50 Sfumature di Grigio Film: nuova intervista ai due produttori Brunetti e De Luca

Nuova intervista ai produttori – Brunetti e De Luca – del film 50 Sfumature di Grigio.

Tra le domande inerenti il loro film Captain Phillips, attualmente nelle sale cinematografiche, anche domande sul film 50 Sfumature di Grigio e sui problemi inerenti il rating legato ad esso che potranno sorgere. Intervista rilasciata a Anne Thompson d Indiwire.
Questa intervista è successiva alla rinuncia di Hunnam del ruolo di Grey.

AT: Stai producendo 50 Sfumature di Grigio che consiste in una sorta di sfida: prendere del materiale esplicito e renderlo un qualcosa che gli assidui frequentatori dei cinema abbiano voglia di vedere.

DE LUCA: “E’ un luogo comune questo. L’autrice ha davvero cercato di mostrare la mente di Anastasia, come vive il passaggio del risveglio sessuale. Ha cercato di pensare come se fosse dal punto di vista del personaggio e nella letteratura va bene essere molto descrittivi. In un film invece non è necessario essere troppo espliciti, puoi esprimerti tramite sottointesi e sfumature perché è qualcosa di immaginario e noi interpretiamo le immagini che possono essere elaborate diversamente rispetto a quanto di solito facciamo con le parole.
Prima abbiamo accennato a quanto noi tutti siamo fan dell’estetica di Adrian Lyne e di cosa poteva, all’apice del suo successo, creare lavorando su un progetto sensuale. Da allora Hollywood ha in un certo senso rinunciato a mettere in scena una storia d’amore che non sia confinabile in qualche genere, quindi noi siamo entusiasti nel riproporre quel modo di fare film.”

 

AT: Il libro tratta interessanti dinamiche di potere uomo/donna. Sono felice di vedere che c’è un regista donna.

DE LUCA: “Nowhere boy è il primo film che Sam ha diretto ed era di ottima qualità. Non era facile con un personaggio iconico come Lennon da giovane e sapendo già come sarebbe andata a finire la storia. Lei è una fotografa e ha un bagaglio culturale in quell’ambito, inoltre ha fatto un corto che è un perfetto biglietto da visita per 50 Sfumature. Ha messo in scena con ottimo gusto una storia sexy mostrando chiaramente una grande sensibilità.”

 

 

AT: Hai dovuto sottoscrivere i ruoli principali in più di un film, quindi hai dovuto mettere a nudo gli interpreti?

DE LUCA: “Dakota era in The Social Network ed ha girato una scena con Justin Timberlake, che è molto carismatico e padroneggia la scena. Quello che abbiamo notato in Dakota è che lei ha saputo tenergli testa, è riuscita a trovare il suo spazio. E’ una scena breve e lei la interpreta quasi come fosse lo sceneggiatore Sorkin e proprio per questo abbiamo pensato che avesse una sorta di animo antico, precocemente emerso nella sua carriera, nell’insieme delle sue competenze. Quando la conosci di persona ti riporta alla mente l’Anastasia dei libri, una giovane donna ma anche un animo antico e ti ritrovi con una specie di mistero da risolvere.
Il film inizierà le riprese nel mese di novembre.”

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

9 commenti

  1. iry

    50 sfumature sara un flop nelle sale cinematografiche …questi 2 hanno rovinato il sogno dei lettori di vedere questa bella triologia fatta film. Se non volevano dedicare al progetto l’attenzione che merita, il budget che merita, non dovevano mettersi in mezzo…forse qualche casa di produzione piu decente avrebbe regalato ai fan un film o 3 film come si deve. Ho letto che il budget per la produzione del film e’ minima…cosi minima che e’ pari al budget dei lifetime movie (quelli famigliari girati dalle tv). Oggi ho letto un articolo sul the Guardian of Las Vegas interessante dal titolo: le 5 raggioni per qui 50 sfumature sara un flop…concordo in pieno con il giornalista.

  2. rossella

    Le idee che hanno sul film non sono male peccato che per trasformarle in realtà ci sarebbero voluti un budget superiore e un cast tecnico e artistico degno di questo nome !!!! Con un manipolo di sconosciuti e tutti i problemi avuti finora sarà un miracolo fare un buon lavoro, io comunque spero per me e per i milioni di fans della trilogia che non sia un flop come molti pensano. Una curiosità, avete notato da quello che hanno detto su Dakota si capisce bene che era già la loro scelta iniziale quindi credo che di altre candidate ce ne fossero ben poche !!!!!!!!!!!!!!!

    • viviana

      Si capisce dall’intervista che Dakota è stata sempre e solo la loro scelta.

  3. viviana

    Come commentare . Andiamo per punti

    1. La vera protagonista del film sarà Ana\Dakota. Dovevamo capirlo dalle parole della regista .

    2. Questi due hanno comprato i diritti di un libro e ne stanno facendo un film come piace a loro. Ero sicura che il film non fosse identico al libro, ma non voglio una cosa diversa

    3. Scusate se possa offendere qualcuno, ma Justin Timberlake non è Marlon Brando come attore. Come cantante è eccezionale, ma come attore è decente in alcuni film ..in altri inguardabile. Questi due parlano di carisma che Dakota ha mantenuto testa? Non è che ci volesse molto.

    Hanno una concezione di attore\carisma molto discutibile

    L’unica speranza è nelle mani della regista. A sentir questi due al cinema non vedremo il libro.

  4. alessandra

    mi unisco al coro..avevo un pochino di ottimismo che a poco a poco sta andando a farsi benedire..sara’ totalmente diverso rispetto al libro..delusioneeeeee

  5. antonia

    Concordo con tutte voi in particolare con Rossella, in più aggiungo una piccolissima nota. non mi fido molto neppure della Sig. Sam Taylor..ummmhh..Ho tanti tanti dubbi ! Speriamo ben!!!

  6. Ellyfain

    … se Timberlake è carismatico allora io sono Sexy Betty Boop!

    • alessandra

      ahahah bella questa..beh dai a me piace..de gustibus ovviamente XD