e risposto a Renèe, durante la storia agisce d’istinto che a volte, si sa, porta a commettere errori.
          Andrew sicuramente è poco presente fisicamente, ma rappresenta l’amore silenzioso. Ti fa tenerezza perché riesce a perdonare Rose? E’ vero, io non l’avrei mai fatto, ma lui, sentendosi anche in colpa, riesce a farlo.
          Ti ringrazio molto dei consigli letterari e della tua opinione.
          Buona serata.
          Andrea

          • Mia Grey

            Io ancora non ho letto il romanzo….
            Ma perdonare gli imperdonabili ( sempre che Rose sia imperdonabile, non lo so)
            fa parte del fardello che uno ( o una) si porta sulle spalle quando e’ innamorato/a.

  12. ciccina

    Ciao a tutti, non era mia intenzione fare una recensione, ma il riassunto non è un mio pregio scusatemi…
    Mi permetto di intervenire e ribattere ad alcune affermazioni che ho letto nei commenti delle altre persone. Non pretendo che le persone debbano per forza dire che il libro era bello, perchè se a loro non è piaciuto ok, ci sta, ognuno ha le proprie opinioni, io non le discuto. Ma non posso accettare di leggere determinate cose… credo che si sia perso di vista un punto fondamentale: è un erotico, e come tale va giudicato. Non è un’autobiografia di storia vera, non è un diario di vita, è un romanzo erotico. Voi continuate a dire come possa una donna essere così fragile, qualcuno dice che era bisognosa d’affetto e qui mi chiedo se è stato veramente letto il libro. La protagonista non è bisognosa d’affetto o d’attenzione ma ha la necessita di soldi e Robert gli prospetta una facile soluzione: tanti soldi subito in cambio di prestazioni sessuali.
    Trovo sbagliato paragonarlo così tanto alla vita reale perchè allora sarebbe da bocciare anche Viaggio al centro della terra di Jules Verne, romanzo famosissimo, perchè non coerente con la realtà perchè che io sappia non è possibile raggiungere il centro della terra. Oppure Il barone rampante di Calvino, non conosco nessuno nella realtà dei giorni nostri che vive sugli alberi…

    Allo stesso modo non capisco le donne che si sentono offese dal tipo di “relazione” (chiamiamola così) che viene descritta in Cercasi cameriera… e in 50 sfumature. Mi sembra che all’improvviso siamo diventate tutte puritane… non dico di andare a darla al primo che capita ma leggere romanzi di questo genere come pure Undici minuti di Coelho o tanti altri famosissimi non è scandaloso. Come ho detto prima sono solo libri. Poi allora seguendo questo stesso ragionamento non bisognerebbe leggere neanche Mille splendidi soli di Hosseini perchè parla di bambine (piccole donne) di 15 anni dati in moglie a 50enni che le picchiano, le violentano e le segregano in un paese povero e in guerra come l’Afghanistan… allora vuol dire che leggendo quest’ultimo libro siamo d’accordo con quelle usanze…
    Avete deciso di leggere un romanzo erotico non un saggio… quindi come potete dire che vi aspettavate più psicologia e simili… e come se io amante dei fantasy mi vado a leggere uno storico… non c’è nesso.
    Secondo il mio umile parere si sbaglia a paragonare così tanto i libri con la realtà, si può benissimo leggere di due donne che si amano e fanno sesso senza per forza essere omosessuali… il mio è solo un esempio e come tale va preso.
    Concludo porgendovi una domanda, visto che voi paragonate il romanzo alla vita reale chiedendo come un uomo possa perdonare una donna che ha fatto simili scelte allora io vi chiedo: foste Rose (quindi senza soldi, senza lavoro e con una relazione sentimentale complicata con lui lontano) accettereste 400 sterline per del sesso orale? Io forse direi di si se fossi in una situazione brutta ma il mio sesto senso mi dice che voi invece mi risponderete tutte di no.

    • Kiki

      Condivido in tutto e per tutto quanto da te scritto in maniera chiara e con criterio.
      Non ho letto questo libro, forse non lo leggerò mai perché come trama non mi intriga, ma difendo il vero erotismo e non il sesso esplicito descritto nelle Sfumature e nei surrogati arrivati dopo, come era logico aspettarsi.
      E soprattutto condivido in pieno il pensiero che un libro non deve rispecchiare per forza la realtà trattandosi in questo caso, di un romanzo. Vogliamo togliere ai libri proprio questa parte bella e unica?

    • enza

      Nel libro di Hosseini si parla di vita reale…pura e cruda vita reale, nel libro di Coelho ” undici minuti” , autore che io amo, l’aspetto psicologico della protagonista viene analizzato eccome, anche se io non lo considero un erotico. Ti do ragione quando dici che ho deciso di leggere un libro erotico, quindi non dovrei aspettarmi altro, ma io ho espresso le sensazioni che ho provato leggendolo, scusa ma mi sento chiamata in causa, e so benissimo che non si tratta di vita reale, la vita reale è molto più, ma io leggo per sfuggire alla vita reale. Per rispondere alla tua domanda se fossi Rose hai ragione non accetterei e si mi fa sentire in colpa leggere un libro erotico.

      • ciccina

        Ciao Enza, mi dispiace se ti sei sentita chiamata in causa… Io NON volevo e NON voglio attaccare personalmente nessuno. Io NON discuto sulla piacevolezza o meno del romanzo, francamente se è piaciuto o no a me interessa fino ad un certo punto. Dai tuoi commenti aveva capito che non ti era piaciuto come Andrea aveva sviluppato i personaggi e le azioni che gli aveva fatto fare perchè discostanti dalla realtà. (Correggimi se ho capito male).
        Io volevo solo dire che UN LIBRO PUO’ ESSERE BELLO ANCHE SE LA STORIA, I PERSONAGGI E LE SCELTE NON RISPECCHIANO FEDELMENTE LA REALTA’.
        Ci sono romanzi bellissimi citati da entrambe che parlano di vita reale, alcuni anche in maniera diretta e sono tutti capolavori da oscar non lo nego ma possono piacere anche romanzi come Cercasi cameriera… che sviluppano un concetto diversamente.
        Su Undici minuti non so cosa dire… io lo visto come un erotico perchè parla di prostituzione utilizzando un linguaccio realistico ed esplicito senza peli sulla lingua, e sì, analizza anche l’universo femminile come hai detto tu.
        Naturalmente non paragono Coelho con Andrea perchè sono su due livelli e pianeti diversi… dico solo che ci sono molti romanzi come questo che anche se non sono ai livelli dei “grandi” dell’erotico, sono belli.
        Io non voglio offenderti, magari non condivido tutto… ^_^ ma capico il tuo parere, mi dispiace se provi sensi di colpa nel leggere romanzi erotici perchè c’è ne sono di molto belli… ma se la pensi così, ok. Il bello dei libri è proprio questo: ognuno li interpreta diversamente.
        Io volevo anche dire che secondo me in Cercasi cameriera… oltre all’erotismo c’è anche dell’altro perchè comunque la protagonista fa un viaggio interiore che la porta poi ad una determinata scelta (non specifico per non rovinare la lettura a chi deve ancora leggerlo ma tu che lo hai letto sai a cosa mi riferisco), percorso che non ho trovato in 50 sfumature, nonostante mi sia piaciuta la storia di Anastasia e Christian.
        Spero di essermi fatta capire.
        ciao

  13. Andrea

    Ringrazio tutte per aver partecipato al dibattito e per aver mostrato interesse verso il mio romanzo. :-*
    Sinceramente speravo, in cuor mio, che svelaste un po’ di più i vostri gusti, così da capirvi meglio. 🙂
    Ringrazio Enza e Ciccina per essersi appassionate, anche se con stati d’animo diversi, al romanzo e per aver dato vita ad un interessante scambio di opinioni.

    Se, per qualsiasi motivo, volete contattarmi personalmente questa è la mia mail:
    cercasicameriera@hotmail.com
    e questo è il sito del romanzo: http://cercasicameriera.jimdo.com/

    Spero che i vostri commenti non finiscano qui e ne seguano altri in cui riusciate a sbottonarvi un po’ di più. 🙂

    Buona serata,
    Andrea

  14. fede@56

    Buongiorno a tutti, ho trovato nel web il link che riportava a questa intervista così ho fatto un salto. Complimenti! Di solito gli autori tendono a lasciarsi poco andare, ma in questo caso no.
    Non ho letto questo libro ma penso proprio che lo farò, la trama è interessante.
    Sono d’accordo con l’autrice del post nell’affermare che sono molto diffusi i racconti scritti da una penna maschile. Pensavo fosse difficile per un uomo scrivere sull’universo femminile ma sono contenta nel costatare che nei molti romanzi che ho letto non ho trovato tutte queste difficoltà. Quindi sono curiosa di chiedere all’autore se ha avuto problemi nel scrivere la protagonista, sopratutto nei pensieri e nelle scene erotiche. Per rispondere invece alla domanda principale, io in un romanzo erotico cerco sia la parte romantica che quella erotica, in alcuni casi è persin meglio che ci sia poco romanticispo e più eros ma dipende dalla bravura della penna che scrive e dalla situazione. Il mio genere di lettura spazia dallo storico e dai saggi al romance, non disdegno nessun libro. Se compro un erotico mi aspetto una scrittura fluida, non volgare, travolgente che porti il lettore pagina dopo pagina nel mondo dell’erotismo.
    Saluti
    Federica

    • Andrea

      Gent.le Federica,
      rispondo, anche se con ritardo, alla tua curiosità…
      Devo ammettere che provare a immedesimarmi in una ragazza è stato divertente e stimolante, ma non senza difficoltà. Non credo ci si chieda mai abbastanza quello che possa pensare una persona di sesso opposto e, per quanto più possibile ci si possa avvicinare, qualcosa sfugge sempre. Rose è nata così, non ho cercato di avvicinare lei a me, bensì il contrario. In passato mi colpì molto la lettura di “sei personaggi in cerca d’autore”, non so se l’hai letto, ma la mia protagonista la vedo così, come una ragazza che ha la Sua storia da raccontare e che nasce per questo. Quindi sì, ho cercato di immedesimarmi, ma non fondendomi con lei. Ecco da dove scaturisce la mia curiosità del mondo femminile, perché pur provando, e non potrei far di più che tentare, la mia mente continuerà a nascondere punti interrogativi. Devo invece ammettere che ho avuto meno difficoltà dal punto di vista erotico… forse perché si riesce più facilmente a percepire le sensazioni del partner in un rapporto sessuale passionale e… generoso. 🙂
      Grazie dell’intervento e di aver contribuito al dibattito esponendo i tuoi gusti.
      Mi fa piacere che la trama ti abbia intrigata, spero che il resto della storia non ti deluda.

      Buona serata (ormai notte),
      Andrea

  15. Andrea

    Ringrazio in particolar modo Stella per aver dedicato parte del suo prezioso tempo libero a me e al mio romanzo e per avermi offerto l’opportunità di entrare nel vostro mondo.
    Inoltre la ringrazio per aver introdotto il dibattito scegliendo delle piccanti immagini che hanno fatto da perfetto contorno ad un’intrigante intervista.

    Buona serata Miss “non sono un tipo da cuori e fiori”.

    🙂

    Andrea

  16. lucia

    bella intervista, ke commenti… ognuno è libero di legg e fare cm vuole. sn cn te enza, hai 1 appoggio anke a me nn piace legg romanzi erotici. ne trovi in giro d molto volgari. ognuno può comportarsi cm vuole. se a certe piace fare l facili nn vuol dire ke dobbiamo farlo tutte.
    nn voglio togliere niente all’autore ma mi disp io nn leggerò il libro.
    ciao
    w le donne e auguri a ttt le donne del forum tranne una.