Le parodie o i libri che riprendono il titolo della famosa trilogia di E L James sono interminabilii! E’ dura stare dietro a tutti i titoli che incorporano in essi i riferimenti appunto ai libri fenomeno dell’anno.

L’ultimo riscontrato è ’50 Sfumature di fritto: manuale di untologia’ edito da Lupo Editore.

Disponibile in libreria dal 15 dicembre 2012.

Già il titolo la dice lunga sul contenuto altamente cul-inario 😉

 

Libro, nato da un’idea del giornalista Pierpaolo Lala, patron del concorso di cucina dozzinale “Fornelli Indecisi“, raccoglie cinquanta ricette (rigorosamente fritte) pensate e scritte da una pattuglia di giornalisti e docenti universitari, casalinghe e pensionate, professori e professioniste, nonne e nipoti, mamme e figli. Cinque categorie (antipasti, primi, secondi, dolci e cibo di strada) per assaporare verdure e pesce, carne e cremose leccornie.

Ecco la presentazione:

Vi piace la frittura nonostante il parere negativo del vostro medico? Vi piace la pastella? Vi piace impanare e “calare” qualunque cosa nell’olio bollente? Siete fan del film “P per Purpetta”? Pensate che per preparare la parmigiana di melanzane servano le dovute autorizzazioni edilizie? Pensate che la frittura sia sensuale e afrodisiaca? Avete trovato il libro giusto.

Cliccando QUI dal sito Pubblico Giornale troverete intervista completa all’autore, noi come sempre riportiamo solo la parte inerente la trilogia.

Quali sono i punti in comune tra il tuo libro di ricette e il bestseller erotico del momento? È solo un gioco di parole?

La frittura piace a tutti ma al contempo è qualcosa di proibito: se devi perdere peso è la prima cosa che il medico elimina dalla tua dieta. Per questo motivo “50 sfumature di fritto” è un libro trasgressivo almeno quanto quello scritto da E. L. James.

 

LA SCHEDA:

50 sfumature di fritto.

Piccolo manuale untologico, 100 pag.

10 euro Lupo Editore