50 Sfumature di Grigio Film: il costumista e gli abiti di Christian Grey

 

 

 

Nuova intervista a Mark Bridges,  costumista – Premio Oscar – del film Cinquanta Sfumature di Grigio.

– Parliamo degli abiti di Jamie Dornan… Capi di qualche famoso brand?

– I vestiti erano completamente su misura ideati da me, basati sulle caratteristiche estetiche di Jamie. Abbiamo dovuto usare due sarti a causa della logistica del fatto che Jamie è entrato molto tardi nel cast. Così abbiamo usato dei sarti di Los Angeles e un sarto favoloso che abbiamo trovato in Vancouver per alcune rifiniture.

– Jamie ha iniziato la sua carriera come modello e ha certamente il fisico per fare quel lavoro. Questo fatto ha reso più facile o più difficile vestirlo?

– E’ curioso che mi chiedi ciò perché Jamie è molto bello, ma ognuno ha le sue caratteristiche. Ma poiché lui è magro e in forma, ho sempre detto durante tutto il processo che è molto difficile non farlo risultare un figurino. Comunque nessuno è perfetto.

– Assolutamente. Il suo allenamento per il film ha creato problemi?

– Ricordo che ad un certo punto, nella fase iniziale, era molto ansioso Jamie di cambiare la sua forma fisica. Si faceva tre o quattro frullati di proteine ​​al giorno. Ed è allora che ho coniato la frase “La mia sartoria non può tenere il passo con i tuoi frullati proteici!” Perché lo stavano cambiando tanto da non riuscire a far più entrare le sue braccia nei miei completi!

 

– Details Magazine

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

 

 

 

3 commenti

  1. Sara

    la prima cosa che abbiamo notato io e la mia amica sono state le sue braccia *_*