“Blood Bonds Series”: release day per “Soffocami” di Chiara Cilli – Leggi l’estratto –

Non credo sia più un segreto, io e il Dark oramai andiamo praticamente a braccetto, ci facciamo le fusa come due gatti in calore e, da quello che ho potuto constatare, mi pare di essere in buona compagnia.

Ogni romanzo che ho letto, ogni storia raccontata di questo filone è sempre una bella scossa, come un potente cazzotto allo stomaco, o una bella sberla in pieno viso, di quelle che ti devastano il corpo e lo spirito.

Ragione per cui, quando Chiara – Cilli mi ha chiesto se volevo leggere il suo romanzo in anteprima mi sono subito offerta, lanciandomi molto volentieri di testa in questa nuova ed oscura avventura.

Non lo nego, la curiosità era tanta, io e Chiara abbiamo gusti molti simili riguardo alle letture, abbiamo in comune diverse autrici preferite, da parte sua il rischio emulazione verso una di queste era molto alto e lo scivolone poteva essere in agguato dietro l’angolo. Mentre invece, con mia grande soddisfazione, devo dire che si è superata. Il suo stile, a mio avviso già molto buono, è nettamente migliorato con questa ennesima prova.

TeaserAleksandraNikolayev

È stata una due giorni intensa, di nottate a tirar tardi, cuore in gola, ansia a palla e occhi sgranati. E le mie occhiaie, ancora una volta, sentitamente ringraziano. Insomma, tutto quello che si può desidera da un buon libro. Rimanere incollata alle pagine dall’inizio alla fine e sfoderare  l’ennesimo repertorio di parolacce per stemperare le cupe atmosfere, concentrata al massimo per non perdere neppure una virgola. Non è mancato proprio niente, Chiara è riuscita nell’intento di creare il giusto pathos. Non appena chiuso il lettore il mio primo pensiero è stato: “porca puttana di quella vacca, e mo!!!!”

E mo, da oggi – 1 giugno – tocca finalmente anche a voi.

È arrivato infatti il gran giorno, da oggi “Soffocami”, primo capitolo di questa nuova serie Dark tutta “Made in Italy“, è disponibile su tutti gli store online e potete far partire il clic selvaggio, mettere il cartello “non disturbare” e fare una bella full immersion tra le pagine di questo romanzo.

IMG_2837

 

Ne avevamo già parlato diversi mesi fa, proprio con Chiara, ma vi ricordo comunque che “Soffocami” inaugura la serie “Blood Bonds”, che comprenderà quindici – si, avete letto bene – capitoli, suddivisi a loro volta in cinque trilogie. Ogni trilogia sarà dedicata a diversi protagonisti, partendo dai tre fratelli Lamaze –Henry, Andrè e Armand – per poi concentrarsi su altri personaggi che scoprirete più avanti, ma già presenti in questo episodio, quindi occhi e orecchie sull’attenti.

Mi sembra doveroso ribadire il concetto che, prima di immergervi nella lettura – soprattutto per chi è alle prime armi con questo genere -, di prestare la massima attenzione alle avvertenze. Le  veterane, invece, sanno già cosa le aspetta. Più o meno.

Perchè questa, non è esattamente una storia d’amore, questa è una storia di sangue e di vendetta, questa è una storia, per fare una citazione, “dove gli eroi non esistono.”

IMG_2838

 

Questa è la storia di tre fratelli che cercano il loro riscatto dopo un’infanzia di sopprusi e violenze subiti da una delle figure più importanti nell’infanzia di un bambino, colui che dovrebbe essere sempre visto come un punto di riferimento e protezione: il padre.

A farne le spese soprattutto Henry e Andrè, vittime di abusi da parte di molteplici aguzzini. Ed è proprio Henry, in età adulta, a nutrire il maggior risentimento, tanto da cercare nel sangue la sua soddisfazione. La vittima designata per il sacrificio è Aleksandra Nikolayev, figlia del suo più assiduo stupratore.

Aiutato dai fratelli farà rapire la ragazza affinchè il suo diabolico piano possa compiere il suo orrendo destino. Ma si sa, i piani non sempre sono perfetti. Sin dal primo momento quello tra Aleska ed Henry è un’attrazione viscerale ed innegabile. Nonostante la loro relazione tra schiava e aguzzino, vittima e carnefice, il loro è un bisogno fisico che fa male, in tutti i sensi. I loro, più che amplessi, sembrano veri e propri incontri di lotta libera. Il loro è un gioco tra gatto e il topo. Con il prodecere della storia e la sua evoluzione le scene tra i due saranno talmente cariche di sensualità che vi lasceranno senza fiato. L’erotismo scorrerà a fiumi. Un odio profondo che sfocia in una passione travolgente e fortemente sofferta e non accettata da parte di entrambi.

IMG_2824

 

Ho amato particolarmente la figura di Aleskandra, finalmente ci troviamo dinnanzi ad una eroina dal carattere forte, combattiva, una vera belva pronta a lottare con le unghie e con i denti pur di cambiare il suo atroce destino che sembra ormai segnato. Quella che ho definito una donna con speciali attributi in ogni attimo del racconto.

Racconto che ho particolarmente apprezzato anche per la narrazione e più voci, nota di merito soprattutto per quelle maschili che io adoro.

E che dire dei tre fratelli?

Eeeeeeee, in realtà ci sarebbe molto da dire. I tre sono, ognuno a modo loro, dei personaggi molto affascinanti e seducenti. Il che, a pensarci bene, è ancora una volta abbastanza inquietante, dal momento che stiamo parlando di tre loschi figuri. Va bene avere un debole per i belli e dannati, ma questi sono dei bad boy di nome e di fatto, coinvolti in traffici illeciti e con una condotta immorale sotto molti aspetti. Ma durante la lettura vi sentirete comunque attratte come una falena alla luce. Bisogna dire che Chiara è stata bravissima a farci cadere nella loro trappola, leggete la descrizione che fa di Henry, poi ditemi chi potrebbe resistere. Chiara mi perdonerai per aver svelato questo passo, ma non potevo fare a meno di condividere.

IMG_2832

 

Bevvi l’immagine divina del suo fisico scolpito. Aveva le spalle rigide e stava stringendo i pugni tanto forte che le braccia, lunghe e possenti, erano percorse da vene e tendini in rilievo. I capezzoli, piccoli e scuri, erano ritti per via dell’aria fredda che permeava nella stanza. Gli addominali erano così definiti da sembrare dipinti sulla pelle dorata, e i fianchi stretti formavano delle appettitose fossette a forma di V. Una conturbante strisciolina di peli partiva dall’ombelico e si tuffava oltre l’elastico dei pantaloni neri e morbidi, indecentemente a vita bassa.

Dite la verità, state ululando, non è vero?

Che Dio benedica i pantaloni della tuta, Amen.

Devo dire che per colpa di tutte queste autrici che leggiamo sto sviluppando una specie di passione ossessiva per le vene, in pratica un passatempo come un altro. Ahhhhhh, Signore, vi avviso, prima o poi vi spedirò la parcella di uno bravo.

Comunque, trovo questa descrizione magistrale, che ti spinge in ginocchio ed urlare “fammi tua”, praticamente una visione. Ma va detto che l’autrice ha preso ispirazione per questo personaggio da uno degli attori più amati del momento, che qui da noi gioca in casa: Jamie Dornan. Non è un mistero che la nostra ragazza è una grandissima fan delle sfumature e del suo mondo, e la scelta di Dornan è stata, se vogliamo, anche una sorta di omaggio.

IMG_3116

 

Ma non fate lo sbaglio di sottovalutare gli altri fratelli: Armand, il deliquente gentiluomo, l’unico capace di mostare un minimo di attenzione e sensibilità nei confronti di Aleska e il freddo e distaccato Andrè, dallo sguardo gelido e all’apparenza indecifrabile. Per le loro figure Chiara si è ispirata rispettivamente agli attori Luke Evans, il sexy vampiro, e Jamie Campbell Bower, altro bel vedere.

E a tal proposito, Chiaretta era curiosa di sapere se mi ero schierata in qualche team particolare, in favore di uno dei tre, ma per mia stessa ammissione, la zoccola che vive in me ha deciso di tergiversare e si riserva di aspettare prima di decidere a chi concedere i suoi favori e tenere ancora un pò il piede in più scarpe, anche perchè, non disdegna neppure un certo Leks, noto come il Re, in sella alla sua rombante moto, molto stile “Son of Anarchy.” Fate due più due, dai che ce la fate.

Come già anticipato a Chiara, per questo romanzo, le assegno le famose quattro stellete, la quinta ho deciso di toglierla come una sorta di punizione, perchè so già che l’attesa per i successivi capitoli sarà lunga e snervante.

IMG_2839

 

Infine, vorrei aprire una piccola parentesi.

Negli ultimi anni abbiamo assistito tutte quante al fenomeno del self-publishing, certamente una bella vetrina, ma non sempre fatto nella dovuta maniera. Contenuti a parte, poichè molto soggettivi, l’ultima fatica di Chiara, a mio avviso, dovrebbe essere presa ad esempio per tutti coloro che hanno l’intenzione di cimentarsi nell’auto pubblicazione in un prossimo futuro, per l’estrema cura dei dettagli dimostrata, partendo dall’editing sino alla parte grafica. Ho sempre sostenuto che questa ragazza sia una grande PR di se stessa e questa è stata l’ennesima prova che il self può, e deve, essere preso seriamente e in modo altamente professionale se si vogliono ottenere i giusti risultati. Mia cara, ancora complimenti, ben fatto!

Ora, chiusa parentesi, mettiti sotto a lavorare sui seguiti, perchè altrimenti, nei mesi a venire, diventerò il tuo incubo peggiore e con tutti gli spunti presi da queste storie, potrei diventare una stalker coi fiocchi!

Per tutte le nostre lettrici, di seguito trovate la sinossi ed un estratto, gentilmente offerto dall’autrice, tutto da gustare. Inoltre, all’allegato all’articolo, sono inclusi di nuovo il book trailer e diversi graphic teaser, mentre per visionarne altri basta cliccare QUI.

Vi comunico che legato a questo romanzo ci saranno prossimamente altre iniziative e sorprese, quindi, continuate a seguire i nostri aggiornamenti, alla prossima!

 

soffDa

 

 

 

TRAMA

Avevo tutto ciò che ho sempre sognato.

Non ho mai avuto la vita che sognavo.

Avevo lavorato sodo per arrivare dov’ero.

Violenza, soprusi e crudeltà mi avevano segnato per dieci anni.

Ero pronta a portare l’azienda di famiglia ai vertici del successo.

Ero pronto a saziare la mia vendetta contro chi aveva abusato di me per lungo tempo.

Poi mi hanno rapita.

Così ho preso la figlia di Nikolayev.

Ora devo sopravvivere a un uomo che mi consuma l’anima.

Non importa quanto lotterà, non ha scampo.

Non posso lasciare che mi soffochi con la sua presenza letale.

Perché la ucciderò.

 

TeaserHenriLamaze

**Attenzione**

Questo romanzo appartiene al genere Dark Contemporary Romance, pertanto contiene al suo interno situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili e romantiche senza speranza.

 

-ESTRATTO-

 

Agii prima che potessi rendermene conto.

Superai André con uno scatto che non credevo che i miei muscoli indolenziti sarebbero stati in grado di affrontare, sfruttando al meglio la larghezza dell’androne per non rischiare che allungasse un braccio e mi bloccasse.

Come uno stallone che si impenna e rampa contro il rivale per conquistare la giumenta, mi avventai contro l’uomo tatuato e gli piantai i pugni sul petto, spingendolo via con tutta la forza che avevo. Lui barcollò all’indietro senza mollare la presa sul gomito della ragazza, che perse l’equilibrio e cadde tra le sue gambe con un grido strozzato.

«Lasciala andare!» ruggii, facendo per strappare il braccio della giovane dalla sua presa.

Qualcuno mi piombò addosso con l’irruenza di un tornado e fui sbalzata contro la parete. Accadde tutto tanto velocemente che non riuscii a impedire che una mano mi serrasse la gola e un corpo solido come l’acciaio mi immobilizzasse contro il muro.

Fu quando alzai gli occhi che incontrai quelli più blu che avessi mai visto. Orlati da folte ciglia nere, erano come accesi da un bagliore interno che faceva risplendere le screziature indaco delle iridi.

Lui mi guardava penetrante, lo sguardo attento e al tempo stesso torbido di pensieri osceni, indicibili.

Mi sentivo bruciare viva sotto quell’intensità.

Quest’uomo era di una bellezza inumana. I capelli castani, lievemente mossi, erano una massa spettinata ad arte. Il naso era dritto e armonioso, mentre le labbra piene erano incorniciate dalla barba corta che gli ricopriva le guance e il mento, scendendo appena sul collo.

Non so per quanto rimanemmo a fissarci. Forse un minuto, forse un eone. Avevo l’impressione di essere schiacciata da un’incudine incandescente, tanto era forte la pressione del suo fisico sul mio. Le sue dita intorno alla mia gola erano come un voluttuoso guanto di velluto, ma più minacciose di una lama premuta sulla carotide.

Fu la voce lontanissima di André a richiamarmi al presente. «Henri» chiamò scostante.

Oh mio Dio, quest’uomo era Henri Lamaze.

Entrambi ci adombrammo. Da sgomenta, la mia espressione si fece feroce. Lui tenne i miei occhi nei suoi con una risolutezza disarmante. Il suo petto si gonfiò quando inspirò profondamente, e sentirlo sfiorarmi i seni e il suo addome pigiare ancor più contro il mio mi procurò una contrazione nel bassoventre di cui mi vergognai all’istante.

«Riportala nel dormitorio, Wulf» comandò al tatuato.

Mio Dio.

La sua voce.

Era molto più che baritonale. Era l’insieme di un esercito di tuoni che deflagravano in lontananza. Era come l’eco dei tamburi che annuncia l’arrivo di un’armata invincibile. Era il suono più cupo, potente, torvo e maledettamente eccitante che avessi mai udito.

Con la coda dell’occhio intravidi il colosso trascinare via la ragazza e avviarsi verso le scale. Fu più forte di me, e spostai gli occhi sulla giovane barcollante ma, d’improvviso, non più così riluttante a seguire l’uomo.

Mi accorsi di aver fatto per lanciarmi nuovamente verso di loro solo quando Henri strinse la morsa attorno alla mia gola e mi incollò di nuovo alla parete con tanta veemenza da costringermi a soffocare un grugnito di dolore.

Lui, invece, non represse un verso di eccitazione che mi rotolò sulla pelle, come un cubetto di ghiaccio che scivola lentissimamente lungo la spina dorsale, mettendomi i brividi. Mi osservò in un modo così assoluto, che tutto il mio universo parve spegnersi e focalizzarsi unicamente su lui, quasi ne avesse preso il controllo.

Quasi si fosse dichiarato padrone della mia mente.

Lo sguardo avvinto al mio, Henri ordinò: «Lasciaci».

Percepii gli occhi gelidi di André su di me, più taglienti di una bufera. Era assurdo, ma avrei voluto potermi voltare verso di lui e supplicarlo di non andarsene. Anche solo con un’occhiata. Avevo bisogno che restasse.

Ma André non sembrò avvertire il mio disperato disagio. Senza proferir parola, girò i tacchi e sparì in fondo al corridoio.

Lasciandomi sola con suo fratello.

 

 

DISPONIBILE SU AMAZON

24 commenti

  1. Samy

    Oddio Stella.
    Che dire se non “finalmente”…
    Stanotte quando è comparso sul mio kindle ed ho letto le prime righe ho già avuto l’angoscia.
    Era tardi, quindi a malincuore ho spento e sono andata a letto. Sì, è stata durissima, ma voglio godermelo dall’inizio alla fine e dopo aver letto la tua recensione ho capito che ho fatto proprio bene…. Ma credo che mi aspetti una notte in bianco. 🙁 😉
    Complimenti a Chiara, che io considero un grandissimo talento e che so già non mi deluderà.

  2. Federica

    egfdhjkfbsdjcnjsaodfhdisncfdjkcnzklmcl!!!!!!!!!!!!!
    ook dopo aver letto l’estratto questo è il massimo che riesco a connettere!! non vedo l’ora di leggerloooo 🙂

  3. Claudia

    Finalmente! Confido tantissimo in questa storia.
    Spero di leggerla al più presto.

  4. Veronica80

    Scaricato questa mattina e dato il bel ponte mi sono potuta dedicare subito alla lettura.
    Finora che dire… Il prologo più duro che abbia mai letto, per contenuti e per stile, niente fronzoli e agghiacciante semplicità esplicita per introdurre il lettore nell’orrore più oscuro del buio stesso…
    Molto promettente e come spesso accade nelle mie letture, l’attenzione è dalle prime pagine accalappiata da uno dei tre fratelli, ma non aggiungo altro ;
    Appena finito vi racconto le mie impressioni a conti fatti 😉
    Buona giornata a tutte

  5. Chiara Cilli

    *si soffia il naso e maledice il labbro tremulo*

    GRAZIE di ♥ per questa magnifica recensione e per le bellissime parole che hai speso sul mio lavoro, non puoi capire quanto le apprezzi!!!
    OMG adoooooro i tuoi teasers *-* sono straordinariiiii 😀

    Thank you so much xxx

    • Stella

      Prego Chiaretta, credimi è stato un vero piacere.
      Sono contenta ti piacciano i graphic Teaser, ci ho pastrocchiato parecchio e mi sono divertita
      A farli, se vuoi sono tuoi, puoi prenderli.
      Ora, fila a scrivere, che mica scherzavo 😉

  6. Federica

    cominciato a leggere 🙂 vi dico solo che quando sono uscita dalla camera per andare a cucinare,la mia coinquilina m ha guardato e m ha detto:
    “ma che ti è successo?”
    e io:
    “nulla, perchè?”
    “bho sei tutta rossa in faccia”
    xD
    questo è quanto dire.. bellissimo e complimenti a chiara! per quello che ho letto fin’ora è davvero ben scritto e capace di tenerti sulle spine. sto arrivando al momento clou, quindi.. 😉
    buon pranzo a tutte!

    • Veronica80

      Ciao Federica, noto con piacere che condivideremo questa nuova lettura, ci scambieremo le impressioni a lettura finita, se continuo con questo ritmo, penso in serata, forse però adesso ê il caso di preparare il pranzo 😉
      Ciao

      • Federica

        ahahah cara veronica mi sa che hai ragione. a proposito, alla fine questa mattina ho scritto quella recensione su amazon. non sono belle come le tue (ho sbirciato eh 😉 ) però era la prima.
        penso che cmq anch’io finirò in serata.. sono davvero curiosa. a dopo

  7. Veronica80

    Federica ho letto la tua recensione, alla frase “eh no Ciccio” mi sono scese le lacrime dal ridere, ti ho immaginata con lo sguardo truce e le mani sui fianchi 😉
    Molti dei tuoi quesiti irrisolti sono anche i miei e anche io ho trovato la scrittrice prolissa nelle elucubrazioni mentali di Lilly…
    Per quanto riguarda Soffocami ci sentiamo sul tardi per scambiarci impressioni e pareri 😉
    A dopo.

  8. Federica

    eeeeeemmmmm. ok.. appena finito di leggere. col fiato sospeso fino alla fine. di nuovo tantissimi complimenti a Chiara perchè ha fatto un lavoro a dir poco sublime. ti tiene incollata dall’inizio alla fine. bello bello bello.

  9. Veronica80

    Non basterebbero pagine intere per scrivere l’elenco esatto di tutte le emozioni che mi hanno attanagliato durante la lettura di questo bellissimo libro…
    Però non si fa così… Lasciare il povero lettore sul più bello, senza la minima idea di quello che sta per succedere 🙁
    Quanto dovremo aspettare per arrivare alla conclusione di questa sconvolgente storia?
    A pensarci bene un po’ di tempo per metabolizzare i fatti mi ci vuole, ho detto un po’ di tempo però 🙂
    Mi raccomando Chiara non farci aspettare troppo se no perdiamo tutto il pathos 🙂

  10. Claudia

    Finalmente è mio! Veronica appena posso ti faccio sapere,anche Federica l’ha letto vero?
    Dai dai ….mi ci metto da stasera 😉

  11. Claudia

    Sono felice! Veramente felice perché dopo non sò quanto ho chiuso un benedetto libro soddisfatta,nell’ultimo periodo ho avuto solo delusioni,poi arriva Soffocami e alla fine mi sono ritrovata catapultata in un avventura mozzafiato. Confidavo in questo romanzo e sono stata ripagata.
    Chiara non sò se mi leggerai ma devo farti i miei più sinceri complimenti perchè sei un fenomeno.
    Non riuscivo a scollare gli occhi da quelle pagine,sono stata completamente risucchiata da un vortice di ansia,disgusto,rabbia,tristezza…
    Non c’è stato un momento, anche un solo secondo in cui ho sbadigliato oppure ho pensato di chiudere per riprendere in un secondo momento.
    Non sò come hai fatto…
    Dire che il tuo libro è bello non mi sembra il caso per i temi trattati sarebbe un controsenso ma posso dirti che è sconvolgente,spaventoso,si forse l’aggettivo migliore é quello 🙂
    Ci sono state violenze che non ho digerito a cuor leggero,avevo un nodo in gola e prime avvisaglie di lacrime.
    Durissimo,c’è stato un momento in cui mi sentivo che dovevo recuperare il respiro,mi mancava l’aria.
    Ho letto che sei giovanissima perciò ti auguro con tutto il cuore di raggiungere i tuoi obiettivi,io,personalmente continuerò a leggerti moooooolto volentieri.
    Brava,brava,brava!

  12. Veonica80

    Claudia condivido ogni tua parola 🙂
    Però dimmi una cosa…
    Cosa ne pensi di Henri e degli altri due fratelli Lamaze, non uscirtene con 2 aggettivi voglio un resoconto completo e dettagliato 😉

    • Claudia

      Ok,lo avrai … Però tra un pò o domani dipende se riesco ad avere qualche minuto,in questo momento ho il mio ometto attaccato alla gamba 🙂

  13. Veronica80

    Ahahahah 🙂
    Conosco l’atteggiamento da ” sei mio ostaggio, ancora non lo hai capito, molla quel tablet e vieni a giocare con me DONNA!!! “

  14. Claudia

    Veronica,comincio con il dire che la protagonista mi è piaciuta,forse un pò troppo combattiva ma chi può saperlo, immagino ci siano caratteri così forti,che riescano a non soccombere immediatamente.
    Allo stesso tempo rimane umana,ha le sue belle crisi di pianto e comportamenti post trauma.
    Per quanto riguarda i fratellini,i tre piccoli porcellini …che mai nessun dividerà…Riconosco che tutti mi hanno incuriosito,Andre mi spaventa a morte non vorrei rimanere con lui neanche quattro secondi anche se da questo primo libro mi sembra che alla fine dei giochi sia nato in lui un certo rispetto per lei.
    Herri lo stavo quasi accettando perché mi ha fatto pena subito dopo aver letto il prologo,non lo giustifico sia chiaro però dopo una vita del genere non potrai mai essere sano mentalmente ma dopo l’ultima punizione che le ha fatto subire l’ho cancellato,croce sopra,chiuso,finito.
    Armand rimane più enigmatico,sembra il più tranquillo ma non mi fido molto 🙂

  15. Veronica80

    Ciao Claudia 🙂
    Ho letto con interesse il tuo resoconto 😉
    Come darti torto…
    Nella vita reale li farei internare tutti anche io se pur con molta pena per la loro storia di vita 🙁
    Per quanto riguarda invece i sentimenti evocati con il filtro “enorme” della letteratura i miei sentimenti sono più controversi…
    Una parte di me vorrebbe che il male venisse estirpato dall’amore e i peccati perdonati e dimenticati.
    L’altra parte di me vorrebbe una vendetta crudele e senza pietà.
    Forse sta nella contraddizione di questi elementi la fascinazione che subisco per questo genere letterario.
    Sono infatti molto curiosa di vedere come, le autrici dei Dark, che sto leggendo, faranno finire le storie dei protagonisti, col lieto fine o nel sangue.
    Questo sarà indicativo della personalità delle autrici e del loro concetto del “limite” concetto davvero soggettivo nei sentimenti, molto meno nelle regole basilari della legalità e del rispetto altrui.
    Ma poi raw lo stai leggendo??? Dài che così commentiamo insieme, vedrai che ti piacerà molto dato che hai apprezzato “soffocami”.
    Un abbraccio.

    • Claudia

      Veronica buongiorno! Sono molto curiosa anch’io e anche se a volte vorrei il lieto fine non mi dispiacerebbe un finale tragico,tosto,dopotutto non sono favolette sdolcinate,me lo aspetterei…
      L’altro non lo sto leggendo,volevo prendermi una mini-pausa tornando su qualcosa di più leggero. 😉
      Mi auguro che Chiara non ci faccia aspettare molto per il secondo libro… Lo vogliooooooo!

  16. Veronica80

    Mi pare che esca a Dicembre, ma potrei sbagliarmi, magari mi correggerà Stella 😉
    Per quanto riguarda la mini pausa hai ragione 🙂
    Per i finali anche io la pensavo come te, poi dopo il finale di Raw,non ti nascondo, che sono stata male e la notte prima di dormire mi giravo e rigiravo come un’anima in pena 🙁
    Ma dopo tutto con il Dark, come dici tu, ci sta tutto!!!
    Buona Domenica 😉