50 Sfumature di Grigio Film: nuova intervista a una comparsa

Comparsa sul set del primo adattamento dei romanzi Cinquanta Sfumature di Grigio? Ma è un sogno!

Seattle_pic[1]

Una nuova intervista a una comparsa che a Vancouver, nei mesi più freddi, ha avuto l’incredibile fortuna di essere scelta per interpretare una comparsa, e ha condiviso il set con Jamie Dornan e Dakota Johnson.

Ashley Frigstad è questo il nome della fortunata che ha risposto ad alcune domande del blog 50 Shades Girl Portland.

Hai letto tutti i libri della trilogia? La tua opinione?

Si ho letto tutti i libri, me li ha consigliati una mia amica.

Sul set hai incontrato E L James o altri addetti della produzione?

Ho incontrato un sacco di gente su quel set, purtroppo non sono brava coi volti o nomi, ma sono certa di non aver incontrato E L James. Però l’ho conosciuta dopo un paio di settimane a un evento di una libreria.

Hai visto il costumista Mark Bridges?

Era sul set l’ultimo giorno e mi ha detto di tornare al guardaroba e cambiarmi

Come hai saputo del casting?

Mi sono iscritta a tutti gli avvisi di casting che ho visto circolare su Google e Twitter l’anno scorso nella speranza di arrivare a quel set e conoscere E L James. Poi un giorno ricevo un avviso di Google dove si leggeva che cercavano tante comparse per una/due scene. A fine novembre dicembre mi avevano chiamato.

Come si è svolto il processo di casting? Chi l’ha fatto?

L’agenzia preposta. E quando ti contattano non devi fare colpi di testa e presentarsi sul set con i capelli e il make up appena fatto.

Hai dovuto firmare un NDA [Accordo di riservatezza]?

Si.

Cosa includeva?

Non potevo parlare di quello che succedeva sul set. Banditi i Social e anche le macchine fotografiche a causa dell’alto livello di sicurezza.

Quando hai lavorato?

Il 5 dicembre, il giorno dopo il mio compleanno! Non potevo sperare in un regalo migliore!

Location?

Gastown e l’aeroporto. Due gli aeroporti utilizzati: quello per la scena della Georgia e il SEA- Tec.

Chi c’era in quelle scene?

Dakota per il mio primo giorno e anche Max Martini. Il secondo Jamie Dornan e Dakota Johnson.

Che ruolo hai interpretato?

Ero una passeggera in aeroporto; e nella scena del Caffè avevo una camicia e i jeans. Fingevo di essere un artista che parlava con la madre.

Quante comparse eravate?

Non ho il numero esatto ma credo sui trecento al giorno. La seconda giornata è stata annullata a causa della neve, ed eravamo circa duecento. L’ ultimo giorno non più di un centinaio.

Giornata lunga sul set?

Sì e no . Il primo giorno è stato di oltre dodici ore . Il secondo giorno è stato quattro ore annullati a causa della neve . Ultimo giorno era di quattro ore e mezza.

Sei riuscita a interagire col cast?

No, il cast si ritrovava in un punto dal quale non poteva interagire con le comparsa. Loro sono lì per lavorare e solo per lavorare e non ci si illuda che vorranno parlare con noi. Nella scena dell’aeroporto mi è stato detto di sedermi e si può vedermi a bocca aperta verso la macchina da presa… mentre Taylor e Ana passano a piedi.

Cosa dovevi indossare sul set?

La notte o il giorno prima ti danno una lista di cosa indossare. Se non hai nulla di conforme alla lista ti prestano i vestiti per tutto il giorno.

Hai qualche foto dal set?

Purtroppo solo le immagini che vedrete, se trovavano telefoni o macchine fotografiche sul set le avrebbero sequestrate.

 

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.