Ancora attacchi al film 50 Sfumature di Grigio

 

 

Gli attacchi al film Cinquanta Sfumature di Grigio ancora non sono finiti anche se la pellicola non è più a tabellone.

Oggi è stato reso noto che la famosa rissa scoppiata in un cinema di Glasgow (UK) non è caduta nel dimenticatoio, anzi si è aperto un processo a carico di Carolanne Munro, 31, Isabel Munro, 51 e Phyllis Ross, 51 anni, accusati di aver aggredito Jacqueline Coia al “Grosvenor Cinema” di Glasgow.

Il Trio dovrà anche rispondere dell’accusa di aver aggredito Martin Coia, e resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto risale al 15 febbraio di quest’anno, quando Cinquanta Sfumature di Grigio era uscito da pochi giorni.

Il fatto che l’accaduto sia successo durante una proiezione di questo film dovrebbe non creare un caso trattandosi di un film non violento o di guerra, invece….

 

Mirror UK

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

6 commenti

  1. Rosy

    Durante la proiezione del Cavaliere Oscuro, un uomo mascherato da antagonista di Batman, ha aperto il fuoco (ha sparato) dentro un cinema di Denver, in Colorado, uccidendo una dozzina di persone tra cui monorenni e ferendone una decina. E’ stato arrestato, ma aveva un complice che ancora doveva essere preso.

    Quello che voglio dire è: a me spiace che succedano queste cose, ma dare la colpa ai film è veramente triste, quando la colpa è di queste persone che sono sociopatiche.

  2. Eli

    Ma seriamente?cioè questi tre che hanno aggredito Martin Coia e accusati inoltre di resistenza al pubblico ufficiale..avranno qualche problema mentale. E non credo centri qualcosa con il film. Sono loro che magari si sono fatti una loro idea sul film,perché non c’è nulla di aggressivo nel film. Se sei sculacciate in questo film è qualcosa di aggressivo..allora siete messi veramente male. Chi è che non ha un ragazzo che magari per scherzo ti da una pacca sul sedere?beh,non credo che nessuno l’abbia mai avuto. Magari nel film non è questo il senso,ma comunque rimane sempre un film e dovrebbero prenderlo anche in considerazione. NON C’E NULLA DI AGGRESSIVO,CRESCETE CHI PENSA SIA UN FILM AGGRESSIVO.

  3. Chiara

    Ogni scusa è buona per dare colpe senza senso al film e ai libri delle sfumature, e chi ha a che fare con esse, quando la questione in questi casi è tanto semplice: gente matta, deficiente (scusate il termine) e/o malata di testa O.o

  4. Serena

    Io non sono tanto preoccupata per i 3 sotto accusa perche per loro ci sarà una punizione,quanto per chi dia ancora la colpa ai film. Questo è sintomo grave di quanto non si capisca da dove derivino i problemi e di conseguenza del non saperli risolvere. Allora migliaia di pellicole dovrebbero essere condannate sotto questo punto di vista (ricordo per esempio tutti i thriller o i film che mostrano ragazzi deviati…)non dovrebbe esistere piu il cinema praticamente…che idiozie!

    • Chiara

      Esattamente Serena
      Allora tutte le saghe e/o non, che hanno guadagnato milioni e milioni di dollari e che sono diventate famose, da Harry Potter ad Hunger Games, ai film della Marvel e tantissimi altri thriller ecc, dovrebbero essere molto più sotto accusa dato che ci sono pure dei morti civili e non… Mah! O.o
      Come ho detto prima, ogni scusa con un livello di coerenza sotto zero, è bella e buona per puntare il dito contro le Sfumature

  5. Silvia

    Sono senza parole !!! C’è davvero gente strana in giro !!