L’argomento del giorno! Tutti i siti parlano di lei! E’ la regista del film ’50 Sfumature di Grigio’!

REGISTA

E, senza perdere tempo, The Hollywood Reporter ‘mette a nudo’ la regista con questi 5 punti che, a suo parere, i fans dovrebbero assolutamente sapere su di lei.

Si parte subito dalla vita privata dell’artista:

1 – Sam è sposata con un uomo più giovane.

Fa ancora discutere la questione del marito ‘Toy Boy’? A quanto pare si, visto che è l’argomento numero 1!

Dopo un matrimonio con il gallerista Jay Jopling e due figli, arriva il divorzio e la sua seconda giovinezza con il nuovo amore di 23 anni più giovane conosciuto sul set di Nowhere Boy da cui avrà altri due figli. Il marito dice di lei: “Ho una donna meravigliosa. Sono una vecchia anima, e lei è una giovane anima”. Che altro aggiungere? Meraviglioso!

2 – Ha diretto un lungometraggio.

Penalizzante? Forse. Ma forse non tutti sanno che il suo film – Nowhere Boy – ha ottenuto due nomination ai BAFTA, tra cui “Miglior film britannico” e “Miglior esordio britannico da scrittore, regista o produttore.” Ha anche diretto il cortometraggio Love You More, che è stato nominato per la Palma d’oro a Cannes nel 2008. Per essere una donzella al ballo delle debuttanti del cinema si è subito imposta alle luci della ribalta!

3 – E’ un’affermata artista concettuale

Specializzata in arte sensuale, questo di certo gioca a suo vantaggio, essendo già orientata a una visione erotica, alla Biennale di Venezia del 1997, ha vinto il Premio Caffè Illy come miglior artista emergente. Vanta anche esposizioni delle sue opere al Moma di NYC.

4 – Lei è la creatrice di ‘Grown Men Cry’.

Sam ha una collezione di 2.004 ritratti intitolata appunto ‘Uomini che piangono’ ceh rappresenta immagini di star di Hollywood (tra cui Gabriel Byrne, Laurence Fishburne, Woody Harrelson, Michael Gambon, Jude Law, Hayden Christiansen e Ryan Gosling) che piangono. “Alcuni degli uomini hanno pianto prima ancora che io finissi di caricare la macchina fotografica, ma altri dicevano che era davvero difficile”, ha dichiarato la Taylor-Johnson in merito al progetto. “La gente può decidere autonomamente quali lacrime siano autentiche e quali false. E’ l’idea di prendere questi grandi, mascolini uomini, e mostrare un loro lato diverso.”

Bene, una donna che, per lavoro o no, riesce a far piangere così tanti uomini entra di diritto come Dea nell’Olimpo! 😉

5 – Ha sconfitto il cancro.

L’artista ha sconfitto due volte il cancro. All’età di 30 anni, un cancro del colon. Poi, nel 2000, ha scoperto nuovamente di non aver debellato il male, questa volta ricomparso al seno. Altra lotta e altra vittoria.

Una combattente nata. Le auguriamo di fare un gran lavoro, per tutti i fans della trilogia e per sè! La sua vittoria, quella più importante, con la vita l’ha già vinta, ora l’aspetta quella al botteghino! Ma sarà solo una discesa.

 

© Riproduzione riservata. Vietata la duplicazione di questi contenuti o parte di essi.

 

TRAILER NOWHERE BOY

 

2 commenti

  1. Lau

    Sono felice che sia una donna a dirigere cinquanta sfumature,per far comprendere l’alchimia che c’è tra Cristian e ANA ci vuole un po’ di sensibilità femminile!

  2. rossella

    Al di là delle mie considerazioni di carattere personale sulla poca esperienza della signora Johnson credo sia doveroso farle un grandissimo in bocca al lupo per il lavoro che si accinge a fare. Credo anch’io che un team di lavoro composto da tre donne ( James, Marcel e lei stessa ) sia quanto di meglio si potesse sperare. Spero che l’intuito e la grande sensibilità che di solito noi abbiamo le aiuteranno a bilanciare la loro poca esperienza.
    Ora non rimane che incrociare le dita per la scelta degli attori…….!