50 Sfumature di Grigio Film: il costumista rivela i suoi segreti

 

 

Mark Bridges, costumista del film Cinquanta Sfumature di Grigio rivela i suoi segreti!

E se la scena così discussa di questi tempi, cioè quella del tampone di Anastasia non è presente nel film, potete stare tranquilli che ogni minimo aspetto del romanzo è stato trasposto nei minimi dettagli.

 

Esordisce così Bridges, con le parole che tutte le fans vogliono sentirsi dire.

E siccome in buona parte del film i due attori protagonisti indossano praticamente nulla, tutto si concentra in pochi abiti. E principalmente sono i completi di Christian a farla da padrone.

Il costumista rivela che le donne gli chiedono già consigli per vestire i loro uomini “alla Christian Grey”, e gli uomini cominciano a capire che un buon guardaroba, di classe, è un’attrattiva per le donne. E’ davvero convinto che l’abito su misura stia per esplodere.

 

“E tutto questo sta già accadendo, si può già notare. Ero ai Critics Choice Awards e sono stato colpito da un sacco di giovani uomini che sapevano come indossare un vestito. Sono rimasto veramente colpito da questo, ho sempre pensato che è così che dovrebbe essere. Non erano celebrità ed è quello che mi ha più emozionato, sta tornando in auge il periodo d’oro di Hollywood, quando non importava chi tu fossi, non importa quale status sociale avevi, tu ti vestiti bene in ogni caso.”

 

 

 

B_Id_271691_Oscar_costume_design[1]

 

 

 

Gli outfit di Christian subiranno cambiamenti durante il film?

 

L’adattamento cambia e noi ci siamo adeguati. E’ molto teso in un primo momento, molto protettivo, ma appena comincia emotivamente a rilassarsi, si vede il cambiamento anche attraverso i suoi abiti. A parte una cravattaCharvet”, quasi tutto il guardaroba di quella pellicola è stato fatto su misura. Alcuni complementi sono stati acquistati, ma non la cravatta principale che è una sorta di icona feticista ed è stato fatta a Beverly Hills.
Ci sono poi piccoli segnali in alcune delle sue cravatte: a volte, i motivi che le contraddistinguono suggeriscono sottilmente quello che succede nella sua mente.”

 

 

Tutto un altro discorso per quanto concerne il guardaroba di Anastasia.

Il costumista premio Oscar si è basato su quanto scritto nei romanzi con l’aggiunta di alcuni suggerimenti di Dakota.

 

“Ci sono calzature menzionate nel libro che gli spettatori sicuramente si aspettano, ma noi le abbiamo omesse.”

 

Nel film non vedremo un sacco di lingerie.

 

“Ho usato cose molto semplici, di cotone, di pizzo. Abbiamo optato per un po’ di Stella McCartney lei è amica di Sam TaylorJohnson – e ci ha fornito alcuni articoli molto belli.”

 

Anche gli outfits casual di Anastasia sono stati realizzati su misura.

 

“C’è un abito pesca, c’è il vestito grigio della laurea, quelli sono stati fatti per noi, per il film. C’è anche una vestaglia di seta che abbiamo fatto fare su misura.”

 

 

 

News.com

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi

 

 

6 commenti

    • Chiara

      Minù qui non è che ha fatto la lista completa di tutti i vesti, scarpe ecc che vedremo nel film 😉 Ha accennato a qualcosa
      Quindi potranno esserci come no 🙂

      • Minù

        Boh mi ha fatto pensare a quelle quando parla di calzature cge il pubblico si aspetta…

    • Chiara

      PS. ora che ci penso le Louboutin le indossa per la prima volta al ballo in maschera 🙂

  1. Rosy

    Mi piace il modo in cui ha parlato sul fatto che i vestiti cambiano in base al cambiamento del carattere di Christian, questa è una cosa molto originale, e come ha detto lui, è un adattamento, hanno preso suggerimenti anche da Dakota, una cosa nuova per il film.

    • Rosy

      Volevo specificare che con “carattare”, intendevo dire verso quello che poi si noterà con Ana, il suo “cambiamento emotivo” rispetto a quello che lui era.